Campanula: coltivazione e cura

Le campanule sono i fiori per eccellenza per abbellire il giardino di campagna.

Il suo nome specifico campanula in latino significa “campanella”, per la forma dei suoi fiori che ricorda una campanellina, appunto.

Le campanule sono famose per il loro aspetto allegro e i loro fiori di colori intensi dal viola al rosa.

Questi fiori perenni sono originari di regioni che hanno notti fresche e temperature miti di giorno, queste sono le condizioni ideali per la crescita delle campanule.

I fiori di Campanula fioriscono prevalentemente da giugno a luglio, tuttavia alcune specie possono fiorire fino a ottobre.

Caratteristiche

Vediamo insieme le caratteristiche della campanula, questo bellissimo fiore perenne, a partire dalle varietà che conosciamo.

Varietà

I fiori di campanula sono disponibili in oltre 300 varietà annuali, biennali e perenni, che hanno diverse tonalità di colore e diverse dimensioni.

Ogni variante, però, condivide la stessa caratteristica, ovvero la forma del fiore. Questi fiori hanno sfumature dal bianco al rosa, dal lavanda all’azzurro.

Le varietà più popolari sono:

  • Campanula lactiflora ‘Prichard’s Variety’: è una perenne con una stupenda fioritura. Il suo fiore è blu-violetto e il suo periodo di fioritura è da giugno ad agosto. Raggiunge un’altezza massima di 50-60 centimetri.
  • Campanula nana: le varianti nane sono le campanule perfette per abbellire il giardino o per la coltivazione in vaso, poiché crescono in spazi più piccoli.
  • Campanula glomerata ‘Freya’: è una perenne, con una ricchissima fioritura a grappoli. Ha fiori blu-viola e il suo periodo di fioritura è da maggio a luglio. Raggiunge un’altezza di 20-25 centimetri.
  • Campanula persicifolia ‘Alba’: è una perenne sempreverde, ha steli ricchi di fiori che sono di colore bianco. Il suo periodo di fioritura è da giugno a luglio.
  • Campanula carpatica: è una perenne con foglie verde chiaro. Il fiore è blu chiaro, ma possiamo trovarlo anche bianco. Il suo periodo di fioritura è da giugno ad agosto.

Esposizione

Le campanule crescono bene con tanta luce. Quando si coltivano piante di campanula al chiuso, la pianta potrebbe soffrirne.

Questo soprattutto durante i mesi invernali, poiché in questo periodo queste piante richiedono più luce di quella che passa dalla tua finestra.

Quindi è sempre consigliabile coltivarle all’aperto.

Fioritura

La campanula fiorisce più intensamente a giugno e luglio, ma continua a fiorire fino a ottobre in alcune aree e con le giuste condizioni.

Per le varietà con fiore un po’ più grande, la potatura farà durare la fioritura più a lungo.

Ad esempio, la campanula carpatica e la campanula lactiflora possono essere tagliate di un terzo dopo la fioritura per favorire una rifioritura.

Dopo la stagione della fioritura, potrebbe essere utile rimuovere i vecchi steli dei fiori fino alle foglie alla base della pianta.

Coltivazione e cura

La coltivazione e la cura della campanula richiede poche attenzioni che, se seguirai con costanza, ti daranno tante soddisfazioni. Vediamo insieme come coltivarla nel modo giusto.

Terreno

La campanula non è molto esigente quando si tratta di terreno. Il terreno giusto per la coltivazione della campanula può essere anche un terriccio universale per giardino.

Anche se la maggior parte delle varietà preferisce un terreno drenante, ovvero un terreno non troppo pesante che faccia scorrere via bene l’acqua di troppo.

Puoi aggiungere della perlite o dei lapilli al terreno comune, per rendere la tua miscela drenante.

Quando innaffiare

Ma quando e quanto innaffiare la tua pianta di campanula?

Se stai coltivando questa pianta in giardino, lascia che l’acqua piovana faccia il suo lavoro, dando acqua solo in periodi con poche piogge.

Se stai coltivando la campanula in vaso, tieni presente che il terreno dovrebbe essere umido con annaffiature regolari, senza diventare mai troppo zuppo.

Prova ad utilizzare acqua filtrata a temperatura ambiente. Se hai solo acqua del rubinetto a tua disposizione, lasciala a riposo nell’annaffiatoio per una notte prima di usarla.

Questo aiuterà a rimuovere il maggior numero possibile di sostanze chimiche dall’acqua.

Concime

Per avere risultati migliori durante il periodo di crescita e fioritura, puoi nutrire la tua pianta di campanula con un fertilizzante liquido per piante da fiore ogni 10-15 giorni circa.

Il fertilizzante liquido deve essere diluito con dell’acqua nei mesi invernali mentre, quando arriva la primavera, puoi usarlo anche puro. Ma guarda sempre le istruzioni sulla confezione.

Considera che, come la maggior parte delle piante da fiore, la campanula prende già dal terreno i nutrienti di cui ha bisogno per fiorire.

Quindi solo dopo uno o due anni (vale soprattutto per la campanula in vaso) è preferibile dare del fertilizzante per piante da fiore, sempre in primavera.

Questo perché dopo qualche anno, i nutrienti del terreno saranno stati tutti utilizzati dalla pianta per crescere.

L’aggiunta di fertilizzante aumenterà la fioritura con il passare degli anni.

Potatura

Per favorire una nuova crescita, puoi potare la pianta di campanula quando è necessario.

Di solito la potatura dovrebbe essere fatta quando i fiori sono morti ed è un procedimento utile per le varietà a fiore più grande.

Per ottenere buoni risultati, puoi potare le piante di campanula a circa tre centimetri sopra il terreno. Questo garantirà alla pianta una vita lunga e sana.

Moltiplicazione

Le piante di campanula vengono coltivate dal seme. Possono essere seminati direttamente nel tuo giardino fiorito oppure puoi seminare in casa e poi trapiantare le nuove piantine in seguito in giardino.

Se pianti i semi all’aperto, semina la campanula dopo che il terreno ha iniziato a riscaldarsi in primavera.

Semina all’inizio della stagione e copri leggermente con del terriccio fresco. Lascia tra i semi uno spazio di circa 10-15 centimetri.

Malattie e parassiti

Anche se è abbastanza resistente, la campanula è piuttosto sensibile agli attacchi dei parassiti. I parassiti tipici sono l’acaro rosso, i bruchi e le lumache.

Una crescita distorta o delle foglie ingiallite possono essere il segno di un’infestazione da afidi. Se sono presenti afidi, spruzzali con sapone insetticida.

Le tracce gelatinose e i buchi irregolari sulle foglie indicano la presenza delle lumache.

Quando viene coltivata nel modo giusto, la campanula raramente si ammala. Tuttavia, possono avere malattie da ruggine o malattie da marciume.

La ruggine appare con piccole macchie bruno-rossastre o arancioni sulla parte inferiore delle foglie. Rimuovi le foglie infette.

Se le piante diventano nere o scure alla base allora si tratta di marciume, i funghi che vivono nel terreno potrebbero essere la causa.

Assicurati che il terreno sia ben drenato ed evita di annaffiare troppo. Pulisci e rimuovi tutte le parti colpite della campanula.

Significato

Il significato dato alla campanula è abbastanza ambiguo. Questo perché ha due significati che sono contrapposti e totalmente diversi tra loro.

Da un lato, la campanula rappresenta la gratitudine, l’umiltà e l’amore eterno, ma anche la speranza e la perseveranza perché è una pianta rustica che cresce dove altre piante non lo farebbero.

Dall’altro lato, è anche associata alla morte ed è, per questo, soprannominata “la campana dei morti”.

Alcune leggende raccontano che se senti il tintinnio di una campanula, devi interpretarlo come un presagio di morte.

Curiosità

Questi fiori sono associati ad alcune leggende e la più famosa è la storia di Venere.

Venere, la dea dell’amore e della bellezza, era vanitosa e bella. Aveva uno specchio in cui, chiunque si specchiasse, appariva bello.

Un giorno Venere perse il suo specchio e un pastorello lo trovò. Iniziò a guardarsi allo specchio e, vedendosi bellissimo, decise di tenere quello specchio per sé.

La bellissima dea chiamò subito Cupido per aiutarla a ritrovare il suo specchio. Cupido trovò il pastorello e gli chiese di restituire lo specchio.

Ma era troppo tardi: il pastorello era sotto l’incantesimo degli specchi e non poteva restituirlo.

Così Cupido colpì la mano del pastore con una freccia per fargli rilasciare lo specchio che cadde a terra e si ruppe in piccoli pezzi.

Ovunque i suoi piccoli pezzi cadessero, cominciarono a crescere bellissime campanule.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.