Come combattere gli insetti che mangiano le foglie?

La primavera è arrivata e non vedi l’ora di uscire e darti da fare per riportare in vita le tue piante.

Anche le tue piante d’appartamento si stanno rianimando di nuovo, sostenute dalle lunghe ore di sole.

Ovviamente, per quanto questa stagione sia perfetta per vivere appieno la bellezza del tuo giardino, non è priva di sfide.

Le malattie possono insinuarsi nel tuo giardino e, naturalmente, cosa sarebbe la primavera senza la comparsa improvvisa di minuscoli buchi sulle foglie delle piante?

Ma cosa causa questi buchi? Come puoi prevenirli e come puoi impedire che peggiorino?

Scopriamo insieme come combattere gli insetti che mangiano le foglie!

Perché le piante hanno dei buchi sulle foglie?

Mentre il buco che compare occasionalmente su una foglia potrebbe essere dovuto al fatto che la foglia era malformata, è facile capire quando sta succedendo qualcosa di molto più serio.

Se ogni foglia (o almeno la maggior parte) della tua pianta è coperta da buchi regolari, c’è chiaramente un problema. Nella maggior parte dei casi, il problema sono gli insetti.

Questi insetti sono in grado di scavare nel terreno per mangiare radici, arrampicarsi sulle foglie per masticare fiori e boccioli e, naturalmente, fare dei buchi proprio su nuove foglie verdi.

E non si tratta di un solo tipo di insetto ma molte diverse specie di insetti sono attratte dalle tue piante.

Per trovare le soluzioni più efficaci, dovrai conoscere ogni tipo di insetto per proteggere le tue piante.

Ma come impedire agli insetti di mangiare le foglie delle piante? È possibile, ma ci vuole pianificazione e dedizione.

Ma ne varrà la pena, tuttavia, quando vedrai le tue piante iniziare a crescere sane dopo aver rimosso con successo tutti gli insetti.

Ma quali sono gli insetti più comuni responsabili dei buchi sulle foglie? Te lo spiego subito nel prossimo paragrafo!

Afidi

Questi insetti sono facili da individuare per il loro colore verde pallido unico.

A meno che tu non stia guardando da vicino, gli afidi sono quasi facili da scambiare per foglie molto piccole.

Un’ispezione più attenta rivelerà che sono insetti molto piccoli a forma di pera con lunghe antenne. Questi parassiti sono comuni e si divertono a mangiare di tutto, da frutta e verdura ai fiori e agli alberi all’aperto.

Invece di masticare buchi nelle foglie, tuttavia, preferiscono succhiare la linfa dalle piante, facendo cadere le foglie e diffondendo malattie al loro seguito.

Il primo passo per sbarazzarsi degli afidi è evitare di attirarli in primo luogo. Sono attratti dal terreno umido, quindi se hai la tendenza a innaffiare eccessivamente le tue piante, potrebbe spiegare il tuo problema con gli afidi.

Evita questa pratica e potresti avere più fortuna a stare alla larga dagli afidi in futuro.

Se invece li hai già attratti, prova a pulire le foglie della pianta infestata con una soluzione di poche gocce di acqua e sapone per i piatti.

Cocciniglie

Questi piccoli insetti bianchi sono particolarmente attratti dalle piante d’appartamento e molto probabilmente li troverai nella piccola giuntura dove la foglia incontra il gambo nelle tue piante, così come sugli steli e sulle foglie stesse.

Come gli afidi, le cocciniglie si nutrono della linfa della pianta invece di masticare direttamente le foglie, facendo appassire la pianta che alla fine muore se lasciate incontrollate.

Una delle soluzioni a questi insetti, in particolare per quanto riguarda le cocciniglie, è un cottonfiocc immerso in alcol denaturato.

Basta tamponarlo su ogni insetto che vedi per un sistema di rimozione rapido ed efficiente.

Potrebbe essere necessario farlo ripetutamente prima che l’infestazione sia sotto controllo, ma alla fine dovrebbe rivelarsi efficace.

Una volta che gli insetti sono spariti, impedisci loro di tornare non innaffiando o fertilizzando eccessivamente le tue piante d’appartamento.

Acari di ragno

Sebbene questi parassiti siano tecnicamente aracnidi anziché insetti, non c’è effettivamente alcuna differenza quando si tratta di quanto possano essere distruttivi.

Questi acari sembrano minuscoli punti rossi che si raccolgono sul lato inferiore delle foglie, dove mangiano i fluidi vegetali e lasciano minuscoli punti sulle foglie, segno del loro passaggio.

Sebbene possano infestare qualsiasi pianta domestica, sono particolarmente comuni nell’edera e possono far ingiallire, appassire e morire una pianta.

Gli acari di ragno fanno del loro meglio in condizioni asciutte, il che significa che adorano quando lasci seccare la tua pianta per un po’ senza annaffiarla.

Uno dei modi migliori per combattere questo parassita è nebulizzare regolarmente le foglie per mantenerle umide.

Dovresti anche spolverare e pulire spesso le foglie per evitare che questi acari depongano le uova su di loro. Per casi estremi, prova una miscela per insetti fatta in casa a base di acqua e olio di neem per piante da interno.

Bruchi

Esistono molti tipi diversi di bruchi e nessuno di loro è una buona notizia per il tuo giardino.

Questi insetti sono larve che un giorno si schiuderanno in falene, mosche, farfalle e altri insetti, ma fino ad allora il loro unico scopo nella vita è principalmente quello di mangiare. Sfortunatamente per te, il loro cibo preferito sono solitamente le foglie del giardino.

I bruchi non sono schizzinosi riguardo al loro cibo, il che significa che mangiano frutta, verdura e alberi, spesso masticando lungo i bordi delle foglie.

La buona notizia è che questi parassiti sono generalmente facili da individuare e riconoscere, rendendo semplice la diagnosi del problema.

Per scoraggiare i bruchi, puoi provare diversi metodi. Il primo è incoraggiare i predatori naturali che mangeranno i bruchi e quindi li elimineranno per te.

Un altro metodo è spruzzare le piante con una soluzione di olio di neem e acqua.

Infine, potresti creare una miscela al peperoncino fatta in casa da nebulizzare sulle foglie.

Macina tre o quattro peperoncini essiccati in un frullatore.

Metti questa polvere in mezzo litro di acqua bollente e lasciala bollire per cinque minuti prima di aggiungere mezzo litro di acqua fredda e qualche goccia di detersivo per i piatti.

Spruzza questa miscela sui bruchi ogni mattina finché non li vedi più.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.