Stai attento a questi motivi se la tua Orchidea ha macchie bianche sulle foglie

Le orchidee phalaenopsis sono le più diffuse poiché sono la varietà più semplice da curare.

A meno che non venga colpita da marciume per via di innaffiature eccessive, questa nota pianta d’appartamento molto raramente attira parassiti.

Tuttavia non sempre è esente da problemi legati ai parassiti che talvolta possono essere i diretti responsabili della comparsa di strani segni sulle foglie.

Ma vediamo subito insieme le probabili cause di questi segni sulla tua orchidea in modo da poter capire cosa c’è che non va!

Danno meccanico

Prima di valutare eventuali parassiti o malattie, se vedi segni sulle foglie di orchidea cerca di capire se si tratta di un danno meccanico, dovuto ad esempio ad animali domestici.

Se hai un gatto in casa che ama saltare sul davanzale delle orchidee, cerca di capire se le foglie sono state danneggiate dai suoi artigli.

In quel caso, i segni bianchi che vedi sono nient’altro che le ferite cicatrizzate della pianta.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Umidità insufficiente nella stanza

A causa della bassa umidità e dell’irrigazione insufficiente, l’orchidea rischia di seccarsi. Quindi, sulle foglie possono apparire delle macchie.

Il sottovaso di ghiaia mantenuto umido, aiuta ad aumentare l’umidità intorno all’orchidea.

Anche se la situazione viene corretta in tempo, l’orchidea non sarà in grado di riacquistare il suo precedente aspetto esteticamente gradevole.

Anche quando fai seccare troppo l’orchidea potrebbe mostrare segni di sofferenza sulle foglie. Cerca di innaffiare per immersione ogni volta che le radici diventano grigie.

In estate puoi aumentare la frequenza delle annaffiature. Il substrato in un vaso per orchidee dovrebbe essere sempre leggermente umido.

Riempi un contenitore a metà con acqua pulita a temperatura ambiente.
Immergi il vaso dell’orchidea, l’acqua dovrebbe fluire nel vaso attraverso i fori sul fondo.

Attendi 10-20 minuti di immersione, togli il vaso dall’acqua e lascia defluire l’eccesso. In questo modo, la corteccia sarà completamente inumidita e sarà in grado di fornire umidità alla pianta per un lungo periodo di tempo.

Foglie di orchidea bruciate dal sole

Le ustioni delle foglie possono verificarsi anche a causa di un’esposizione prolungata al sole. In primavera e in estate, la luce ultravioletta è particolarmente dannosa.

Sposta l’orchidea e posizionala dove riceve luce solare intensa ma indiretta. Il fiore prospera meglio su un davanzale con luce diffusa.

Anche se la situazione viene corretta in tempo, l’orchidea non sarà in grado di tornare al suo precedente aspetto estetico.

Le correnti d’aria gelida sono ugualmente pericolose per la phalaenopsis. In alcuni casi può essere sufficiente l’esposizione al freddo durante il trasporto o una breve apertura di una finestra.

Di conseguenza, l’orchidea inizierà a sviluppare macchie di colore giallo-bianco.

Macchie bianche sulle foglie dovute all’oidio

Nel caso di un’orchidea che sviluppa macchie bianche sulle foglie, è probabile che la pianta sia stata colpita da un’infezione fungina nota come oidio.

All’inizio compaiono una serie di minuscole macchie che poi si moltiplicano, diventano giallo-grigie e infine iniziano a seccarsi. Ci vogliono alcuni giorni perché queste foglie muoiano.

I seguenti fattori contribuiscono alla crescita del fungo sulla pianta:

  • Applicazione eccessiva di fertilizzante
  • L’irrigazione scorretta
  • L’umidità è troppo alta
  • Intensi sbalzi di temperatura

È più probabile che il fungo patogeno si diffonda alle piante già indebolite.

Se le foglie dell’orchidea sviluppano macchie bianche che ricordano l’oidio, la pianta infetta deve essere isolata dalle altre piante.

Per salvare il fiore, procedi come segue: usando un batuffolo di cotone imbevuto di una soluzione di sapone da bucato, poi pulisci le macchie bianche.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.