Avrai una Salvia folta e piena di foglie con questi 5 accorgimenti

La coltivazione di erbe aromatiche può essere un’esperienza gratificante in giardino e in cucina.

Se sei abituato alle erbe prese in supermercato, potresti essere sorpreso la prima volta che schiacci tra le dita una foglia di salvia appena raccolta. La salvia coltivata in giardino e con pazienza è molto più profumata.

Anche se non cucini, ci sono molti ottimi motivi per coltivare la salvia nel tuo giardino ogni anno e molti usi per la salvia fresca.

Ma come si fa ad avere una pianta di salvia folta e piena? Se speri in piante di salvia cespugliose che producano tante foglie profumate, allora è importante potarle.

Questa guida rapida ti renderà il compito più semplice e, prima che tu te ne accorga, diventerai un professionista della potatura della salvia e avrai piante di salvia rigogliose nel tuo giardino!

Perché è necessario potare la salvia?

La differenza tra una pianta di salvia potata in primavera e una pianta di salvia lasciata a se stessa è facilmente identificabile.

Questo avviene perché la salvia è incline ad avere steli allungati, specialmente se non prende abbastanza sole. Ma se vuoi una pianta che cresca più piena piuttosto che più alta, devi indirizzarla a crescere in quel modo.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Quando poti la salvia, invii un messaggio alla pianta: metti più energia in una nuova crescita.

Anche il punto in cui poti una pianta è importante, se poti un po’ più in basso incoraggi una crescita laterale, il che ci dà quelle belle piante piene che stanno benissimo in giardino o un vaso sul bancone.

Quando potare la salvia

Il momento migliore per potare la salvia è in primavera, dopo che le temperature si sono alzate.

Questo dà alla pianta tutto il tempo per creare una nuova crescita e formare una forma più ampia e più folta. Eventuali nuovi germogli si saranno già rafforzati quando tornerà il clima più fresco, rendendoli più propensi a sopravvivere all’inverno.

Se la salvia è fiorita, aspetta che i fiori abbiano cominciato ad appassire prima di potare la salvia. In questo modo, puoi goderti le fioriture mentre crei piante più grandi ogni stagione.

Non potare la salvia in autunno o in inverno. La nuova crescita tenera che apparirà poco dopo non resisterà al freddo e morirà.

Come potare la salvia

Come sempre, non dimenticare di igienizzare i tuoi attrezzi prima di potare una pianta. Per la potatura della salvia, un paio di piccole forbici sono tutto ciò che serve.

L’intento è incoraggiare la pianta a produrre più crescita nella parte inferiore, risultando in una pianta più folta con l’avanzare della stagione. Per raggiungere questo obiettivo, taglia 1/3 della pianta nella parte superiore di ogni stelo.

Quando hai una pianta relativamente piccola, per cominciare, può sembrare che stai tagliando molto, ma entro una o due settimane avrai una nuova crescita abbondante.

Per potare la salvia, fai i tuoi tagli appena sopra due foglie, a circa un terzo della profondità. Tagliando lo stelo centrale e le foglie, la pianta è costretta a produrre nuova crescita dove le foglie incontrano lo stelo.

Manutenzione dopo la potatura

Annaffia bene la pianta dopo aver terminato la potatura.

Non dimenticare che alla salvia non piacciono le radici zuppe, quindi se la stai coltivando in un vaso con un sottovaso, assicurati di eliminare l’acqua in più.

Se non hai fertilizzato la pianta, farlo dopo la potatura aiuterà la pianta a riprendersi e aiuterà a garantire una nuova crescita cespugliosa.

Entro una settimana, inizierai a vedere una nuova crescita alla base delle foglie.

Quanto e concimare la salvia

La salvia, e in generale le erbe aromatiche, non richiedono molto fertilizzante, tuttavia ne trarranno beneficio.

Questo significa che non richiedono dosi abbondanti di fertilizzante applicate in modo regolare. In effetti, uno strato di 2 cm di compost applicato in primavera, può fornire nutrienti sufficienti per mantenere piante più sane e aumentare la produzione di fiori.

In alternativa, puoi applicare un concime a lento rilascio in primavera, o nutrire più frequentemente con un concime liquido diluito.

Tieni presente che le piante di salvia che ricevono troppo fertilizzante o vengono piantate in un terreno troppo ricco, possono diventare allungate e le foglie avranno meno sapore.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.