Ti spiego se e come puoi piantare la tua Stella di Natale in giardino

Con il passare delle festività natalizie un po’ di malinconia ci assale mentre togliamo le decorazioni dalla nostra casa. Tra queste, però, un ruolo particolare ha la Stella di Natale.

Questa pianta, il cui nome botanico è Euphorbia Pulcherrima, non va confusa con una semplice decorazione natalizia essendo, come tutte le piante, un essere vivente: non va quindi trattato come un oggetto usa e getta.

Con le foglie dal colore verde intenso e le bratte, spesso confuse con petali, dai colori rosso fuoco o bianco crema, è diventata negli ultimi decenni un vero e proprio simbolo del Natale. Ma resta una pianta delicata, dalla bellezza particolare e la capacità di riempire di allegria le stanze di casa nostra.

Ma dopo il Natale, è possibile mantenere in vita questa pianta magari piantandola nel nostro giardino? Scopriamolo insieme.

Il problema della temperatura

Diciamo subito che è assolutamente possibile piantare la Stella di Natale nel nostro giardino, a terra, tuttavia questo può avvenire non senza difficoltà.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Innanzitutto, la stella di Natale non può essere piantata subito dopo le feste, ossia a gennaio: le temperature, infatti, sono ancora troppo basse e la pianta morirebbe dopo pochi giorni.

Contrariamente a quanto si possa pensare, infatti, la stella di Natale non ama affatto il freddo.

Quanto attendere?

In una prima fase, cioè nei mesi che vanno da gennaio a marzo, dovrai continuare a tenere la tua stella di Natale in casa, a una temperatura mai inferiore ai 15 °C.

Non sempre è facile mantenerla in vita: tienila in un punto dove la temperatura è abbastanza costante e dove la pianta receva un tasso sufficiente di luce solare indiretta. Tieni il terriccio sempre umido ma senza mai esagerare nelle innaffiature. L’ideale è innaffiare circa una volta la settimana e utilizzando poca acqua.

In questi mesi, la stella di Natale potrebbe anche perdere gran parte o tutte le sue bratte colorate.

Il momento è arrivato!

In pieno marzo, quando le temperature esterne iniziano ad essere superiori ai 13-14 °C, è arrivato il momento di interrare la tua stella di Natale.

Scegli un posto giusto del giardino, dove ci sia una luce solare media abbastanza intensa, assenza di vento eccessivo e non piantare la stella di Natale troppo vicina ad altre piante, mantenendo una distanza di almeno 40-50 cm.

Per metterla in giardino, rimuovila delicatamente dal suo vaso, inumidendo un po’ il terreno per farla scivolar fuori con maggior facilità e interrala in un terriccio leggero, per piante acidofile, mescolato a un po’ di sabbia.

E dopo?

Dopo averla piantata, prenditene cura con particolare attenzione. Ricorda che, con le alte temperature della primavera e dell’estate, questa pianta va innaffiata anche 2-3 volte alla settimana.

Inoltre, non temere se non produce bratte colorate: il periodo della fioritura, quando le bratte tendono ad assumere il caratteristico colore rosso o crema, coincide con l’autunno. Prenditene cura, evitando di esporla a rischi, e tenendo sempre a mente il suo ciclo vitale.

Attenzione: l’anno successivo, sarai costretto a lasciare la pianta a terra anche nel periodo invernale. Per farla sopravvivere, coprila con un telo in nylon quando le temperature sono particolarmente basse.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".