Ragnetto rosso: come identificarlo ed eliminarlo definitivamente

I ragnetti rossi possono essere una piaga per le nostre piante. Quando una pianta viene infettata da ragnetti rossi, tutte le piante in vaso sono a rischio.

A volte, l’unica risorsa è scartare le piante infette. Se devi scartare una pianta infetta, non metterla nel compost. Il modo migliore per smaltire la pianta è metterla in un sacchetto della spazzatura.

Ma qualcosa c’è che puoi fare quando scopri i ragnetti rossi nel tuo giardino.

Scopriamo insieme come identificare i ragnetti rossi e come eliminarli definitivamente!

Identificare un’infestazione da ragnetto rosso

I ragnetti rossi sono piccoli, più piccoli della testa di uno spillo, quindi è difficile vederli.

Per capire se una pianta è infestata, tieni un semplice foglio di carta bianco sotto o vicino alla pianta e picchietta sul fogliame più volte.

Esamina la carta per vedere se ci sono piccoli ragnetti: possono variare di colore dal rosso al marrone chiaro, giallo o verde.

I segni dell’infestazione da ragnetto rosso sono foglie puntinate di bianco o delle foglie che hanno un colore sbiadito, marrone o grigiastro.

Le piante gravemente infestate sono ricoperte da segni bianchi in particolare all’intersezione dei rami oppure sulle foglie appaiono parti secche e marroni.

Come combattere i ragnetti rossi

Come la maggior parte dei parassiti delle piante, hai molte più possibilità di eliminare i ragnetti se li scopri prima che scoppi un’infestazione.

Più ragnetti ci sono, più c’è la probabilità che ci siano uova e più è difficile controllarli.

La prima linea di difesa con quasi tutti i problemi di insetti è spruzzare la pianta con un forte getto d’acqua da un tubo da giardino per lavare via il maggior numero possibile di insetti.

Assicurati di spruzzare la parte inferiore delle foglie e le cime. Ripeti frequentemente il trattamento di risciacquo per assicurarti che i ragnetti non risalgano sulle piante.

Poi puoi usare un insetticida per uccidere gli insetti rimasti.

Il sapone insetticida è una soluzione migliore ad un pesticida perché va meglio anche per il giardinaggio biologico.

Dopo aver usato il sapone insetticida, prova l’olio di neem o una miscela di olio di neem e acqua.

Tieni presente che se stai spruzzando delle piante all’aperto con saponi e olio per l’orticoltura per controllare i parassiti, puoi farlo solo quando le temperature sono più fresche, altrimenti se fa troppo caldo puoi danneggiare le piante.

Sii costante

È probabile che dovrai continuare a spruzzare la tua pianta infestata da ragnetti rossi ogni settimana circa per interrompere il ciclo di schiusa delle uova.

Inoltre, assicurati di spruzzare sia il terreno che l’intera pianta.

Puoi combattere i ragnetti rossi durante l’inverno e potare drasticamente le piante solo in primavera, quindi spostare la pianta all’aperto per l’estate.

Come prevenire i ragnetti rossi

La prevenzione è sempre l’opzione migliore, soprattutto quando si tratta di parassiti delle piante.

Prima di prendere qualsiasi pianta, cerca i segni di infestazioni da ragnetto sulle foglie o sugli steli.

I ragnetti rossi amano le condizioni asciutte e polverose, quindi mantieni le tue piante idratate con una buona quantità di umidità.

Queste condizioni sono inospitali per i ragnetti rossi.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.