Dimorfoteca: perché non fiorisce?

La dimorfoteca è una pianta fiorita molto decorativa che puoi piantare in vaso e in giardino.

Nella sua stagione di fioritura si riempie di boccioli e quando si schiudono è uno spettacolo di colori.

Per questo potrebbe essere una delusione quando la tua dimorfoteca non fiorisce e di sicuro dipende da qualche fattore di coltivazione.

Scopriamo insieme perché la tua dimorfoteca non fiorisce e come rimediare!

Cambiamento d’ambiente

Se hai preso la dimorfoteca dal vivaio con tanti boccioli e già qualche fiore ma portandola a casa sembra non reagire allora c’è qualche problema.

Di sicuro ha influito il cambiamento di ambiente dal vivaio, in cui ci sono condizioni di luce ed umidità ottimali, al balcone di casa tua che magari ha un’esposizione diversa e non può fornire la stessa umidità.

Tutto quello che devi fare in questo caso è continuare a curare la dimorfoteca e semplicemente aspettare che la pianta si adatti alle nuove condizioni.

Non innaffiare troppo

L’errore che si fa quando si vede una pianta sofferente o che stenta a fiorire è sempre pensare che ha bisogno d’acqua.

Non sempre una pianta che risulta poco energica ha bisogno d’acqua, anzi è probabile che la dimorfoteca, nel tuo caso, non fiorisca perché stai annaffiando troppo e le radici risultano zuppe d’acqua.

Se le radici smettono di funzionare come dovrebbero per un eccesso d’acqua non possono dirigere le energie e i nutrienti alla pianta e quindi la dimorfoteca non potrà fiorire nel modo giusto.

Prima di dare acqua tasta sempre il terreno e controlla fino a che profondità si sente l’umidità: se è umido non innaffiare.

Vaso sbagliato

Sembra strano pensarlo ma la fioritura potrebbe essere bloccata anche dalla scelta di un vaso sbagliato in cui la dimorfoteca è piantata.

Se pianti la dimorfoteca in un vaso troppo grande mentre è in fioritura o in procinto di cacciare i boccioli, è probabile che convogli la sua energia nella crescita delle radici.

Quindi, se la dimorfoteca è in fioritura aspetta che finisca di fiorire per cambiare vaso e quando sarà il momento, piantala in un vaso non più grande di due cm in più rispetto a quello vecchio.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.