Se il tuo Agrifoglio non fa le Bacche rosse ecco cosa stai sbagliando

Grande protagonista delle festività, l’agrifoglio domina, con le sue vivaci bacche rosse e il suo splendido fogliame variegato, la varietà delle piante natalizie.

Ciò che più lo caratterizza sono sicuramente le bacche: quasi facciamo a gara a chi lo ha più decorato di rosso dalle bacche. Cerchiamo di comprarlo proprio apposta per questa sua caratteristica.

E se ci accorgessimo che il nostro agrifoglio non fa bacche? Quale potrebbe essere la causa? C’è qualcosa che stai sbagliando? Vediamolo insieme

È un Agrifoglio maschio

Il motivo per cui il tuo agrifoglio non produce bacche è perché probabilmente è un agrifoglio maschio.  Le bacche in realtà contengono semi e sono prodotti da una pianta femmina.

L’agrifoglio è una pianta dioica, cioè vuol dire che c’è bisogno di una pianta maschio e di una pianta femmina per produrre semi.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Dunque, non solo il tuo agrifoglio deve essere femmina, ma ha bisogno di una pianta maschio nelle vicinanze per poterle produrre. Se hai più piante di agrifoglio e queste sono tutte delle piante femmina, anche in questo caso non ci saranno bacche rosse.

Per ovviare a tutto questo, nella scelta del tuo agrifoglio, rivolgiti ad un vivaio e chiedi ad un vivaista qual è la pianta adatta: di sicuro saprà indicarti se si tratta di una pianta femmina o di una pianta maschio.

A quel punto potrai prenderne almeno due, un maschio e una femmina, così da poter avere quella femmina con le bacche.

È troppo giovane

Come ogni pianta, anche l’agrifoglio se troppo giovane non sarà in grado di produrre semi e quindi le bacche che li contengono.

Una pianta giovane non è ancora matura per riprodursi attraverso il seme. Un agrifoglio, per cominciare a produrre bacche, oltre ad essere una pianta femmina deve avere un’età che vada dai 3 ai 5 anni.

In questo caso, puoi solo aspettare che la pianta raggiunga la maturità giusta oppure assicurarti di acquistare una pianta già adulta.

Potatura sbagliata al momento sbagliato

La produzione del seme, anche per l’agrifoglio, segue il periodo di fioritura. Solo a seguito della fase di fioritura la pianta si prepara a produrre i semi e quindi le bacche, in questo caso.

Una potatura fatta al momento sbagliato, cioè quando la fioritura è appena terminata, può fare in modo che non vi sia stato il tempo per passare dal fiore alle bacche.

Assicurati di potare il tuo agrifoglio ogni due anni, e nello specifico o in inverno inoltrato, oppure all’inizio della primavera, ricordando di utilizzare sempre delle cesoie ben disinfettate.

Potarlo in estate o in autunno potrebbe metterti in condizione di tagliare proprio quei rami che si preparano per la fioritura prossima.

Ha bisogno di più luce

La posizione è un’altra condizione essenziale per la produzione di bacche. Se tenessi il tuo agrifoglio in un luogo troppo ombreggiato, la mancanza di luce di cui ha bisogno potrebbe non incentivare la fioritura e quindi la successiva produzione di bacche.

Anche se tollera bene una zona d’ombra, se vuoi che si ricopra di bacche devi necessariamente dargli delle ore di luce, anche se diretta, per stimolarne la fioritura prima e quindi la produzione delle bacche poi.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.