Ti presento la Peonia Lactiflora denominata Coppa della bellezza

La peonia lactiflora ha una cultivar di particolare bellezza ed è la Bowl of Beauty o Coppa della bellezza.

Ha fiori ad anemone enormi, molto appariscenti e delicatamente profumati, con petali esterni rosa intenso che contengono come una coppa tantissimi piccoli petaloidi sottili, color bianco avorio.

Insomma, si tratta di una pianta dalla fioritura meravigliosa.

Ma vediamo subito come curare questa varietà di peonia nel modo giusto!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche della peonia lactiflora, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

La varietà Bowl of beauty è una cultivar della Paeonia lactiflora, ibridata da Hoogendoorn nel 1949.

La differenza rispetto alla classica peonia è nella forma del fiore a coppa da cui trae il nome.

Esposizione

Il grado di esposizione richiesto dalla peonia Bowl of Beauty è al sole pieno, ma può tollerare una posizione a mezz’ombra

Proteggila dal vento troppo forte piantandola in posizioni riparate.

Fioritura

La peonia Bowl of Beauty produce fiori con un diametro di circa 15-20 cm.

Questa varietà di peonia deriva il suo nome dal fatto che i suoi petali esterni rosa formano una coppa (bowl, appunto) che contiene al suo interno sottili petaloidi bianco-avorio.

Questo tipo di peonia fiorisce a maggio e rispetto alle altre tipologie di peonia che hanno una fioritura molto breve, quella della bowl of beauty si protrae oltre il tempo medio.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno la peonia lactiflora per crescere sana e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Le peonie possono adattarsi a molte tipologie di terreno purché sia fertile e drenante.

Se il terreno è argilloso modificalo con del compost e della sabbia per alleggerirlo. Quando aggiungi ammendanti al terreno, assicurati di mescolarli in profondità.

Le peonie preferiscono un pH del terreno neutro ma tollereranno una leggera acidità.

Quando innaffiare

Le piante giovani dovrebbero essere annaffiate quotidianamente per un paio di settimane.

Successivamente, a seconda del tempo e del tipo di terreno, l’irrigazione può essere regolata secondo una frequenza minore.

I terreni argillosi trattengono l’umidità più a lungo dei terreni sabbiosi, quindi regola l’innaffiatura anche in base al terreno del tuo giardino.

Se le piogge sono regolari non c’è bisogno di innaffiature extra, soprattutto perché le peonie non tollerano i ristagni d’acqua. Tuttavia, nelle stagioni calde e torride è necessario innaffiare per evitare che la pianta si secchi.

Concime

Incorpora il fertilizzante nel terreno quando pianti le nuove piante.

Le piante mature invece dovrebbero essere concimate all’inizio della primavera, poi di nuovo a metà della stagione di crescita.

Evita di applicare il fertilizzante verso la fine della stagione di crescita poiché ciò stimola una nuova crescita che non resisterebbe al freddo invernale.

I fertilizzanti sono disponibili in molte forme: granulari, a lento rilascio, liquidi, organici o sintetici.

Determina quale metodo di applicazione è il migliore per la situazione e seleziona un prodotto adatto a supportare la crescita dei fiori (ad esempio un concime che abbia un valore NPK di 5-10-5).

Potatura

A seconda dell’abitudine di fioritura, taglia singolarmente i fiori appassiti o attendi fino al termine del periodo di fioritura e rimuovi l’intero gambo del fiore fino alla base della pianta.

La rimozione dei vecchi steli di fiori mantiene l’energia della pianta concentrata sulla crescita vigorosa invece che sulla produzione di semi.

Il fogliame può essere potato liberamente durante la stagione per rimuovere le foglie danneggiate o scolorite o per mantenere le dimensioni della pianta.

Non potare le piante dall’autunno in poi poiché la potatura stimola una nuova crescita tenera che verrà danneggiata facilmente quando arrivano le prime gelate.

Moltiplicazione

Le peonie si moltiplicano al meglio per divisione: scavando e dividendo i ciuffi di radici rizomatose.

In autunno, usa le cesoie per tagliare i gambi della pianta a pochi centimetri dal livello del suolo, quindi scava con cura l’intera pianta. Usa cesoie affilate per dividere la zolla in sezioni, ciascuna con da tre a cinque rizomi.

Ripianta le divisioni nelle posizioni desiderate, assicurandoti che i rizomi siano piantati a non più di 4-5 cm di profondità.

Sii paziente, perché una divisione della radice può richiedere tre anni o anche di più per svilupparsi in una pianta da fiore matura.

Malattie e parassiti

Le peonie possono essere attaccate da diverse malattie e parassiti comuni. La botrite (Botrytis cinerea) è un fungo che provoca la muffa grigia e colpisce fiori, steli e foglie delle peonie, causando marciume e deperimento.

Un’altra malattia che può colpire la peonia è l’antracnosi che può causare macchie irregolari sulle foglie delle peonie e indebolire la pianta.

Tra i parassiti troviamo afidi, tripidi e nematodi del bulbo, dei vermi che attaccano i bulbi delle piante.

Per proteggere le peonie da queste malattie e parassiti, è essenziale adottare buone pratiche di cura, come la potatura delle parti danneggiate, l’irrigazione adeguata, la pulizia dell’area circostante e l’uso di pesticidi e fungicidi appropriati solo quando necessario.

Significato

Il fiore della peonia è ampiamente utilizzato per la sua abbondanza di petali; simboleggia la felicità, il romanticismo, la timidezza, ma soprattutto il matrimonio felice, la prosperità, la fortuna e la ricchezza.

Sono questi significati, insieme alla bellezza naturale della peonia, che rendono il fiore una scelta estremamente popolare nei bouquet da sposa.

In che periodo fioriscono le peonie?

Questo tipo di peonia fiorisce a maggio e rispetto alle altre tipologie di peonia che hanno una fioritura molto breve, quella della bowl of beauty si protrae oltre il tempo medio.

Dove va posizionata la peonia?

Posiziona la peonia in giardino dove riceva sole pieno, ma considera che può tollerare anche una posizione a mezz’ombra
Proteggila dal vento troppo forte piantandola in posizioni riparate.

Che significato ha il fiore della peonia?

Il fiore della peonia è ampiamente utilizzato per la sua abbondanza di petali; simboleggia la felicità, il romanticismo, la timidezza, ma soprattutto il matrimonio felice, la prosperità, la fortuna e la ricchezza.

Quante volte all’anno fioriscono le peonie?

Le peonie fioriscono solo una volta all’anno nel periodo di maggio e la loro fioritura dura pochissime settimane.

Quanta acqua dare alle peonie?

Se le piogge sono regolari non c’è bisogno di innaffiature extra, soprattutto perché le peonie non tollerano i ristagni d’acqua. Tuttavia, nelle stagioni calde e torride è necessario innaffiare per evitare che la pianta si secchi.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.