Come far nascere una pianta grassa da una sola foglia

Le piantine grasse sono molto amate da chi è appassionato di giardinaggio perché richiedono poche cure e sono belle da vedere.

La buona notizia è che staccando solo una fogliolina puoi avere più piantine senza spendere nulla.

Imparare come moltiplicare le piante grasse a partire da quelle che già possiedi è molto semplice.

Tuttavia, ho scoperto alcuni trucchi che hanno reso tutto più semplice e te li dirò subito.

Scopriamo allora insieme come far nascere una pianta grassa da una sola foglia!

Quali varietà di succulente sono adatte

Il genere e la specie della tua succulenta determineranno come devi prendere la foglia per la moltiplicazione.

Ad esempio, la maggior parte dei Sedum e alcune Echeverie possono essere moltiplicate sia staccando una sola foglia, sia tagliando una talea (ovvero un intero rametto).

L’Eonio, al contrario, si moltiplica solo con le talee, il che significa che non puoi moltiplicarlo con una sola foglia.

In altre parole, ogni varietà di succulenta è diversa, quindi se non sei sicuro di cosa funzionerà, sperimenta e guarda cosa succede!

Come prendere la foglia

Per prendere una foglia per la moltiplicazione, basta girare delicatamente la foglia dallo stelo.

Assicurati di staccarla bene, senza lasciare nessun residuo sullo stelo.

Se rompi una foglia appena prima dello stelo è possibile che poi muoia, quindi assicurati di arrivare fino allo stelo.

È un modo davvero economico per iniziare a moltiplicare nuove piante, inoltre è davvero divertente propagare piante grasse e vedere quei cuccioli di pianta che spuntano da una sola foglia.

Lascia asciugare la foglia

Una volta che hai preso la foglia, è importante lasciarla asciugare un po’ prima di fare qualsiasi altra cosa.

A seconda della quantità di calore e della luce solare, ti consigliamo di lasciare la foglia o il taglio ad asciugarsi su un fazzoletto per uno o tre giorni.

Se la foglia o la talea non si asciugano bene, assorbiranno troppa acqua la prima volta che innaffi e annegheranno.

Va benissimo se il taglio inizia ad avvizzire un po’. Una volta che ciò inizia a succedere, è il momento di iniziare ad annaffiare.

Quanto innaffiare

Mentre le piante grasse adulte non hanno bisogno di essere annaffiate ogni giorno, le foglie invece sì. Detto questo, evita di dar loro troppa acqua, perché diventeranno scure e moriranno.

Puoi poggiare le foglie sul terreno, assicurandoti che le loro estremità non tocchino affatto il terreno (cioè non devi piantarle ma solo poggiarle) e innaffiale ogni volta che il terreno si asciuga.

Puoi usare uno spray per bagnare la parte superiore del terreno.

Alcuni esperti consigliano di mettere l’estremità della foglia nel terreno, ma in questo modo hai più probabilità di far marcire le foglie.

A differenza delle foglie singole, le talee devono essere messe nel terreno.

Dal momento che sono già quasi una succulenta adulta, tutto ciò di cui hanno bisogno è di essere piantate e annaffiate, e inizieranno poi a crescere le radici.

Come le foglie, le talee dovrebbero essere annaffiate ogni volta che noti che il terreno è asciutto.

Aspetta i risultati

Ci vuole del tempo prima che nuove rosette e radici si formino su foglie e talee delle piante grasse.

Il tempo necessario varia a seconda del periodo dell’anno, della temperatura della tua zona, del tipo di succulenta che stai moltiplicando, di quanto è umida l’aria e così via.

Detto questo, in genere puoi aspettarti di vedere dei risultati entro 2-3 settimane.

Se alcune delle tue talee o foglie muoiono, non preoccuparti: è normale. Per questo ti consiglio di moltiplicare più foglioline alla volta, per avere più probabilità di successo.

Quando le tue nuove piante iniziano a crescere, assicurati di mantenere le radici coperte di terra, altrimenti si seccheranno e probabilmente smetteranno di crescere.

La maggior parte delle piante grasse impiega diversi mesi per raggiungere le dimensioni normali, mentre alcune possono richiedere fino a un anno.

In altre parole, questo non è un processo velocissimo, ma ti assicuro che funziona!

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.