Conosci la varietà di Pothos detta Marble Queen?

Un pothos dalle foglie marmorizzate è senz’altro un elemento che dà un tocco in più a qualsiasi casa.

La bellezza e la variegatura delle foglie le fanno sembrare come fossero di marmo. Le sfumature ricordano la tela di pittori astrattisti che spruzzano colori sulla tela offrendo a chi la guarda la magia dell’interpretazione.

Il pothos Marble queen non è solo bello ma anche tra le varietà più resistenti e questa combo di caratteristiche lo rende perfetto anche per i pollici neri.

Vediamo insieme di cosa ha bisogno la varietà di pothos Marble queen.

Esposizione

Essendo un pothos non è difficile soddisfare le sue richieste vista la facilità con cui si adatta anche alle zone d’ombra, soprattutto questa varietà.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Un’attenzione in più però la richiede proprio la sua variegatura che permane sulle foglie quando la luce è brillante.

Questo perché il pothos tende ad espandere sulla foglia la parte verde quando la stanza è poco luminosa per avere la possibilità di carpire quanta più luce possibile. È proprio grazie alla parte verde che la pianta assorbe la luce.

Assicurati che si tratti sempre di una luce indiretta per non bruciare le belle foglie.

Puoi posizionarlo in una zona esposta ad est magari, dove possa godere di luce anche diretta ma di raggi non violenti come quelli delle ore centrali e soprattutto di passaggio.

Temperatura

La Marble queen si trova particolarmente bene in ambienti con un range di temperatura molto vasto, tra i 18 e i 27 gradi.

Tollera poco gli ambienti particolarmente freddi, ma tenendolo in casa questo è quasi impossibile.

È pur sempre un pothos quindi gradisce gli ambienti umidi; tienilo lontano da riscaldamenti o condizionatori che seccano irrimediabilmente l’aria.

Quando innaffiare

Il pothos Marble queen ha una sola regola fondamentale per quando riguarda le innaffiature: aspetta che i primi centimetri di terriccio siano asciutti prima di innaffiare nuovamente.

Puoi testare l’umidità con le dita e innaffiare al bisogno la tua pianta.

Generalmente, se vuoi rispettare un programma fisso di irrigazione, in estate puoi innaffiare il tuo pothos una volta a settimana, in inverno una volta ogni due settimane.

Prova a innaffiarlo con acqua non troppo fredda e assicurati che non resti zuppo il terriccio per troppo tempo.

Terriccio

L’unica esigenza di questa varietà di pothos è quella di avere un terriccio drenante, che lasci andare via l’acqua senza problemi per evitare ristagni.

Crea la tua miscela: mescola ad una parte di terriccio universale due parti di fibra di cocco ben inumidita e strizzata, una parte di torba, una di perlite e una di corteccia di pino.

Potatura

La Marble queen non necessita di potature se non per motivi estetici, quando ci sono foglie rovinate, oppure per stimolare la crescita di tanto in tanto.

Generalmente le piace crescere indisturbata e distribuire il suo splendido fogliame in modo pendente o arrampicandosi su dei sostegni.

Problemi comuni

Se noti che gran parte del fogliame sta diventando giallo, probabilmente stai facendo qualcosa di sbagliato.

L’aria secca e l’esposizione alla luce solare diretta possono causare ingiallimento fogliare.

Se noti macchie nere sul fogliame, hai annaffiato troppo.

A parte l’ingiallimento delle foglie, non ci sono molti problemi che puoi incontrare quando si tratta della Marble queen.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.