L’Ortensia soffre il caldo ma vivrà meglio se farai queste cose

Le estati torride che stiamo vivendo mettono a dura prova le nostre piante.

Il caldo e la siccità stanno diventando sempre più comuni, quindi le piante che prima prosperavano possono diventare stressate e danneggiate.

Anche le fioriture delle ortensie vengono colpite, sviluppando petali secchi e scuri al posto del blu o del rosa tipico di giugno.

Ma ci sono alcuni suggerimenti che puoi adottare per far sopravvivere le tue piante e prevenire danni nella prossima ondata di caldo.

Vediamo insieme come evitare che l’Ortensia soffra il caldo in estate!

Perché le ortensie sono suscettibili allo stress da calore?

Le ortensie sono piante che amano l’acqua, il che rende il caldo particolarmente difficile per loro.

Quando si verificano temperature elevate, le piante hanno bisogno di un minimo di tregua, proprio come quando noi cerchiamo un luogo fresco durante la calura del giorno. Sfortunatamente per le piante, non possono alzarsi e muoversi!

Se non è disponibile abbastanza acqua nel terreno, o evapora nell’atmosfera più velocemente di quanto possa essere assorbita, il tessuto vegetale dove l’acqua non riesce ad arrivare morirà.

Le piante si raffreddano attingendo acqua dalle radici, acqua che poi circola attraverso gli steli e fuoriesce attraverso le foglie. Ciò si verifica a una velocità elevata durante le ondate di calore.

Questo è il motivo per cui vediamo così tanti bordi di foglie marroni e secchi. È anche possibile che il calore elevato stesso causi la morte dei tessuti.

Come aiutare le ortensie a riprendersi dai danni da calore?

Se hai visto danni alle tue ortensie, le foglie bruciate non si riprenderanno, ma questo non significa che la tua pianta non sopravviverà.

Innaffiare in profondità aiuterà la tua pianta a sopravvivere. Un’irrigazione superficiale, se applicata su terreno molto secco, non riuscirà a inumidire il terreno abbastanza in profondità e non arriverà alle radici.

Dopo una buona irrigazione, le tue ortensie probabilmente ricresceranno, anche se per piante gravemente danneggiate potrebbe passare la prossima estate prima che riacquistino il loro splendore.

Evita la potatura quando c’è caldo estremo la nuova rigogliosa crescita sarà sensibile a ulteriori danni causati dalle ondate di calore più avanti nell’estate.

Evita anche di concimare poiché la pianta si trova in una condizione di stress.

Rimuovi alcune foglie secche, ciò va bene per migliorare l’aspetto della tua pianta. Tuttavia, resisti all’impulso di potare severamente e rimuovere una grande quantità di fogliame della pianta poiché ciò causerà ulteriore stress e una vampata di nuova crescita.

Un altro potenziale problema causato da un’ondata di caldo è lo stress persistente delle piante. Le ortensie da stress sperimentate possono attirare parassiti come gli acari. Gli acari diventano spesso problematici nel caldo secco dell’estate.

Fai attenzione a questi minuscoli parassiti che possono causare foglie marroni o ingiallite. Possono essere spruzzati con un getto d’acqua costante.

Innaffiare in profondità e mantenere le ortensie ben idratate può ridurre lo stress e aiutare a scongiurare questi parassiti.

Scegli le ortensie che tollerano temperature più elevate

Esistono dozzine di specie di ortensie, con tutta questa diversità, alcune ortensie sono più tolleranti al calore, ai terreni asciutti e al sole rispetto ad altre.

Le ambite ortensie bigleaf (Hydrangea macrophylla) con le loro grandi fioriture dal blu al rosa sono spettacolari in giardino, ma sono meno tolleranti alla siccità e al caldo.

Le specie di ortensie originarie degli Stati Uniti sudorientali, come l’Hydrangea quercifolia e l’Hydrangea arborescens prediligono terreni umidi ma tollerano meglio il caldo estivo.

L’ortensia più adattabile è l’ortensia dai fiori a pannocchia, l’Hydrangea paniculata. Può essere coltivata in pieno sole e tollera condizioni più asciutte.

Anche se nessuna di queste dovrebbe essere considerata “piante resistenti alla siccità”, potrebbero essere più adatte al clima torrido e avere anche fioriture mozzafiato.

Prevenire le future ondate di calore

I danni alle piante dovuti al calore possono essere ridotti o prevenuti. Considera di avere un piano in anticipo.

Ricorda sempre la regola pianta giusta, posto giusto. Scegli piante adatte alla quantità di luce solare e umidità ricevute.

Spesso le piante più gravemente danneggiate nelle ondate di calore sono quelle piantate in aree che ricevono più luce solare di quella a cui si sono adattate.

Innaffia le piante in profondità prima dell’ondata di calore in modo che la zona delle radici sia ben idratata.

Metti del pacciame, come la corteccia, intorno alla base delle piante per mantenere l’umidità. Prima di piantare, modifica il terreno con materia organica. Questo aiuterà il terreno a trattenere l’umidità.

Evita di applicare fertilizzanti prima di un’ondata di calore.

Usa una struttura ombreggiante temporanea: il telo ombreggiante, le lenzuola o un pezzo di tessuto qualsiasi possono essere posizionati sopra le strutture per tenere il sole lontano dal fogliame delle piante.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.