Perché la Bocca di leone si sta seccando?

Le bocche di leone (Antirrhinum majus) sono piante vivaci e colorate che si presentano in una varietà di tonalità, tra cui bianche, gialle, arancioni, pesca, rosa, rosse e viola e multicolori.

Tuttavia, anche se sono molto resistenti, possono iniziare a seccarsi e la pianta può iniziare a non avere proprio un bell’aspetto.

I motivi possono essere vari e può dipendere sia da fattori ambientali, sia da malattie che per via di una cattiva coltivazione.

Scopriamo insieme perché la tua pianta di bocca di leone si sta seccando!

Temperature troppo alte

Sebbene le bocche di leone siano tolleranti al freddo, potrebbero non tollerare altrettanto bene i climi molto caldi.

Quando le temperature estive salgono, è probabile che appassiscano e che le loro prestazioni di fioritura ne risentano.

Poiché preferiscono il pieno sole, è semplice che se le tieni molto esposte possano seccarsi sotto il sole cocente delle ore estive più calde.

Per incoraggiare nuove fioriture e scoraggiare l’appassimento, pota la pianta pochi centimetri sopra lo stelo.

Ruggine

La malattia più comune delle bocche di leone è la ruggine.

Piccole macchie gialle sparse sulle foglie sono il primo accenno di infezione, seguite da annerimento.

Le macchie diventano polverose quando maturano a causa delle spore fungine.

La prevenzione è la migliore medicina, quindi pianta le bocche di leone abbastanza distanti da favorire una buona circolazione dell’aria ed evita di annaffiare di notte quando i fiori non hanno abbastanza tempo per asciugarsi.

Marciume di fusto e radice

Il marciume radicale è causato da agenti patogeni.

I sintomi includono l’imbrunimento della punta, l’ingiallimento delle foglie, l’avvizzimento e la morte definitiva della pianta.

La putrefazione dello stelo di solito si verifica nelle piante giovani, causando lesioni rosso-marroni nello stelo, talvolta anche nelle piante più mature.

Le bocche di leone sono relativamente resistenti ai marciumi, ma possono contrarre sia il marciume dello stelo che quello delle radici se piantate in terreni non drenanti.

Evita di annaffiare troppo, poiché ciò favorisce lo sviluppo di marciumi.

Altre malattie

Sia la muffa grigia che la peronospora sono un problema quando le bocche di leone sono esposte a condizioni umide per troppo tempo.

Mentre la prima causa una crescita grigia e polverosa, la seconda si manifesta in punte delle foglie arrotolate e rachitiche e funghi violacei sulla parte inferiore delle foglie.

Se stai coltivando bocche di leone da semi, assicurati che ci sia molta circolazione d’aria in modo che l’umidità non si accumuli.

Pulisci i detriti delle piante sul terreno, vicino alla base del vaso per evitare la trasmissione di agenti patogeni alle bocche di leone.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.