Piante e condizionatori cosa dovresti fare per non farle soffrire

Anche se si raccomanda di non tenere le piante in una stanza con aria condizionata, non possiamo fare a meno di avere piante nei nostri spazi abitativi poiché siamo sollevati dall’aria fresca in estati torride.

Il fatto è che alcune piante sono più soggette agli effetti negativi dell’aria condizionata, mentre altre ne risentono meno.

In più, ci sono alcune cose che dovresti sapere per evitare che le piante soffrano troppo lo shock termico.

In questo articolo, vengono sfatati alcuni miti e preoccupazioni sull’effetto dell’aria condizionata sulle piante e vediamo cosa puoi fare per assicurarti che crescano in salute in tali ambienti.

Scopriamolo insieme!

Come prendersi cura delle piante in una stanza con aria condizionata?

La cura delle piante in ambienti climatizzati richiederà che non si trovino nel percorso diretto dell’aria fredda.

Inoltre, fornire umidità extra e, in alcuni casi, coprire l’intera pianta può aiutare a mantenerle calde evitando che si secchino rapidamente.

Nebulizza le tue piante ogni giorno per aiutare a ripristinare la loro umidità strappata via dall’aria fredda. Ciò garantisce che la tua pianta sia ben idratata e riceva abbastanza acqua secondo le sue esigenze.

Evita l’irrigazione eccessiva in quanto potrebbe portare a marciume radicale.

Quanto possono essere vicine le piante a un condizionatore d’aria?

L’aria fredda può danneggiare le piante in casa o in ufficio. Tuttavia, non tutte le stanze con aria condizionata sono dannose per le piante, ma il modo migliore per evitare danni è dare loro un po’ di spazio.

Piante come felci e piante grasse possono sopportare temperature al di sotto dello zero, sono esposte a basse temperature e continuano a crescere.

Tuttavia, alla maggior parte delle piante d’appartamento o tropicali non piace quando c’è più di un po’ di aria fredda nello spazio in cui si trovano.

Il nostro comfort mette in pericolo la salute delle piante perché il getto di aria fredda può far cadere le foglie.

La distanza tra un condizionatore d’aria e le tue piante dipende da quanto è grande la stanza, dal tipo di pianta che stai coltivando e se si tratta di una pianta da interno o da esterno.

Secondo le linee guida generali, si dovrebbe mantenere una distanza minima di 1,5 m tra le piante e la presa d’aria. In più, scegli una temperatura che non sia troppo bassa rispetto a quella normale di casa tua, dunque non 18°C ma almeno 25°C.

In che modo l’aria condizionata influisce sulle piante?

Oltre alla posizione, ci sono anche altri punti cruciali di cui prendere nota.

L’umidità e la temperatura hanno ruoli principali nella crescita delle piante. Ma l’aria climatizzata non riesce a fornire alle piante questi due fattori nei parametri giusti. Vediamo cosa succede!

Umidità

Di solito, un valore che vada dal 55 al 75% di umidità è quello ideale alla crescita delle piante.

L’aria fredda emessa dall’aria condizionata è molto secca e disidratante. Asciuga l’umidità che le piante immagazzinano nelle foglie.

Inoltre, la bassa umidità porta al terreno asciutto e foglie secche a causa della mancanza di umidità.

Di conseguenza, i boccioli dei fiori cadono e le foglie appassiscono. Le piante spesso subiscono l’essiccazione.

Temperatura

Gli sbalzi di temperatura hanno un duro effetto sulle piante. La temperatura fredda rallenta il tasso di crescita delle piante e spesso porta anche alla loro morte.

La temperatura troppo bassa influisce anche sulla fotosintesi e sulla traspirazione delle foglie, per cui l’assunzione di anidride carbonica e ossigeno rallenta rispettivamente in entrambi i processi.

L’aria fredda può innescare la dormienza nelle piante, rallentando la maggior parte del loro processo biologico. Un evento simile si osserva nelle piante che entrano nella stagione invernale.

Piante che tollerano ambienti climatizzati

Le piante, sia da interno che da esterno, purificano l’aria e rendono l’ambiente esteticamente gradevole.

Ma non tutte le piante sono buone compagne di stanza per i condizionatori d’aria, sia chiaro, non esistono piante che sono adatte per una stanza climatizzata, ma ci sono piante che meglio tollerano gli sbalzi di temperatura.

Quindi qui troverai un elenco di piante che possono sopravvivere anche in una stanza con aria condizionata.

Tutte le piante menzionate necessitano di poca cura. Sono indulgenti e in grado di prosperare in qualsiasi condizione ambientale.

La maggior parte di loro sono resistenti alla siccità. Inoltre, possono sopravvivere facilmente in condizioni di scarsa illuminazione.

Scegli piante con foglie grandi, se possibile. Sono più adattabili alla tua stanza con aria condizionata e tenderanno a essere più tolleranti agli sbalzi di temperatura prodotti dai sistemi climatizzati.

Come proteggere le piante dall’aria condizionata?

Le piccole piante sono suscettibili agli sbalzi di temperatura e umidità e ad altri cambiamenti ambientali. Ma come puoi proteggere le piante dall’aria condizionata?

Spostare la pianta dalla zona in cui arriva il getto diretto dell’aria condizionata fredda sarà la prima linea di difesa nella sua protezione.

L’aria più fredda proviene dal percorso diretto da cui sono rivolte le bocchette del climatizzatore. Quando le piante non si trovano sotto il getto d’aria, è meno probabile che vengano congelate e vadano in stress.

Per proteggerle (vale ovviamente per le piante più piccole) puoi anche usare un barattolo di vetro come un terrario per mantenere le tue piante in un ambiente caldo e umido.

Usa un umidificatore: aumentando l’umidità nell’aria, aiuti le tue piante a trattenere più umidità, il che è benefico per la loro crescita. Questo aiuta le piante a seccarsi e ad appassire.

Una maggiore umidità nell’aria impedirà al terreno di asciugarsi troppo rapidamente, allungando gli intervalli di irrigazione.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.