Come si innaffia un bonsai

La parte più importante della cura dei tuoi alberi bonsai è l’annaffiatura.

La frequenza con cui un albero deve essere annaffiato dipende da diversi fattori come la specie di bonsai, la sua dimensione, la dimensione del vaso, il periodo dell’anno e così via.

Tuttavia, comprendere alcune linee guida di base ti aiuterà a capire quando deve essere annaffiato il tuo bonsai.

Scopriamo insieme come si innaffia un bonsai!

Di quanta acqua ha bisogno?

Come accennato in precedenza, la frequenza con cui un Bonsai deve essere annaffiato dipende da molti fattori e non è possibile avere una guida precisa.

Invece, è più semplice e pratico osservare i tuoi bonsai uno ad uno. Ricorda che dovresti innaffiare i bonsai quando il terreno diventa leggermente asciutto.

Assicurati di non innaffiare il tuo bonsai se il terreno è ancora umido, ma non lasciare che si secchi completamente.

Usa le dita ad una profondità di circa un centimetro per controllare l’umidità del terreno.

Se è leggermente asciutto, vai avanti e innaffia il tuo albero di bonsai. Non preoccuparti, diventerà più semplice man mano che acquisisci esperienza.

Sarai in grado di vedere poi da solo quando il tuo albero ha bisogno di essere annaffiato.

Ma ricorda: mai innaffiare secondo un programma preciso, semplicemente tieni d’occhio i tuoi bonsai uno ad uno.

Usa la giusta miscela di terreno

La miscela di terreno che usi per il tuo bonsai influenza molto la frequenza con cui devono essere annaffiati.

La maggior parte dei Bonsai cresce in una miscela di akadama (un terriccio per i bonsai), pomice e lapilli.

Tuttavia, se non riesci ad innaffiare regolarmente, puoi usare una miscela che trattiene più acqua usando più akadama rispetto agli altri componenti o persino aggiungendo un po’ di compost nel vaso.

Quando innaffiare

Non importa a che ora innaffi un Bonsai. Alcuni esperti consigliano di non usare l’acqua fredda quando il terreno è caldo perché era esposto al sole.

Usa sempre dell’acqua a temperatura ambiente per non causare uno shock termico nel tuo bonsai.

Anche se ti ho già dato questo consiglio, è sempre meglio ricordarti che dovresti innaffiare il tuo bonsai non appena il terreno diventa leggermente asciutto, indipendentemente dall’ora.

Come innaffiare

Quando hai visto che il terreno è leggermente asciutto e il tuo bonsai ha bisogno di acqua, assicurati di innaffiare bagnando completamente tutte le radici.

Per avere questo risultato puoi innaffiare per immersione, mettendo il bonsai in una bacinella d’acqua, fin quando il terreno assorbe tutta l’acqua di cui ha bisogno.

Se innaffi normalmente, continua a farlo finché l’acqua non fuoriesce dai fori di drenaggio del vaso.

Versa l’acqua dall’alto utilizzando un annaffiatoio con un beccuccio sottile per evitare che il terreno venga lavato via.

L’acqua migliore che puoi usare è l’acqua piovana perché non contiene sostanze chimiche aggiunte.

Ma non preoccuparti, se non hai a disposizione l’acqua piovana non ci sono problemi nell’usare la normale acqua del rubinetto.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.