Come rimediare a 4 cause di stress delle Piante grasse

Non c’è sensazione peggiore che andare a controllare la tua pianta grassa e scoprire che sta soffrendo.

Sfortunatamente, può volerci un po’ prima che le piante grasse mostrino segni di stress, il che fa apparire come improvviso uno stato di stress che invece va avanti da tempo senza che tu te ne accorgessi prima.

Ma non preoccuparti: finché la tua succulenta mostra ancora segni di vita, può essere rianimata.

Vediamo insieme come rimediare a 4 casi di stress delle piante grasse!

Rimediare ad una succulenta troppo innaffiata

L’eccessiva irrigazione è la ragione più comune per cui le piante grasse muoiono quando vengono coltivate in casa.

Le piante grasse sono per definizione estremamente resistenti alla siccità e dovrebbero essere lasciate asciugare completamente tra un’annaffiatura e l’altra.

Una succulenta che è stata inondata troppo è suscettibile al marciume radicale che può uccidere rapidamente la pianta.

Fai attenzione ai segni di eccesso di acqua come steli e radici molli, foglie gialle e foglie cadenti.

Rimuovi la succulenta dal suo vaso e elimina eventuali radici molli e steli usando un paio di cesoie da potatura.

Riempi un vaso con terreno per succulente e cactus. In alternativa, puoi utilizzare una miscela in parti uguali di terriccio, sabbia e perlite, il passaggio successivo è ripiantarla in un terreno fresco e asciutto.

Rimediare ad una succulenta disidratata

Sebbene le piante grasse siano note per essere resistenti alla siccità, richiedono comunque una buona innaffiatura quando serve.

Non innaffiare per molto tempo, soprattutto se le temperature sono alte e il clima è secco può portare all’essiccamento delle radici di una pianta grassa, che quindi le impedisce di assorbire l’umidità quando viene infine annaffiata di nuovo.

Il modo più comune per sapere se la tua pianta grassa ha bisogno d’acqua è controllare le sue foglie.

Se le sue foglie sembrano rugose e secche, potresti dover innaffiare.

Rimediare ad una succulenta dalle foglie bruciate

Alcune piante grasse godono di molta luce solare diretta e luminosa, mentre altre godono di condizioni più tenui.

Ad ogni modo, tutte le piante grasse sono suscettibili all’ustione delle foglie se le condizioni solo estreme.

Se la tua pianta grassa ha grandi macchie marroni sulle foglie, allora questa è un’indicazione che la tua pianta soffre di scottature fogliari.

Ciò può accadere se una pianta grassa è esposta a più luce di quella di cui ha bisogno, o se c’è un improvviso cambiamento delle sue condizioni di luce (passando dall’interno all’esterno per esempio) senza un’adeguata acclimatazione.

Usando un paio di forbici da potatura, rimuovi il fogliame che è stato bruciato. Questo è principalmente per scopi estetici in quanto le ustioni non possono essere riparate, ma assicura anche che nessun batterio venga introdotto nella tua pianta attraverso le ustioni.

Rimediare ad una succulenta infestata

I parassiti sono l’incubo di tutti e liberarsene può essere difficile e spesso richiede molta perseveranza.

Se la tua pianta grassa soffre di attacchi di parassiti, potresti vedere gli insetti strisciare o volare intorno alla pianta.

Potresti anche notare uno scolorimento sulle foglie o residui appiccicosi lasciati sulle foglie e sugli steli.

Mentre il procedimento per rimuovere i parassiti può variare leggermente a seconda del tipo di parassita con cui hai a che fare, ci sono alcuni passaggi generali che puoi eseguire in ogni caso.

Per prima cosa, la succulenta infestata dovrebbe essere isolata da qualsiasi altra pianta grassa o pianta della casa per evitare che i parassiti si diffondano.

Usando un paio di forbici da potatura, rimuovi eventuali foglie o rami che sono stati gravemente danneggiati dai parassiti.

Sposta la tua pianta grassa nel lavandino o nella doccia e usa il getto d’acqua per rimuovere il maggior numero possibile di parassiti rimanenti. Quindi applica il trattamento corretto per il tipo di parassita con cui hai a che fare.

Sfortunatamente, un solo ciclo di trattamento non è sufficiente per la maggior parte dei parassiti, quindi probabilmente dovrai ripetere il processo un paio di volte nelle settimane successive per assicurarti che la tua pianta guarisca.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.