Tutto quello che devi sapere sul Rododendro

Se cerchi una pianta grande adatta ad essere il fulcro del tuo giardino, i Rododendri fanno al caso tuo.

I rododendri producono spettacolari grappoli di fiori a forma di campana rosa o viola insieme a foglie lunghe, spesse e sempreverdi che cattureranno sicuramente l’attenzione di qualsiasi osservatore.

Queste bellissime piante possono raggiungere anche altezze simili ad alberi a seconda della quantità di luce solare ricevuta.

Essendo resistenti al freddo con le loro foglie sempreverdi, queste piante possono fiorire anche a fine inverno. Vediamo insieme come curare il Rododendro!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche del Rododendro, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Varietà

I rododendri costituiscono una delle più grandi classi botaniche di piante da fiore. Esistono circa 1000 specie di rododendri, che vanno dai piccoli arbusti agli alberi ad alto fusto.

Esistono tre tipi principali di rododendri:

  • Arbusti sempreverdi: sono i rododendri che sono più piccoli degli alberi e fioriscono tutto l’anno. Forniscono vegetazione tutto l’anno al paesaggio.
  • Arbusti decidui: sono rododendri più piccoli che perdono le foglie due volte all’anno, una in autunno e poi in inverno.
  • Alberi sempreverdi: sono i rododendri che crescono alti per diventare alberi. Sono verdi tutto l’anno e non perdono le foglie come arbusti decidui.

Il genere Rhododendron comprende sia rododendri che azalee. Tuttavia, le azalee non sono sempreverdi come i rododendri. I rododendri hanno il vantaggio di produrre foglie verdi lussureggianti e fiori dai colori vivaci tutto l’anno.

Esposizione

I rododendri prosperano meglio in ombra parziale o in pieno sole. La quantità di sole che riceve questa pianta può cambiare il suo aspetto: con più ombra, questi arbusti assumono un aspetto più simile ad un albero.

Se vuoi che il tuo rododendro rimanga più compatto e simile ad un arbusto, puoi tenerlo in un luogo più soleggiato.

Questa pianta ama naturalmente temperature più umide e moderate. È abbastanza resistente al freddo e l’unico momento in cui il gelo può essere un problema è nella tarda primavera, se la pianta in fiore viene colpita da un freddo inaspettato.

Fioritura

I rododendri possono essere trovati in colori straordinariamente belli e vivaci. Esistono circa 1000 specie di rododendri.

Questi fiori sbocciano durante i mesi più freddi, dal tardo inverno all’inizio dell’estate. Sono le specie di fiori sempreverdi ideali per un paesaggio invernale.

Anche i mesi di marzo, aprile e maggio sono periodi di alta stagione per i rododendri. Tuttavia, alcune specie possono fiorire già a gennaio mentre alcune possono fiorire fino ad agosto, a seconda del clima.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno il Rododendro per crescere sano e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Per una pianta dall’aspetto ricco, i rododendri amano terreni a basso contenuto di nutrienti.

Preferiscono un terreno acido e se il tuo terreno non rispetta questo valore, puoi aggiungere elementi come fertilizzanti acidificanti per mantenere felice il tuo rododendro.

Quando innaffiare

Il rododendro è una pianta molto rustica che può sopravvivere in terreni più asciutti, ma preferisce essere ben irrigata.

Questa pianta preferisce il terreno umido e apprezza un’innaffiatura costante, in particolare mentre si sta stabilizzando.

Per aiutare a mantenere umida la maggior parte del terreno, prova ad aggiungere del pacciame per aiutare a trattenere l’umidità.

Sebbene i rododendri amino l’acqua, assicurati di avere un terreno drenante per evitare problemi come il marciume radicale.

Concime

Poiché i rododendri prosperano in terreni a basso contenuto di nutrienti, queste piante non hanno bisogno di essere fertilizzate spesso.

In effetti, troppo fertilizzante può effettivamente danneggiarli.

Tuttavia, possono apprezzare i nutrienti extra mentre fioriscono in primavera, rendendolo un buon momento per concimare. Assicurati di dare loro un fertilizzante fatto per piante acidofile.

Potatura

I rododendri sono facili da curare e richiedono pochissima potatura.

Rimuovi semplicemente i fiori morti o appassiti per mantenerlo sano e bello. Puoi anche potare questa pianta per mantenerla in una forma più compatta rispetto ad un aspetto più simile ad un albero.

Moltiplicazione

Propagare il tuo rododendro è facile e può essere fatto con talee o semi.

Per la moltiplicazione con talee:

  1. Pulisci un paio di forbici affilate, taglia uno stelo nella parte più tenera.
  2. Su ciascun lato dello stelo, taglia via un po’ di corteccia. Consentirà alla pianta di creare radici più facilmente.
  3. Successivamente, immergi l’estremità del taglio nell’ormone radicante e posizionala in un terreno umido.

Moltiplicazione per seme:

  1. Cospargi i semi su una miscela di sfagno e perlite.
  2. Metti un sacchetto di plastica sopra il vaso per mantenerli umidi. Usa bastoncini per evitare che la busta soffochi le piantine.
  3. Monitora i tuoi semi, ruotandoli di tanto in tanto in modo che possano ricevere anche quantità di sole su ciascun lato. Assicurati di tenerli lontani dal sole diretto.
  4. Una volta che hanno foglie adulte, puoi rimuovere gradualmente il sacchetto e goderti la tua nuova piccola pianta.

Malattie e parassiti

Tra le malattie più comuni che colpiscono i rododendri troviamo:

  • Clorosi: la clorosi, una carenza di ferro, è comune nei rododendri e fa sì che le foglie virino da un ricco verde scuro a un verde chiaro o addirittura giallo. Nuove foglie possono anche nascere completamente gialle. La clorosi diventa un problema quando il pH del suolo è 7,0 o superiore. Modifica il terreno con zolfo e fornisci un fertilizzante a base di ferro per correggere il problema.
  • Malattia fungina: molti funghi diversi causano una malattia fungina. Le foglie e la parte terminale dei rami appassiscono e alla fine muoiono. Il terreno infetto, le forti piogge e gli schizzi d’acqua diffondono i funghi che attaccano le aree deboli. Taglia tutte le aree infette e smaltiscile. Spruzza un fungicida al solfato di rame dopo la fioritura e ripeti almeno altre due volte a intervalli di due settimane.
  • Danno invernale: i rododendri che sono esposti ad un inverno molto secco possono subire ustioni invernali. Le foglie si arricciano per proteggere la perdita di umidità e alla fine moriranno. Proteggi i rododendri piantandoli in un’area protetta e aggiungi del pacciame.

Significato

Il nome Rododendro deriva dalle parole greche rodon che significa rosa e dendron che significa albero.

Quindi, Rododendro significa albero di rose. Appartengono alla famiglia botanica Ericacea e al genere Rhododendron.

Dove posizionare il rododendro?

Posiziona il rododendro dove sia raggiunto da abbastanza luce del sole ma che non sia luce diretta. Assicura un luogo come un porticato dove è presente luce diffusa.

In quale ambiente vive il rododendro?

Il rododendro è originario dell’Eurasia e dell’America. In Italia la varietà spontanea di Rododendro è frequente sui terreni dolomitici, dunque nasce sulle nostre montagne ad altitudini tra il piano montano e quello cacuminale.

Come tenere il rododendro in vaso?

Per coltivare il rododendro in vaso coltivalo in un terreno per acidofile e metti la pianta in una posizione soleggiata ma riparata dai raggi diretti più forti. Non è necessario aggiungere del concime soprattutto se vuoi tenere la pianta di dimensioni contenute.

Quanto dura la fioritura del rododendro?

La durata della fioritura dei rododendri dipende dalla varietà ma in genere il rododendro fiorisce dalla fine dell’inverno fino ai primi mesi dell’estate.

Qual è la differenza tra Azalea e Rododendro?

Il genere Rhododendron comprende sia rododendri che azalee. In genere i rododendri crescono più grandi (alberi o grandi cespugli) mentre le azalee sono coltivate più come piante da vaso. Per evitare di confondersi, il rododendro ha 10 stami all’interno del fiore mentre l’azalea ne ha generalmente meno di 10.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.