Sai in che modo prolungare la fioritura del tuo Ranuncolo?

Anche se li conosciamo per il comune utilizzo nei bouquet da sposa, il ranuncolo con i suoi fiori coloratissimi ed i suoi petali che formano corolle arruffate ben si prestano a ravvivare le nostre aiuole o i nostri vasi.

La colorata fioritura primaverile può non solo essere stimolata ma puoi far in modo che i fiori abbiano maggiore durata della classica fioritura mensile.

Fai in modo di seguire questi consigli se vuoi che i tuoi ranuncoli possano ravvivare a lungo il tuo giardino avendo cura semplicemente di gestirli con 4 mosse decisive.

Vediamo insieme quali.

Pulisci la chioma dai fiori secchi

A seguito delle fioriture la pianta si prepara per la produzione dei semi ed in questo modo concentra le energie per questo piuttosto che nel prolungare la fioritura o per produrre nuovi fiori.

La mossa ideale è quella di ripulire quotidianamente la chioma dagli steli ormi sfioriti e che stanno appassendo, perché si stanno preparando per accogliere i semi.

In questo modo il ranuncolo riserva le energie per la produzione di nuovi fiori per quanto possibile.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Utilizza del fertilizzante

Generalmente i fertilizzanti supportano la crescita delle piante ed aiutano il terriccio ad arricchirsi e ad essere in grado di nutrire le radici.

Un elemento che aiuta più degli altri la pianta nella fase di fioritura è il fosforo. L’utilizzo di fosforo bilancia la presenza di azoto nel terreno, che invece è il principale deputato alla cura delle foglie.

Più foglie vi sono, maggiore sarà l’energia che la pianta spende per queste piuttosto che per i fiori.

Procurati un fertilizzante con una buona percentuale di fosforo assicurandoti di diluirlo ben oltre le dosi indicate se si tratta di un fertilizzante liquido, oppure di distribuirlo lontano dalle radici qualora si trattasse di uno granulare.

Innaffia regolarmente

L’acqua non deve mai mancare ad un ranuncolo in fiore, per far fronte alle ore più calde ed all’ambiente secco che potrebbe crearsi nel posto prescelto.

Innaffia ogni qual volta sei sicuro che i primi centimetri di terriccio sono asciutti; puoi aiutarti con le dita per testare l’umidità del suolo.

Puoi anche ricoprire lo strato superficiale del terriccio con del pacciame, che possa trattenere l’umidità del suolo così da non indurlo a secchezza, dando il giusto apporto di nutrienti alla pianta.

Infatti, è proprio grazie all’acqua che i nutrienti del terriccio si sciolgono e vengono assorbiti dalle radici.

Tienilo lontano dalla luce cocente

Il ranuncolo ama le posizioni parzialmente ombreggiate, soprattutto durante la fase di fioritura, una fase particolarmente delicata.

Se coltivato in vaso, fai in modo di proteggerlo dalle ore più calde in cui la luce diretta è troppo forte. Puoi posizionare il ranuncolo in vaso ad est, la dove riceve luce diretta solo al mattino, quando ancora i raggi non sono ardenti.

Se coltivi i tuoi ranuncoli in piena terra, dai loro una posizione ombreggiata, magari ai piedi di un albero più grande che possa proteggerli dal sole cocente delle ore centrali, soprattutto se si tratta di un’esposizione a sud.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.