Come moltiplicare la barba di Giove

La barba di Giove o Drosanthemum è una pianta succulenta che cresce ricadente e regala una cascata di fiorellini colorati.

È molto semplice da coltivare e proprio per questo è molto comune vedere questa pianta sui balconi in vasi sospesi.

In più, se hai già una pianta matura o che è cresciuta troppo, potrebbe interessarti sapere come ricavare una seconda pianta da quella che possiedi, invece di buttare via gli steli potati.

La barba di Giove può essere propagata per divisione, talea o semi. Scopriamo insieme tutti i metodi per moltiplicare la barba di Giove!

Moltiplicazione per divisione

Se decidi di moltiplicare la barba di Giove per divisione, il momento giusto per dividere le tue piante è sicuramente in primavera.

La moltiplicazione viene fatta su piante mature o cresciute troppo, in questi casi hai due opzioni: o rinvasi la pianta diventata troppo grande per il vaso attuale in un vaso più grande, oppure la dividi creando due piante separate.

Per dividere la barba di Giove tira fuori la zolla di terreno dal vaso capovolgendolo per evitare di tirare la pianta e strappare le radici.

Scrolla via tutto il terreno in eccesso dalle radici usando i polpastrelli o un bastoncino di legno, cercando il più possibile di non danneggiare troppe radici.

Una volta che le radici sono ben visibili separa due ceppi della pianta districando delicatamente le radici: non preoccuparti, sarà inevitabile che qualcuna si strappi in questa operazione.

Pianta le due piante in vasi diversi compattando bene il terreno e innaffiando.

Moltiplicazione da semi

La barba di Giove può essere moltiplicate dai semi.

In questo caso, dovrai piantare i semi in un vaso con una miscela molto drenante o, meglio ancora, in una miscela di sabbia.

Quando vengono coltivate per seme, disperdi i semi sulla superficie del terreno e non coprirli, poiché hanno bisogno di luce per germogliare.

Il composto sabbioso aiuta molto i semi a germogliare più velocemente, dovrai tenerlo umido per tutto il tempo che impiegheranno i semi a germogliare, stessa cosa vale se usi una miscela di terreno classica.

Una volta germogliati, le nuove piantine vanno spostate in un vaso e posizionate in un ambiente caldo, almeno 20° C, e luminoso.

Potrai mettere le piante nel vaso definitivo all’esterno una volta che le temperature esterne sono miti, ovvero da marzo in poi, quando è passato il pericolo di gelo.

Moltiplicazione per talea

La barba di Giove può essere moltiplicata anche attraverso una talea, ovvero un pezzo di stelo di circa 10-15 cm.

Per la propagazione per talea, dovrai tagliare un ramo della tua pianta. Ti consiglio di fare questa operazione nel periodo della fioritura, ovvero verso aprile.

Tuttavia, anche se è preferibile propagarla per talea nel periodo di crescita attiva della pianta, puoi fare questa operazione anche negli altri mesi dell’anno, semplicemente ci vorrà più tempo per la crescita delle nuove radici e della pianta in generale.

Una volta che hai ricavato la talea, lascia seccare il taglio per circa un giorno e mettilo poi o in un barattolo con acqua o in un vaso con del terriccio.

Aspetta che sviluppi radici mantenendo umida la miscela di terreno se hai piantato in vaso e rabboccando l’acqua se hai messo la talea in barattolo.

Una volta spuntate le nuove radici, potrai spostare il taglio in un vaso con una miscela di terriccio drenante, innaffia e aspetta che la nuova pianta si stabilizzi e inizi a crescere.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.