Le foglie del Ficus cadono improvvisamente? Forse sbagli queste 7 cose

Basta davvero poco tempo: un giorno il nostro ficus lyrata è pieno di foglie e il giorno dopo può diventare secco e spoglio. Un vero incubo.

Questa pianta da appartamento, dall’aspetto verdeggiante ed esotico, è particolarmente adatto a grandi ambienti come il salone o la sala da pranzo.

La fonte della sue bellezza, ossia le foglie, può però venir meno molto facilmente se si commettono alcuni errori.

Scopriamo insieme perché questa pianta perde improvvisamente le sue foglie e come fare per risolvere, tornando ad avere una pianta super verde e rigogliosa.

Cambio di posizione

Un piccolo spostamento che sembra insignificante può in realtà essere fatale al nostro ficus.

Questa pianta, infatti, è molto abitudinaria: si abitua a un posto e, quando viene spostata, può metterci un po’ di tempo prima di abituarsi.

Lo stress del cambiamento di posto può manifestarsi proprio con la caduta improvvisa delle foglie che appaiono in forma e poi improvvisamente… si staccano!

Se proprio volete cambiare posto a questa pianta, mettetela in una stanza che abbia le stesse caratteristiche di luce e temperatura della precedente.

Aria secca

L’aria secca priva il ficus dell’energia che questa pianta trae dall’umidità dell’aria: di conseguenza, il fusto può piegarsi e le foglie cadere.

Questo problema si manifesta soprattutto in inverno, quando le fonti di calore artificiale (come termosifoni, stufe e camini) sono accese.

La soluzione principale consiste nello spostare la pianta lontano da queste fondi di calore, mettendola in un posto della stanza dove l’aria è più fresca oppure, ancor meglio, collocarla in stanze dove non è acceso il riscaldamento.

Inoltre, potete vaporizzare un po’ d’acqua sulle foglie ogni 3-4 giorni, in modo da mantenere alto il tasso di umidità ambientale.

Spifferi

Sotto le porte e le finestre possono passare dei fastidiosi spifferi.

Questi, se frequenti, stressano il nostro ficus. Le conseguenze possono essere due: le foglie ingialliscono oppure cadono.

Il rimedio, in questi, casi, è quello di spostare la pianta, mettendola in un posto più riparato. Magari, non mettetela troppo vicina alle finestre.

Ovviamente, oltre agli spifferi, anche il vento può danneggiare il ficus: se lasciate le finestre aperte, accertatevi che non sia una giornata ventosa.

Troppa acqua

Non troppa acqua: è il segreto per mantenere il ficus in salute.

Nei mesi caldi, innaffiate solo quando i centimetri più superficiali del terreno sono completamente asciutti.

Se innaffiate troppo, il terriccio tende a inzupparsi con conseguenze molto negative per le radici che possono marcire.

Quando questo accade, uno dei primi sintomi è proprio la caduta delle foglie, oltre alla comparsa di macchie.

Ecco perché è importante innaffiare con moderazione e senza assolutamente esagerare.

Poche innaffiature

In realtà, anche poche innaffiature possono avere ripercussioni sulle foglie del nostro ficus lyrata.

Quando non innaffiamo abbastanza, la pianta tende progressivamente a indebolirsi arrivando a uno stato di sofferenza che non le permette di tenere le sue foglie in salute.

Il segreto, anche in questo caso, è quello di controllare quotidianamente lo stato del terreno e innaffiare quando questo risulta arido o secco.

N.B: quando innaffiate, state attenti a non bagnare troppo le foglie, ma solo il terreno.

Errori di concimazione

Concime? Sì, grazie ma… solo quando fa caldo!

I fertilizzanti vanno somministrati, in base alle indicazioni di produzione, soltanto a partire dalla primavera e fino all’inizio dell’autunno.

In inverno, questa pianta non va mai concimata, altrimenti si corre il rischio di alterare l’equilibrio nutritivo della pianta. La conseguenza principale è proprio la caduta delle foglie.

Inoltre, preferite sempre un concime liquido da diluire nell’acqua di innaffiatura.

N.B: se avete dubbi circa quale concime utilizzare e quale sia l’equilibrio giusto delle varie sostanze nutritive, chiedete sempre consiglio a un professionista.

Freddo

Il ficus lyrata ama il caldo, anche se non eccessivo. Normalmente, ama una temperatura che va dai 18 ai 24 °C.

In inverno, non mettetela mai in un posto dove la temperatura scende sotto i 13 °C. Se lo fate, la pianta può manifestare la sua sofferenza perdendo le sue bellissime foglie.

Ricordate, inoltre, che è una pianta da appartamento: di conseguenza, tenetela sempre in casa.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".