Quando le foglie laterali della Lingua di Suocera sono flosce la causa può essere questa

Non basterebbe un libro per elencare le tantissime caratteristiche e particolarità della Lingua di Suocera! Questa pianta grassa, il cui nome botanico è Sansevieria, è tra le più diffuse e famose piante da interni.

Detta anche pianta serpente o pianta spada, per via della forma delle sue foglie, la lingua di suocera è sicuramente nota anche per la sua resistenza: ha infatti bisogno di pochissime attenzioni e cure, essendo quindi una pianta a prova di pollice nero.

La sua rinomata resistenza, tuttavia, può trarre in inganno: così, quando la pianta presenta qualche problema, non sappiamo come comportarci.

Non di rado, le foglie laterali, ossia quelle esterne, di questa pianta possono piegarsi e apparire flosce. Vediamo quali possono essere le cause e come fare per risolvere.

Troppa acqua

Ebbene sì, la causa più frequente delle foglie laterali flosce è anche probabilmente la più banale: un eccesso di acqua.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

A volte, infatti, innaffiamo eccessivamente questa pianta, lasciando che il terriccio si impregni. Di conseguenza, le radici possono trovarsi circondate dall’acqua e dall’umidità, iniziando così a marcire.

In questo caso, dobbiamo sbrigarci a rinvasare la pianta in del terriccio asciutto. Tuttavia, la miglior soluzione resta la prevenzione: dobbiamo innaffiare molto poco questa pianta (non dobbiamo mai dimenticare che è una pianta grassa), controllando sempre lo stato del terriccio.

Altre volte, soprattutto quando lasciamo la lingua di suocera all’esterno durante i mesi freddi (cosa da fare solo in rare circostanze di esposizione), la troppa acqua può dipendere dalle piogge eccessive. In tal caso, possiamo risolvere molto facilmente spostando all’interno la nostra pianta.

Questo problema può essere associato anche alle foglie piegate verso il basso o marce.

Poca luce

Più raramente può accadere che la lingua di suocera inizi ad afflosciarsi, partendo proprio dalle foglie più laterali, a causa di poca luce.

In generale, questa pianta ha bisogno di luce solare indiretta, purché non sia eccessiva. Se la mettiamo in ambienti poco luminosi, data la sua resistenza, la sansevieria tende ad adattarsi, ma a lungo andare può manifestare qualche segno di cedimento.

La soluzione, quindi, consiste nello spostare la pianta in un luogo dove ci sia abbastanza luce. In casa, ad esempio, non dobbiamo posizionarla troppo lontana dalla finestra.

A volte, la poca luce può anche scolorire le foglie.

Vaso piccolo

Proprio perché ci abituiamo alla perenne bellezza e salute di questa pianta, possiamo dimenticarci spesso delle sue cure di base. Non è raro, infatti, che dimentichiamo di rinvasarla periodicamente.

Quando, però, cresce troppo, la lingua di suocera può trovarsi stretta all’interno del suo vecchio vaso. Uno dei primi sintomi di questo malessere è l’afflosciarsi delle foglie laterali meno “sorrette” dalla base radicale della pianta.

Ricordiamo sempre che è importante rinvasare la lingua di suocera almeno una volta ogni 2 anni, cambiando il terreno e anche il vaso che deve essere sempre leggermente più grande del precedente.

N.B: di solito, il rinvaso va fatto all’inizio della stagione primaverile. Tuttavia, se la pianta presenta la problematica che abbiamo appena visto, dobbiamo rinvasarla il prima possibile, a prescindere dal periodo in cui ci troviamo.

E se si tratta di piante figlie?

A volte, le foglie laterali possono appartenere, in realtà, alle piantine che crescono lateralmente la pianta principale. Si parla di piante figlie o, più correttamente, di polloni.

In caso di pollini, le foglie possono apparire più piccole e, quando crescono, più flosce. Queste foglie, infatti, per potersi sviluppare sin modo corretto dovrebbero essere separate dalla pianta madre e piantate in altri vasi.

Per dividere i polloni bisogna togliere la pianta dal vaso, andando a separare delicatamente le radici, per poi rinvasare in vasi indipendenti.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".