Photinia: problemi delle foglie

Spesso coltivata come arbusto ornamentale o piccolo albero, la photinia produce foglie sempreverdi rosso vivo che virano al verde dopo poche settimane.

Le piante di photinia mature e sane possono crescere molto rapidamente. Se la tua photinia ha una crescita lenta, foglie appassite, cambiamenti di colore o macchie, molto probabilmente ha qualche forma di malattia.

Riconoscere i sintomi e fornire un trattamento rapido può aiutare a riportarla ad uno stato sano.

Scopriamo insieme quali problemi legati alle foglie può avere la pianta di Photinia!

Macchie sulle foglie

La macchia fogliare di Photinia è un fungo che scolorisce e distrugge le foglie in primavera e in autunno.

I funghi sulle foglie di Photinia restano dormienti durante l’inverno, aspettando che arrivi la primavera e che ci sia un po’ di umidità per attivarsi.

Un’infezione inizia con piccoli punti neri sulle foglie che possono essere difficili da vedere.

Entro poche settimane, i sintomi diventano più pronunciati. I punti crescono e assumono un colore grigio-brunastro con contorni rossi.

La malattia rimane persistente per tutta la primavera, causando una chioma sottile e sfilacciata e una caduta prematura delle foglie.

Mantieni la base della pianta priva di funghi che causano malattie rastrellando le foglie cadute e aggiungendo uno strato di pacciame da due a quattro centimetri in primavera.

Durante i periodi di siccità, innaffia accuratamente la pianta, prestando particolare attenzione a non bagnare il fogliame e a favorire la diffusione della malattia.

Quando la pioggia primaverile o autunnale si placa, puoi potare e smaltire le foglie infette.

Inoltre, evita di piantare la photinia in luoghi molto ombreggiati, poiché la malattia sarà più grave se viene collocata in un’area più fresca.

Se il tuo albero o arbusto sembra essere gravemente danneggiato, un vivaista o un giardiniere professionista può aiutarti sui trattamenti fungicidi.

Perché le foglie si arricciano

Se le foglie della tua photinia si seccano e si arricciano il problema potrebbe essere la ticchiolatura.

La ticchiolatura è una malattia causata da funghi che si manifesta con macchie scure di diverse dimensioni che si propagano abbastanza velocemente.

Però non preoccuparti perché rimediare è semplice. In primo luogo effettua una energica potatura.

Puoi poi vaporizzare sulle foglie un macerato di ortica: usa 50 g di foglie fresche d’ortica in 3 litri d’acqua.

Lasciate l’ortica in infusione per circa 24 ore, filtra il composto e mettilo in uno spruzzino.

Infine, devi aver cura di eliminare ogni foglia che cade dalla pianta per evitare la diffusione della malattia.

Foglie gialle

Se la tua photinia sta impallidendo e ingiallendo, soprattutto sulle foglie inferiori, devi capire quale sia il problema.

Le foglie gialle possono essere causate da molte cose, tra cui mancanza di azoto, luce insufficiente, terreno pieno d’acqua (le radici delle piante hanno bisogno di ossigeno per prosperare), terreno secco o carenza di ferro.

Se le foglie inferiori più vecchie sono gialle, ma la nuova crescita è verde, di solito è una mancanza di azoto, in questo caso ti basta concimare.

Se le nuove foglie sono gialle, con venature verdi, di solito è una mancanza di ferro.

Il terreno dovrebbe essere mantenuto moderatamente umido (ma non zuppo).

Infine, lo shock da trapianto può contribuire all’ingiallimento. Se la nuova crescita si presenta verde, potrebbe essere questo il problema.

Le radici delle piante hanno bisogno di ossigeno per assorbire il ferro nel terreno. Per aiutare a prevenire la clorosi, annaffia sempre lentamente, profondamente e di rado.

Anche il terreno con un pH elevato (alcalinità) inibisce l’assorbimento del ferro.

Perché sta perdendo le foglie

Se la tua photinia resta secca per troppo tempo, o ha attraversato un inverno molto freddo, può reagire facendo cadere più foglie del solito.

Fare una potatura regolare può aiutarti a prevenire il problema ma non c’è molto che puoi fare per un inverno freddo.

Per questo motivo, la Photinia non è molto adatta alle zone con inverni gelidi.

In più se il problema è che hai innaffiato troppo poco, basterà iniziare ad innaffiare con regolarità evitando sempre ristagni d’acqua.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.