Sei un Principiante? Ti consiglio Piante economiche e semplici per un budget limitato

Iniziare a prendersi cura delle piante significa anche fare un investimento economico: acquistarle dal vivaista può farci spendere decine d’euro.

Così, capita di spendere molti soldi alla cieca, ossia senza sapere bene nemmeno quale pianta stiamo veramente acquistando o, spesso, acquistandone alcune troppo esigenti per le nostre competenze.

Proprio perché so quanto possa essere difficile scegliere le prime piantine da prendere in casa, proverò a darti qualche consiglio indicandoti alcune piante economiche e semplici per un budget limitato.

Iniziare con il Pothos

Il primo consiglio che mi sento di darti è quello di iniziare con l’acquisto di una bellissima pianta da interni: il pothos.

Questa pianta è di norma abbastanza economica, ma ti dirò di più: può averla addirittura gratis. Ti basterà chiedere una talea, quindi un rametto, a qualcuno che ne abbia già una.

Una volta ottenuta questa piccola talea, ti basterà metterla in un vasetto con dell’acqua in modo che il suo gambo sia immerso. Dopo qualche settimana, spunteranno delle piccole radici.

Insomma, avrai ottenuto una piantina di pothos da un semplice rametto. Ricorda che puoi continuare a coltivare questa pianta semplicemente tenendola in acqua.

Innamorarsi dell’Albero di Giada

Dopo il pothos, un’altra pianta semplice da coltivare e davvero super economica è l’albero di giada (il cui vero nome è Crassula Ovata). La prima volta che ne ho visto uno, in un noto store di arredamento, non ho saputo trattenermi dal comprarlo: il costo parte da pochi euro per una piantina di piccole dimensioni.

Poiché, però, questa pianta ha una crescita abbastanza lenta e graduale, ti consiglio di comprarne una di medie dimensioni.

Oltre a essere economico e semplice da coltivare, si dice che l’albero di giada… porti fortuna! Nella tradizione cinese, infatti, lo si regala a chi sta intraprendendo una nuova attività o un nuovo percorso.

Come nel caso del pothos, anche questa pianta può essere facilmente moltiplicata con un rametto: puoi quindi averla gratis se te ne procuri uno.

Rifarsi gli occhi con la Calancola

Se ti chiedevi quando ti avrei finalmente consigliato una pianta con dei fiorellini, eccoti accontentato: la calancola è la piantina ornamentale ed economica che fa per te.

Anche questa, come il pothos, è una pianta da interni. Tuttavia, nei mesi caldi, puoi tenerla anche all’esterno anche se non alla luce diretta del sole che potrebbe danneggiarla.

Un errore che ho commesso è quello di tenerla in una stanza con una temperatura inferiore ai 10°. Purtroppo, si tratta di una piantina un po’ freddolosa e, sotto questa temperatura, tende a perdere foglie e fiori.

Innamorarsi della Sansevieria

Forse dopo aver acquistato la calancola avevi nostalgia di una classica pianta succulenta dalle foglie grandi? Il momento della sansevieria, anche nota come lingua di suocera, è arrivato.

Rispetto alle altre piante che ti ho elencato, la sansevieria può costare un po’ di più. Ecco perché ti consiglio di comprarne una piccola e, solo dopo aver provato a coltivarla per un po’, acquistarne anche una più grande.

Pur essendo un po’ più cara, acquistare questa pianta è vantaggioso in quanto vive tantissimo e può durare in casa tua per anni e anni!

Di solito, passare a coltivare la sansevieria dopo le piante che ti ho elencato è un rito di passaggio: dopo essertene occupato, puoi passare alla coltivazione di altre piante un po’ più care e più esigenti!


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Gianluca Grimaldi
Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".