Se vuoi coltivare Lavanda profumata in balcone ecco quale varietà scegliere

Può mancare la lavanda su un balcone pieno di sole e pieno di fiori?

Senz’altro il suo profumo, quando la sera cala il sole e c’è quella leggera brezza, è piacevole da ritrovare e spesso entra addirittura in casa durante le sere d’estate.

Devi sapere però che ci sono delle varietà di lavanda ben più adatte ad essere tenute in balcone.

Sono quelle che hanno una vegetazione contenuta, con foglie e fiori non troppo alti e quindi ideali per fioriere da balcone.

Vediamo insieme quali varietà puoi scegliere da mettere in balcone e in che modo averne cura.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarci il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Lavanda Peter Pan

La Lavandula angustifolia ‘Peter Pan’ è una lavanda dalle dimensioni compatte, i fiori hanno una struttura più stretta di molte altre varietà e questo la rende perfetta per le fioriere da balcone.

Puoi ottenere grandi soddisfazioni se coltivi la “Peter Pan” in un terreno ben drenato, in pieno sole.

Mantieni il terriccio umido, soprattutto nelle giornate particolarmente afose ed a fine fioritura ripulisci la chioma così da stimolare nuove fioriture.

Lavanda nana alba

Compatta e sempre piena di fiori, la lavanda nana alba, una varietà dell’angustiflora, ha fiori bianchi come la neve e steli piuttosto bassi con un’altezza che non va oltre i 50 cm, quindi ideale per le fioriere del balcone.

Generalmente fiorisce in piena estate, e prospera in pieno sole. Il terreno deve essere ben drenato e le innaffiature vanno fatte solo quando il terriccio è asciutto sulla superficie.

Gradisce un terriccio leggermente alcalino e non eccessivamente ricco.

Lavanda hidcote blue

La Lavanda “Hidcote blue” è una varietà con un portamento eretto e compatto e può arrivare ad una altezza di 40-50cm.

Le foglie lanceolate hanno un colore verde brillante ed i fiori, molto profumati, sono riuniti in una spiga compatta e hanno un color blu-violaceo.

Fiorisce due volte nell’arco dei mesi estivi: prima a giugno e poi nuovamente a settembre.

Questa varietà di Angustifoglia predilige terricci ricchi, che abbiano una composizione drenante per evitare ristagni. A tal proposito va innaffiata al bisogno, quindi controlla lo stato del terriccio con le dita prima di innaffiare nuovamente.

Assicurale una posizione ben soleggiata, che possa garantirle almeno 6 ore di luce diretta al giorno.

Lavanda Edelweiss

La varietà a fiore bianco chiamata lavanda edelweiss non è altro che un incrocio tra la Lavandula angustifolia e Lavandula latifolia. Si tratta di una varietà dai fiori più grandi dell’angustifolia; quindi, con foglie più grandi della comune lavanda che troviamo di solito ma la sua altezza non supera i 60 cm.

Le fioriture durano diversi mesi e sono particolarmente abbondanti, con un profumo particolarmente intenso.

Coltivarla in pieno sole è la prima regola per questa varietà, in un terriccio che sia particolarmente drenante.

Innaffia frequentemente per tenere il terriccio umido ma mai zuppo così da non far marcire le radici.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.