Scegli l’Iberis per avere il tuo giardino pieno di cuscini floreali e curalo così

L’iberis nella sua varietà sempervirens, è una pianta ornamentale originaria dell’Europa, che incanta chi la coltiva per la particolare forma dei suoi fiori, di un bianco quasi spiazzante.

La sua crescita cespugliosa e la sua particolare tenacia nell’affrontare anche il sole diretto primaverile la rende una pianta perfetta per giardini rocciosi.

I cuscini di fiorellini bianchi si elevano dal cespuglio sottostante e attirano tanti insetti impollinatori.

Vediamo insieme in che modo curare l’iberis nei nostri giardini.

Caratteristiche

Questa erbacea annuale produce steli eretti da cui spuntano foglie sottili. Completamente cresciuta, questa pianta raggiunge circa 30 cm di altezza e larghezza.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Varietà

  • Iberis amara, è una pianta annuale a crescita rapida con piccole foglie verdi a forma di lancia e produce grappoli di fiori bianchi, rosa o lavanda dall’inizio della primavera all’estate;
  • Iberis gibraltarica, piante perenni e cespugliose che producono grappoli di fiori bianchi rosati o rossi durante l’estate;
  • Iberis pruitii, piante perenni di breve durata che hanno foglie leggermente carnose, che formano rosette e producono grappoli stretti di fiori di colore da bianco a viola chiaro in estate;
  • Iberis umbellata, piante annuali con fiori colorati e profumati nei toni del rosso, bianco, rosa o viola in tarda primavera e all’inizio dell’estate.

Esposizione

L’iberis durante la sua fase di fioritura richiede un’esposizione in cui possa godere della luce diretta del sole.

Assicurati che abbia almeno 6 ore di luce diretta. Durante il periodo estivo devi però fare in modo di proteggerla dai raggi cocenti, decisamente più caldi di quelli primaverili.

Una buona soluzione sarebbe darle una posizione esposta ad est così che possa godere dei raggi diretti ma non violenti del mattino.

Fioritura

La maggior parte delle varietà dell’iberis sorprendono con le belle fioriture a partire dalla primavera, prolungandosi per tutto il periodo estivo.

L’iberis sempervirens produce piccoli fiorellini bianchi che tendono a raggrupparsi ed a formare veri e propri cuscini candidi, di un bianco accecante.

Coltivazione e cura

Le piante di iberis da giardino crescono rapidamente e raggiungono dimensioni cespugliose. La loro coltivazione semplice, da pianta resistente, le rende particolarmente adatte anche per i giardini rocciosi o le aiuole.

Quando innaffiare

Anche se moderatamente resistenti al terriccio secco, assicurati di innaffiare regolarmente così da non indurre in sofferenza la pianta nei mesi più caldi.

Innaffia almeno una volta a settimana durante il periodo estivo ma riduci le innaffiature durante quello invernale poiché la pianta è suscettibile al marciume.

Terriccio

L’iberis può prosperare in vari tipi di terreno, con componenti grossolani, sabbia, dalla capacità drenante, molto utile per non provocare marciume radicale.

Questa pianta preferisce un pH che va da neutro ad alcalino, moderatamente ricco di sostanze nutritive.

Potatura

Per mantenere l’iberis in ordine e dare al cespuglio la forma che più ti piace puoi potare fino ad un terzo del fogliame, ma dopo la fioritura.

Pota inoltre gli steli che stanno diventando troppo legnosi. In questo modo si genererà una nuova crescita fresca.

Concimazione

Fertilizzare l’iberis non è necessario ma può aiutare a garantire abbondanti fioriture.

Un fertilizzante a lento rilascio aiuterà la pianta a nutrirsi, soprattutto se applicato all’inizio della primavera. Scegli una miscela a basso contenuto di azoto e fosforo per ottenere i migliori risultati.

Moltiplicazione

La propagazione può essere fatta attraverso la divisione dei vari ceppi radicali.

Il periodo ideale è quello autunnale. Non devi fare altro che tirar fuori dalla terra la pianta matura e dividere l’apparato in più parti, assicurandoti di far corrispondere ad ogni ceppo un ciuffo fogliare.

Parassiti e malattie

Questa pianta è generalmente poco avvezza ad attirare parassiti, anche quelli più comuni.

È particolarmente suscettibile al marciume radicale, qualora le innaffiature non siano fatte in modo corretto, o il terriccio sia troppo argilloso e poco drenante.

Quanto dura la fioritura dell’iberis?

La maggior parte delle varietà dell’iberis sorprendono con le belle fioriture a partire dalla primavera, prolungandosi per tutto il periodo estivo.

Come moltiplicare l’iberis?

La propagazione può essere fatta attraverso la divisione dei vari ceppi radicali.
Il periodo ideale è quello autunnale. Non devi fare altro che tirar fuori dalla terra la pianta matura e dividere l’apparato in più parti, assicurandoti di far corrispondere ad ogni ceppo un ciuffo fogliare.

Che tipo di pianta è l’iberis?

L’ iberis nella sua varietà sempervirens, è una pianta ornamentale originaria dell’Europa.
Questa erbacea annuale produce steli eretti da cui spuntano foglie sottili. Completamente cresciuta, questa pianta a forma di arbusto raggiunge circa 30 cm di altezza e larghezza.

Dove posizione l’iberis?

L’iberis durante la sua fase di fioritura richiede un’esposizione in cui possa godere della luce diretta del sole.
Assicurati che abbia almeno 6 ore di luce diretta. Durante il periodo estivo devi però fare in modo di proteggerla dai raggi cocenti, decisamente più caldi di quelli primaverili.

L’iberis ha bisogno di potatura?

Per mantenere l’iberis in ordine e dare al cespuglio la forma che più ti piace puoi potare fino ad un terzo del fogliame, ma dopo la fioritura.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.