Scegli per il tuo Pothos il posto più adatto in casa

Anche se il pothos sembra essere una pianta resistente a tutto, scegliere il posto giusto in casa in cui tenerlo potrebbe essere il segreto per averlo sempre bello e rigoglioso.

Quando non ci sono le giuste condizioni, il fogliame comincia a manifestare segni di sofferenza compromettendo non solo la bellezza della chioma ma anche la salute dell’intera pianta.

Se non sai dove posizionarlo potrebbe esserti utile capire prima di cosa ha bisogno così da scegliere il posto più adatto.

Vediamo insieme dove mettere il pothos in casa per averlo sempre bello.

Di cosa ha bisogno?

La stanza più adatta è quella che ha due caratteristiche fondamentali: umidità e luce.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarci il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

A che serve l’umidità?

Il luogo di origine del pothos, la foresta pluviale e tropicale, è un luogo in cui il livello di umidità è molto alto.

Ha tutto a che fare con la respirazione della pianta. Sulle foglie ci sono delle piccole valvole detti stomi che si dilatano completamente con un tasso di umidità elevata permettendo al pothos di respirare “a pieni polmoni”, se così si può dire.

Se il Pothos è posto in un ambiente molto secco gli stomi si restringono ed è come se la pianta stesse letteralmente trattenendo il respiro.

Come manipolare l’umidità?

Un trucco semplice ma astuto potrebbe essere quello di utilizzare un sottovaso con dei ciottoli per aumentare il tasso di umidità.

Riempi un sottovaso con un unico strato di ciottoli o pietre aggiungi acqua in modo che metà delle pietre sia immersa, poi appoggia il vaso del tuo Pothos sopra le pietre.

L’acqua evaporando verso l’alto circonda la chioma, giovando alla respirazione.

Di che tipo di luce ha bisogno?

Il pothos prospera in un luogo in cui può godere di una luce solare indiretta, ma senz’altro brillante.

D’altronde è quella stessa luce che il pothos riceve in natura, una luce filtrata dalla folta chioma degli arbusti e dalle foglie che spesso li coprono.

Una luce diretta con raggi cocenti potrebbe bruciare la chioma e danneggiarla a tal punto da compromettere la salute dell’intera pianta.

La stanza più adatta

Se sai di cosa ha bisogno puoi anche pianificare con cura dove posizionarlo, passando al vaglio ogni stanza in modo da soddisfare le esigenze del tuo pothos.

Cucina

La cucina è una stanza in cui il Pothos può stare egregiamente: è sempre piena di vapori caldi domestici.

È solitamente una stanza luminosa, con la temperatura giusta perché mite, dovuto al calore dei fornelli.

È senz’altro oltre che umida per i vapori caldi prodotti, anche ben arieggiata vista l’abitudine di aprire le finestre per far dissipare gli odori.

Bagno

Il vapore della doccia calda consente al bagno di essere la stanza più umida della casa, in modo quasi costante, quindi perfetto come ambiente.

Il bagno resta umido anche durante il periodo invernale ,quando nel resto della casa, a causa dei riscaldamenti accesi, l’ambiente è invece secco.

Spesso pero il bagno è anche la stanza che ha finestre più piccole, di conseguenza potrebbe essere la stanza meno luminosa. Evita di posizionare la pianta in un bagno completamente privo di finestre

Nel caso di finestre piccole, posiziona la pianta più vicina possibile alla fonte di luce.

Potresti inoltre scegliere una varietà di pothos che meglio tollera una luminosità bassa come la varietà gold. Evita di scegliere le varietà con foglie particolarmente variegate poiché è proprio la luce brillante che ne favorisce la variegatura.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.