Lewisia: perché ha le foglie gialle alla base?

La lewisia è una pianta unica dalle foglie succulente e dai fiori colorati.

Nel suo habitat naturale cresce su strati rocciosi e offre una fioritura in primavera e talvolta una seconda in estate.

Poiché si tratta di una pianta succulenta è facile fare qualche errore di coltivazione che fa ingiallire le foglie, soprattutto quelle alla base.

Ma con alcuni accorgimenti puoi comprendere il motivo dell’ingiallimento.

Scopriamo insieme perché la tua lewisia ha le foglie gialle alla base!

Ciclo naturale

Per prima cosa, ricorda che se la tua lewisia inizia ad avere le foglie gialle alla base, può essere un processo naturale.

Questo avviene perché nuove foglie si formano verso il centro della rosetta e il fogliame esterno e più vecchio diventa giallo, coriaceo e alla fine si secca.

Nel valutare come sta la pianta, osserva piuttosto la salute delle foglie centrali. Se sono carnose, verdi e sane, la pianta di solito è a posto.

Hai innaffiato troppo

Eventuali foglie molli e gialle alla base della Lewisia sono un segno di problemi legati all’umidità.

Probabilmente sono state annaffiate eccessivamente o il terreno è troppo pesante.

L’eccessiva umidità può causare il marciume del colletto.

Queste piante semi-succulente non amano l’acqua: vivono in ambienti asciutti, soleggiati e iniziano a morire se hanno troppa acqua.

Tasta le foglie, se sono mollicce e in più il terreno fa fatica ad asciugarsi allora si tratta di marciume o delle radici o del colletto della pianta.

Ambiente sbagliato

Se tieni la lewisia al chiuso questa potrebbe soffrire e reagire facendo ingiallire le foglie.

Ricorda che si tratta di una pianta alpina molto resistente, dunque se la tieni in casa, dove c’è poca ventilazione e in più in un terreno sbagliato, questi sono i fattori che insieme fanno ingiallire le foglie.

Spostala all’esterno dove possa ricevere luce e una buona circolazione d’aria.

Terreno troppo ricco

Un’altra possibilità è che il terreno sia troppo ricco.

Se le Lewisia vengono coltivate in un terreno troppo fertile, potrebbero avere maggiori probabilità di crescere molto in altezza e di soffrire a lungo termine.

Di nuovo, ricorda che in natura queste piante crescono nelle fessure di incrocio tra una roccia e l’altra, dunque non hanno alcun tipo di nutriente.

Se le coltivi in un terreno troppo ricco e soprattutto troppo compatto, possono soffrire e iniziare a far diventare gialle le foglie alla base.

Crea una miscela usando una parte di terriccio comune e due parti di perlite per simulare il suo substrato naturale.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.