Mi sono imbattuto nell’Erba dell’Amore e l’ho trovata perfetta per le mie aiuole per queste sue caratteristiche

Si racconta che la dea Afrodite adorasse adornare i suoi giardini privati sul monte Olimpo con la sua erba prediletta, l’erba dell’amore.

Si tratta di una meravigliosa graminacea ornamentale dal candido colore rosa che dà il meglio di sé in autunno.

È la Muhlenbergia capillaris, una pianta in realtà originaria degli Stati Uniti, in particolare della Florida, dove cresce spontanea.

È anche conosciuta come nebbia regale, erba dei capelli, erba rosa.

Conoscerne le caratteristiche ti consentirà di averne cura e di coltivarla nel tuo giardino.

Caratteristiche

Si tratta di un’erba perenne capace di raggiungere oltre un metro un metro di altezza, con foglie che germogliano in autunno lineari, piatte, filamentose, di colore verde.

Appartenente alla famiglia delle Poaceae, alla quale appartengono le più conosciute cortaderia o erba della pampas ed il miscanto.

La crescita è rapida e la sua natura ornamentale è assicurata.

Esposizione

L’erba dell’amore apprezza particolarmente le esposizioni soleggiate, quelle in pieno sole del tuo giardino o delle tue aiuole.

Fiorisce bene solo se riceve almeno 6 ore di sole intenso al giorno.

Fioritura

Giunti alla fine dell’estate l’erba dell’amore si prepara per lo spettacolo più bello, la fioritura.

I fiori sbocciano su steli eretti, manifestandosi in una pannocchia ramificata.

I fiori sono tipicamente rosa-violacei, dall’aspetto delicato.

Coltivazione e cura

Si tratta di una pianta rustica, di facile coltivazione per un giardino che vuole ospitare piante dall’aspetto unico e scenografico, da coltivare sia in vaso che in piena terra.

La sua tolleranza la rende praticamente adatta ad ogni tipo di coltivazione.

Irrigazione

Partiamo dal presupposto che si tratta di una pianta particolarmente resistente alla siccità quindi si accontenta anche dell’acqua fornita dalla pioggia, se tenuta in piena terra.

Può essere necessario irrigare attivamente durante i mesi estivi, solo quando il terriccio è asciutto.

Terreno

Per questa pianta il terreno deve avere proprietà altamente drenanti, fertile, ricco di sostanze organiche.

È sempre meglio fornirle un tipo di terriccio misto a sabbia, quello tipico per le piante grasse.

Se in vaso, la formula ideale è del terriccio universale misto ad un 10% di materiale drenante come perlite o pomice. Il pH ideale deve essere leggermente acido.

Potatura

L’erba dell’amore non necessita di potature se non di natura ornamentale o per pulizia.

Alla fine del ciclo vegetativo puoi tagliare la parte aerea secca tanto rispunterà in primavera.

Concimazione

In fatto di concime, puoi limitarti a fornire un concime granulare completo a lenta cessione.

Sarà sufficiente per una pianta come questa, che non ha bisogno di gran che per fiorire e prosperare.

Moltiplicazione

La Muhlenbergia capillaris si propaga in primavera per divisione.

Dovrai estrarre la parte interrata e dividere in porzioni gli stoloni. Noterai che ciascuno ha già un apparato fogliare o radicale.

Potrai far radicare ciascuna parte autonomamente prima in un luogo riparato e fresco in una miscela di torba e sabbia e solo dopo invasare l’esemplare ottenuto, quando la radice sarà robusta.

Parassiti e malattie

Questa specie è molto rustica e difficilmente è soggetta ad attacchi di parassiti ed agenti patogeni se non dal marciume radicale, causato da irrigazioni eccessiva, provocando la pianta lì dov’è più suscettibile.

I parassiti però possono rappresentare una piaga per una pianta così bella.

 Il ragnetto rosso causa una forte decolorazione delle foglie ed il loro disseccamento.

Quando innaffiare l’erbe dell’amore?

Partiamo dal presupposto che si tratta di una pianta particolarmente resistente alla siccità quindi si accontenta anche dell’acqua fornita dalla pioggia, se tenuta in piena terra.
Può essere necessario irrigare attivamente durante i mesi estivi, solo quando il terriccio è asciutto.

Che tipo di esposizione preferisce l’erbe dell’amore?

L’erba dell’amore apprezza particolarmente le esposizioni soleggiate, quelle in pieno sole del tuo giardino  o delle tue aiuole.
Fiorisce bene solo se riceve almeno 6 ore di sole intenso al giorno.

L’erba dell’amore va concimata?

In fatto di concime, puoi limitarti a fornire un concime granulare completo a lenta cessione.
Sarà sufficiente per una pianta come questa, che non ha bisogno di gran che per fiorire e prosperare.

Quando fiorisce l’erba dell’amore?

Giunti alla fine dell’estate l’erba dell’amore si prepara per lo spettacolo più bello, la fioritura.
I fiori sbocciano su steli eretti, manifestandosi in una pannocchia ramificata.
I fiori sono tipicamente rosa-violacei, dall’aspetto delicato.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.