Come rimuovere i rovi in modo sicuro e veloce?

In diversi momenti dell’anno è assolutamente necessario rimuovere i rovi e le piante infestanti, non solo per motivi estetici ma pratici.

Con i loro lunghi fusti spinosi, infatti, i rovi occupano molto spazio prezioso nel giardino o nell’orto, andando a compromettere il sano sviluppo delle piante e delle colture; insomma, soffocano le coltivazioni e rovinano l’immagine di un bel giardino.

Liberarsene sembra impossibile, eppure non è così: ecco come rimuovere i rovi in modo sicuro e veloce, così da riappropriarsi del proprio giardino.

Rimuovere i rovi con il decespugliatore

La cura del giardino è un’attività da portare avanti tutto l’anno per mantenerlo sempre pulito e rigoglioso, e la rimozione dei rovi in particolare va effettuata almeno due volte l’anno, in particolare all’inizio della primavera e alla fine dell’autunno, quando l’inverno sta arrivando e le piante di rovi vanno verso il riposo vegetativo.

In questi casi, il metodo più efficace è armarsi di un buon decespugliatore professionale e di tanta pazienza: ci vorrà più di un passaggio per estirparli tutti, specialmente se si tratta di un terreno lasciato abbandonato per molto tempo.

Naturalmente non si può utilizzare la testina a filo di nylon, perché non si otterrebbe la forza necessaria a tranciare i rami del rovo, notoriamente molto spessi.

Per questo motivo è bene assicurarsi di avere una testina a tre lame, le quali hanno le punte ricurve verso il basso: questa è la soluzione migliore per recidere i rovi con facilità fino alla base.

Anche se risulta un po’ più faticoso, è consigliabile operare con un movimento dall’alto verso il basso: decisamente più efficace del contrario.

Una volta eliminata parte della siepe, si può continuare con la rifinitura grazie a un movimento circolare rasoterra, ma senza toccare il suolo.

Quando si lavora con un decespugliatore professionale per la rimozione dei rovi, è molto importante dotarsi delle protezioni apposite, quali guanti con imbottitura rinforzata per proteggere le mani, tuta e visiera, per proteggere gli occhi da eventuali detriti fatti volare per aria dall’azione del decespugliatore.

Rimedi chimici: diserbante

Un ottimo modo per liberarsi dei rovi con più facilità è utilizzare un diserbante chimico, che agisce a livello sistemico andando a essiccare la pianta dall’interno.

Il più utilizzato è il glifosato: dopo 24 ore la pianta sarà molto più semplice da estirpare. Occorre, però, fare attenzione a utilizzarlo con cautela, perché il glifosato risulta piuttosto pericoloso per la salute dell’uomo.

Rimedi naturali per la rimozione dei rovi

Ci sono anche alcune soluzioni completamente naturali per disfarsi dei rovi: naturalmente un decespugliatore professionale è più veloce ed efficace, ma se la situazione è abbastanza contenuta si può provare anche in altri modi.

Un metodo comporta l’utilizzo del sale e dell’aceto come diserbante naturale, mescolandoli con l’acqua.

Se il giardino non è propriamente infestato dai rovi o per intervenire su un’area contenuta può essere una buona soluzione: bisognerà, però, avere un po’ di costanza e nebulizzare la miscela per vari giorni consecutivi.

Un altro metodo è farsi aiutare dalle capre: ebbene sì, questi simpatici animali adorano mangiare i rovi, perciò se il problema è persistente si può addirittura valutare l’acquisto di una capra da “utilizzare” come diserbante naturale. Attenzione, però, alle altre piante: mangiano anche quelle.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.