Conosci l’Ibisco dai fiori XXL?

Anche se non hai mai fatto giardinaggio prima, probabilmente hai sentito il nome Hibiscus. È il fiore iconico dei tropici con la sua immagine sparsa ovunque su magliette dalle stampe hawaiane e sui teli da spiaggia.

La varietà di cui tratteremo in questo articolo è l’Hibiscus moscheutos anche chiamato Ibisco palustre che regala fiori giganti e colorati.

L’Ibisco moscheutos è una pianta perenne fiorita, erbacea e resistente al freddo, nota per le sue fioriture giganti e spettacolari. Viene soprannominato ibisco dinner plate perché i suoi fiori sono grandi e tondi come piatti da portata.

La pianta fiorisce a fine estate con enormi fiori larghi dai 15 ai 25 cm in rosa, bianco o rosso.

Vediamo insieme come piantare l’ibisco palustre e come prendersi cura di questa scenografica pianta da giardino!

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Caratteristiche generali

L’ibisco palustre fa parte della famiglia delle Malvaceae ed è una pianta erbacea perenne, il che significa che il fogliame germoglia nuovamente la primavera successiva.

In genere cresce fino a 1-2 metri di altezza e fino a 1,5 m di larghezza. È originario dei luoghi umidi (paludi, pianure alluvionali, sponde dei fiumi, prati umidi e boschi umidi) dall’Ontario e dal Massachusetts a sud fino all’Ohio, all’Indiana, all’Alabama e alla Florida.

Il fogliame di queste piante è in genere di un verde intenso, un viola scuro o un colore misto verde-bordeaux.

Quando fiorisce l’ibisco?

L’ibisco palustre fiorisce da luglio a settembre con la maggior parte dei fiori che sbocciano ad agosto. Ogni fiore dura solo un paio di giorni, ma una singola pianta produce dozzine di fiori.

Anche i boccioli dei fiori sono altamente ornamentali, formando graziose gemme in cima agli steli.

I suoi fiori si estendono fino a 25 cm di larghezza, invitando impollinatori di tutti i tipi e durano dall’inizio dell’estate fino al primo gelo.

Come piantare l’ibisco dai fiori giganti

Per piantare l’ibisco palustre dovrai seguire alcune regole:

  • Scegli un luogo in pieno sole (almeno 6 ore di luce solare diretta al giorno).
  • Scegli un luogo protetto dal vento.
  • Scegli un terreno ricco

Scava una buca per piantare l’ibisco: dovrebbe essere 2 volte più larga del vaso, ma non più profonda. Allinea il livello del terreno della pianta con il livello del terreno circostante.

Nutri il terriccio con del compost fatto in casa o con un fertilizzante organico.

Coltivazione e cura

Ci sono alcune cose da considerare nella coltivazione dell’ibisco palustre, in primis i germogli primaverili sono lenti a interrompere la dormienza ed emergere. Potrebbe volerci fino a giugno per vederli spuntare da terra.

Una volta che appare una nuova crescita, le piante crescono rapidamente, sempre supponendo che abbiano abbastanza luce solare e acqua. Gli steli possono crescere di 2 cm al giorno in buone condizioni.

Garantisci un terreno umido per tutta l’estate. Il terreno deve essere costantemente umido, né fradicio né asciutto.

Le piante che non fioriscono bene potrebbero aver bisogno di più sole. Considera che l’Hibiscus moscheutos è abbastanza resistente al calore fintanto che le radici hanno accesso a una quantità sufficiente di acqua.

Innaffiale nel modo giusto

Le piante di ibisco crescono naturalmente negli ambienti paludosi delle zone umide.

Assicurati che queste piante abbiano accesso a una quantità sufficiente di acqua, specialmente durante i periodi di siccità in estate.

Le piante che soffrono di siccità spesso lasciano cadere i boccioli dei fiori e le foglie più basse, portando a un minor numero di fiori e una minore capacità di fotosintesi.

Probabilmente richiederanno annaffiature più frequenti rispetto alla maggior parte delle altre piante perenni nel giardino. Copri il terreno con del pacciame per mantenere l”umidità del terreno più a lungo.

Va potato?

L’ibisco palustre raramente necessita di potatura. Queste piante perenni sono erbacee, il che significa che il fogliame fuori terra muore fino alla linea del suolo ogni inverno e germoglia nuovi steli in primavera.

La potatura di questa pianta consiste principalmente nell’eliminare le fioriture esaurite nel periodo agosto-ottobre. Taglia i fiori dopo che ognuno ha finito di fiorire per incoraggiare la pianta a continuare a mettere più boccioli di fiori.

Evita di potare gli steli, poiché i fiori compaiono all’estremità terminale di ogni stelo.

Fertilizzante

Le piante di ibisco palustre vengono generalmente nutrite una volta in primavera e di nuovo subito prima della fioritura.

In primavera, applica un fertilizzante granulare organico a lenta cessione. Se lo desideri, puoi dare alla pianta una carica di nutrienti in estate con un fertilizzante solubile in acqua ad azione rapida, poiché inizia a mettere i boccioli di fiori prima della fioritura.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.