Le malattie più frequenti della Stella di Natale e come prevenirle

Immagina una notte fredda e buia. Mentre fuori dalla finestra cade la neve, nella tua stanza un vaso con una bellissima pianta sembra quasi riscaldare l’ambiente.

Suggestione, ma anche un po’ di fantasia: sono queste le cose che rendono la Stella di Natale, il cui vero nome è Euphorbia Pulcherrima, la pianta delle festività per eccellenza.

Ma nessuna fantasia o suggestione possono proteggere questa pianta da alcune malattie o problematiche che possono rovinarla. Ecco quali sono le più frequenti e come prevenirle.

Botrite

Macchie grigie con la consistenza di una muffa che coprono le bellissime bratte rosse di questa pianta? Si tratta di botrite.

Questa malattia da fungo si manifesta soprattutto sulle foglie più giovani e, quindi, fragili. Un buon modo per eliminarla è potare le pianta staccando le parti malate e dando modo alle foglie più interne di respirare di più.

Il modo giusto di prevenirla è ridurre l’umidità. Importante, quindi, è non innaffiare eccessivamente la stella di Natale e svuotare frequentemente il sottovaso pieno dell’acqua in eccesso dopo ogni innaffiatura.

Marciume del colletto

Altrettanto frequente purtroppo è il marciume del colletto che può essere causato da diversi funghi, come ad esempio quelli Pythium e Phytophtora.

Notarlo è semplice: la parte che spunta dal terriccio e lega le radici alla chioma inizia a scurirsi e a diventare più molle.

Purtroppo, in questi casi, una volta che la pianta abbia contratto la malattia devi utilizzare un prodotto fungicida per far sì che questa regredisca e che la pianta torni sana.

Fondamentale, però, è la prevenzione che, anche in questo caso, può aversi con innaffiature moderate evitando, così, che il terriccio sia troppo bagnato o fangoso.

Marciume delle radici

Causato dagli stessi funghi o funghi simili a quelli che causano il marciume del colletto, quello delle radici è un fenomeno molto simile ma ancora più subdolo in quanto le radici non sono visibili.

Le radici marce, purtroppo, sono una problematica abbastanza grave che può causare, col tempo, la caduta delle foglie e l’appassimento prematuro della pianta.

Uno dei possibili rimedi consiste nel rinvaso in un terriccio nuovo e asciutto. Inoltre, puoi rimuovere le radici completamente malate e marce con l’aiuto di cesoie ben pulite.

Afide verde

Non si tratta di una malattia, ma di un’infestazione da parassiti che può, col tempo, portare alla caduta delle foglie, ma anche a una maggior probabilità che la pianta sviluppi malattie da fungo: parliamo degli afidi.

Quelli che troviamo con maggior frequenza sulla stella di Natale sono gli afidi verdi, ma anche altre tipologie possono attaccare questa pianta.

Notare l’infestazione non è certo complicato: basta osservare bene foglie, steli e bratte per vedere questi piccoli insettini che spesso si muovono in gruppo e che si nutrono della linfa della pianta.

Per liberarti di questi parassiti puoi utilizzare un prodotto specifico oppure provare a spruzzare sulla chioma della pianta un composto di acqua (500ml) e olio di neem (all’incirca 6-7 gocce) aiutandoti con un vaporizzatore.

In questo video puoi vedere come preparare un prodotto naturale per allontanarli una volta per tutte:

Per prevenire la loro comparsa puoi pulire settimanalmente le foglie della stella di Natale con un batuffolo di cotone imbevuto in un bicchiere con un po’ d’acqua e sapone di Marsiglia. Insomma, un po’ di olio di gomito per far risplendere la tua pianta ed evitare futuri problemi!


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Gianluca Grimaldi
Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".