Come eliminare i parassiti delle piante senza insetticida?

Conoscere rimedi naturali per combattere parassiti ci consente di non alterare l’equilibrio delle nostre piante con prodotti chimici.

Questi prodotti saranno pure efficaci ma possono compromettere la salute delle piante stesse che cerchiamo di proteggere.

Questo perché hanno bisogno di un attento dosaggio e di un utilizzo parsimonioso.

Tutt’altra cosa riguarda invece i composti naturali, quelli che possiamo realizzare fai da te che non compromettono la salute delle piante e possono essere utilizzati persino sulle aromatiche che utilizziamo per cucinare.

Vediamo insieme quali rimedi antiparassitari naturali sono più efficaci.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarci il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Macerato di ortiche

Non c’è nulla di più facile da realizzare di un macerato di ortiche, un rimedio naturale antiparassitario tra i più efficaci.

Le ortiche contengono acido formico, un naturale antiparassitario.

Essendo un’erba spontanea, mista alla comune erbaccia in giardino, è facile da trovare e raccogliere.

Raccogli 1kg di ortiche prima della fase di fioritura: in questo modo rilasceranno più sostanze nutritive.

Mettile in un contenitore con coperchio e ricoprile interamente con 10 l d’acqua. Lasciale macerare per almeno 20 giorni. Ti accorgerai che l’acqua col tempo ha assunto un colore verdastro.

A questo punto, filtra le ortiche e nebulizza sulla chioma con uno spruzzino il composto ottenuto.

Sapone di Marsiglia

Le proprietà del sapone di Marsiglia sono note a tutti ma sapevi di poterlo usare anche come insetticida?

Particolarmente efficacie contro cocciniglia e afidi, con il sapone di Marsiglia puoi creare un composto liquido che può essere spruzzato sulla chioma.

Sciogli circa 10 g di sapone di Marsiglia in un litro d’acqua. Metti il tutto in uno spruzzino e attacca i parassiti. Ricorda di effettuare il trattamento quando la pianta non è sotto i raggi diretti del sole.

Macerato al peperoncino

Puoi ottenere un macerato al peperoncino per combattere in modo efficace molti parassiti succhiatori e rosicchiatori.

Il peperoncino contiene un elemento conosciuto come capsaicina, un insetticida naturale.

Sminuzza due peperoncini in 200 ml di acqua, lasciandoli al macero per almeno 24 ore.

Aggiungi il composto ad altra acqua in uno spruzzino e nebulizza tutta la chioma.

Spray all’aglio

Per attaccare parassiti succhiatori quali acari e afidi, bruchi verdi e mosche bianche, l’aglio è un alleato valido.

Pesta 100g di aglio insieme a due cucchiai di olio e lascialo al macero per almeno 24 ore, in un barattolo ben chiuso. Puoi aggiungere 20 ml di sapone da bucato naturale e diluisci in 1l di acqua 20 ml di composto.

Se nebulizzerai l’intera chioma con questo composto vedrai ridursi l’infestazione in breve tempo.

Antiparassitario al sale

Quando parlo di sale mi riferisco a quello himalayano, non del tradizionale sale da cucina.

Questo tipo di sale non assorbe le impurità dell’ambiente e diluito a dovere offre alle piante una protezione valida.

Disciogli in ogni litro di acqua 1 cucchiaio di sale himalayano; poi nebulizza la chioma.

Attenzione a non lasciare al sole la pianta quando spruzzi il composto sulle foglie.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.