Come e quando rinvasare l’Aloe: tutti i passaggi

Le piante di aloe sono fantastiche da avere sia in casa che in giardino: sono belle, resistenti e molto utili per ustioni e tagli.

Tuttavia, se hai una pianta di aloe da alcuni anni, è probabile che stia diventando troppo grande per il suo vaso e debba essere rinvasata.

Anche se coltivi la tua aloe all’aperto e ti piacerebbe dividerla o semplicemente spostarla in un nuovo posto, sei nel posto giusto.

Scopriamo insieme tutti i passaggi per sapere come e quando rinvasare l’aloe!

Quando rinvasare le piante di aloe

Una delle tante cose che rendono le piante di aloe coltivate in casa più gestibili è che tendono a tollerare un po’ di sovraffollamento.

Significa che se la tua pianta sta diventando grande per il suo vaso, spostarla non è urgente.

Rinvasare un’aloe è importante non solo perché diventa troppo grande per il vaso, ma anche perché è probabile che stia iniziando a sviluppare i figlioletti alla base.

Si tratta di nuovi germogli più piccoli della pianta madre che sono ancora attaccati all’apparato radicale principale ma possono vivere da soli come piante autonome.

Se la tua pianta di aloe sta iniziando ad avere foglie lunghe e cadenti ed è circondata da cuccioli più piccoli, è sicuramente il momento di rinvasare.

Suggerimenti per il rinvaso

Per rinvasare un’aloe coltivata in vaso, rimuovi prima la pianta con cura dal suo vaso attuale.

Se la pianta ha le radici aggrovigliate, tuttavia, potresti dover tagliare le radici con delle forbici disinfettate.

A questo punto, rinvasa la pianta madre in un vaso di due centimetri più grande del vaso precedente.

Aggiungi sul fondo uno strato di argilla espansa che aiuterà a drenare meglio l’acqua di troppo delle annaffiature.

Aggiungi una miscela di terreno drenante al vaso e pianta la tua aloe compattando il terreno intorno alla sua base.

Rinvaso di una pianta in giardino

Se la tua pianta di aloe sta crescendo in giardino e vuoi spostarla o dividerla, usa semplicemente una pala per scavare verso il basso un cerchio attorno alle radici.

Anche se è vero che l’aloe non sviluppa molte radici, durante questo passaggio fai comunque attenzione a non intaccarle.

Usa la pala per sollevare la pianta dal terreno. Se la tua aloe è molto grande potresti dover staccare le radici come ho spiegato nel paragrafo precedente.

Sposta la tua pianta o le tue piante in nuovi buchi nel terreno o, se preferisci, in vaso.

Cura dell’aloe dopo il rinvaso

Dopo il rinvaso la pianta è molto stressata, soprattutto se hai dovuto tagliare delle radici.

Per questo motivo, evita di concimare e dai alla tua aloe il tempo necessario per riprendersi.

Cura la tua pianta di aloe come sempre: fornisci una luce brillante e indiretta e innaffia solo quando il terreno è completamente asciutto.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.