5 piante che puoi tenere in balcone senza temere la pioggia!

Piante e pioggia: una combinazione che in molti reputano impossibile!

Spesso, infatti, vediamo le nostre piante in balcone soffrire a causa delle eccessive piogge: alcune, sopraffatte dalla troppa acqua, arrivano addirittura a morire.

In realtà, non esistono piantine di piccole dimensioni (adatte ai balconi) che sopportano intemperie eccessive. Le piogge troppo intense e i temporali violenti hanno il potere di distruggere le piante.

Ci sono, però, alcune piante che tollerano abbastanza bene il clima umido e le pioggerelle dei mesi freddi: si tratta di piante che potete tenere in balcone senza temer troppo per loro quando piove.

Vediamo insieme quali sono, come curarle al meglio e tutte le loro caratteristiche.

Iris

Una pianta famosa per i suoi inconfondibili fiori, caratterizzati da sei petali colorati: si tratta dell’iris.

Resistente al freddo, questa pianta tollera anche le piogge e l’umidità. Non è affatto impossibile coltivarla in balcone o in terrazza, purché abbia una buona esposizione solare.

Un segreto per far crescere l’iris è quello di utilizzare dei rametti di sostegno, detti spesso tutori, che possano sorreggere i suoi fragili steli e aiutarli a sostenere i fiori.

La fioritura si ha in tarda primavera, ma solo se la pianta è in salute e se le temperature si mantengono costanti almeno intorno ai 18 °C.

Di solito, questa pianta vive a lungo senza dare particolari problemi. Importante è tenerlo, però, sempre esposto al pieno sole.

Felce florida

Il suo vero nome è Osmunda regalis, ma tutti la conoscono come felce florida.

Alta circa 1,60 cm, ha inconfondibili fronde di colore verde scuro.

I terreni umidi e acidi sono perfetti per questa pianta: di conseguenza, l’esposizione alle piogge non farà altro che fortificarla.

Ovviamente, però, l’acqua eccessiva può essere comunque un problema: se il terriccio è costantemente bagnato, le radici di questa pianta possono arrivare a marcire.

N.B: la felce florida non sempre si trova in vivaio. Pur essendo quella che tollera meglio l’umidità e le piogge, anche altre felci si adattano bene a questo habitat.

Ossalide

Chiamata anche oxalis, l’ossalide è una pianta dalle caratteristiche foglie simili al trifoglio, ma più grandi e dalle sfumature di colore che possono andare anche nel viola.

Quando è in natura, proprio per proteggersi dalla pioggia, gli steli di questa pianta tendono a crescere piegati verso il basso.

Tenetela sempre all’aperto (non teme il freddo) e concimate nei mesi caldi, quando la pianta tende a crescere.

Ricordate, inoltre, che in inverno le foglie tendono a seccare e il rizoma sotterraneo cade in una sorta di stato di riposo. Non spaventatevi, quindi, se in questo periodo la pianta appare spoglia.

Fittonia

Le sue foglie verdi con striature rosse sono inconfondibili: è la fittonia.

Questa pianta, che generalmente non supera i 30 cm di altezza, ama l’acqua: va solitamente innaffiata sia in estate che in inverno, mentre il concime le va somministrato solo nei mesi caldi.

Anche se, generalmente, questa pianta viene portata in casa nei mesi più freddi, finché le piogge non sono temporalesche riesce comunque a tollerarle.

Rinvasatela in primavera ogni 2-3 anni per garantire alle sue radici spazio sufficiente per crescere. Usate un vaso in terracotta, materiale che riesce a mantenere costante il tasso di umidità del terreno.

Myosotis

Se il nome myosotis non vi dice nulla, sicuramente conosciute quello con cui questa pianta è comunemente chiamata: Nontiscordardime!

Fiorellini piccoli e azzurri sono il segno caratteristico di questa pianta che ama l’umidità. Di conseguenza, sopporta bene la pioggia.

Ricordate di controllare che il terriccio sia sempre umido e staccate i fiori secchi in modo da stimolare una nuova fioritura.

Potete tenerla, inoltre, sia a mezz’ombra sia in pieno sole. Ricordate che è una pianta molto resistente e che cresce ed è rigogliosa in natura senza troppe attenzioni.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".