Clematis: tutti i consigli per coltivarla

Se cerchi una pianta rampicante con fiori bellissimi la scelta migliore è la clematide o clematis.

Le piante di clematis hanno steli rampicanti che si aggrappano a quasi tutti i tipi di supporto. La clematide, tuttavia, non si aggrappa a pareti spoglie, ma deve avere un traliccio o un supporto di qualche tipo.

Le clematidi fanno un bellissimo effetto perché arricchiscono ogni ambiente esterno con le loro fioriture colorate e abbondanti.

Devi sapere che non sono piante esigenti ma hanno alcuni requisiti speciali. Trattala bene e la clematide ti ricompenserà con un meraviglioso spettacolo di colori.

Scopriamo subito tutti i consigli per coltivarla in modo che cresca e fiorisca abbondantemente.

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche della clematis, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Esistono oltre 200 specie di clematide, sarebbe impossibile elencarle tutte. Di solito vengono suddivise in tre gruppi principali per facilitare la loro distinzione e la loro cura:

  • Gruppo 1: di questo gruppo fanno parte le clematis che fioriscono in primavera, come la Clematis montana bianca o rosa, la C. armandii bianca, la C. alpina e la C. macropetala a fiori.
  • Gruppo 2: sono ibridi a fiore grande. Queste clematis iniziano a fiorire a giugno.
  • Gruppo 3: di questo gruppo fanno parte le specie a fioritura più tarda. Questi di solito non fioriscono fino a dopo giugno e includono le varietà C. viticella, C. tanguitica pendula gialla, C. terniflora, C. pitcheri campanella viola, C. texensis rosso-violetto.

Esposizione

La maggior parte delle clematidi cresce meglio in una posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata.

Tuttavia, ci sono abbastanza varietà che puoi scegliere in base alla luce che riceve il tuo giardino.

Se vuoi una clematide sempreverde, tieni presente che ha bisogno di un luogo soleggiato e riparato.

Fioritura

Le clematidi vengono coltivate per i loro fiori, quindi ha senso scegliere una varietà i cui fiori ti piacciono di più e che funzioni bene con il resto del tuo giardino.

La maggior parte delle clematidi erbacee fiorisce durante l’estate, mentre le clematidi rampicanti sono divise in tre gruppi:

  • Quelle che fioriscono in inverno e in primavera.
  • Quelle che fioriscono all’inizio dell’estate (nota anche come fioritura doppia in quanto molti fioriscono in tarda primavera o ad inizio estate e un’altra fioritura avviene a fine estate).
  • Quelle che fioriscono in estate e in autunno.
  • Alcuni fioriscono per un periodo prolungato.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure hanno bisogno le clematidi per crescere sane e forti, a partire dal terreno di cui hanno bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

La clematide preferisce un terreno arricchito con materiale organico.

Le radici della clematide sono delicate e hanno bisogno di un ambiente più fresco insieme a un terreno umido ma ben drenato.

Usa uno strato di pacciame o circonda il terreno delle clematidi con piante a crescita bassa per dare ombra alle radici mentre il resto della pianta riceve tutta la luce del sole.

Quando innaffiare

Le clematidi non riescono a sopportare un terreno asciutto, quindi prendi l’abitudine di controllare spesso il livello di umidità.

Innaffia sempre il terreno, non la pianta. Non fidarti solo del tuo occhio nelle giornate calde: senti il terreno con la punta delle dita, almeno fino ad un centimetro di profondità per capire se c’è bisogno di acqua.

Concime

Per nutrire le tue clematidi potresti usare il compost, ricavate dagli scarti di cucina per arricchire il terreno.

Alcuni suggeriscono di dare alle giovani piante un concime liquido una volta ogni sei settimane circa.

Le piante mature, possono nutrirsi con un concime a lento rilascio ogni primavera e autunno.

Potatura

Quando dovrei potare la mia clematis? Ci sono alcune cose da sapere prima di procedere con la potatura.

Tutte le clematidi possono essere potate per rimuovere rami morti, danneggiati o malati in qualsiasi momento, ma oltre a questo, devi sapere che varietà di clematis hai per capire come potare.

La potatura nel momento sbagliato o non adatta alla varietà che stai potando può ritardare la fioritura di un anno o più.

  • Gruppo 1: fiorisce su rami vecchi. Pota leggermente subito dopo la fioritura per rimuovere steli morti o danneggiati. Altri steli possono essere tagliati per mantenere forma e dimensioni.
  • Gruppo 2: fiorisce su legno vecchio e nuovo. Pota leggermente all’inizio della primavera prima che inizino a crescere. Rimuovi gli steli morti, danneggiati o sottili appena sopra un paio di gemme sane. Gli steli rimanenti possono anche essere tagliati dove sono visibili i germogli buoni.
  • Gruppo 3: fiorisce su rami nuovi. Pota molto a fine inverno fino a 30-60 centimetri dal terreno. Non preoccuparti, le clematis di questo gruppo possono crescere fino a 2 metri in una sola stagione.

Per tutti e 3 i gruppi, una potatura più drastica nei primi 2 anni può aiutare a incoraggiare la crescita della pianta.

Moltiplicazione

La moltiplicazione della clematide dal seme è un processo lungo e lento. La germinazione può richiedere fino a tre anni.

Dopo diversi anni di crescita, la clematide può essere divisa e trapiantata in giardino.

Moltiplicare la clematide dalle talee è il metodo più efficace. Prendi i gambi verdi e mettili in vaso con del terriccio: avranno bisogno di umidità finché non saranno ben radicati.

Un altro metodo di moltiplicazione è la stratificazione.

Parte di uno stelo di una pianta vivente viene trascinata fino a sotto il terreno del giardino e mantenuta lì finché non crescono abbastanza radici: a quel punto può essere tagliata dalla pianta madre.

Malattie e parassiti

Ci sono alcune malattie che infettano o uccidono le clematidi:

  • La macchia fogliare causa grandi macchie sulle foglie.
  • L’oidio si presenta come una sostanza bianca sulle foglie, come accade per le altre piante.
  • Le ruggine appare sotto forma di piccole spore gialle nelle foglie.
  • Il marciume delle radici inizia al di sotto del livello del suolo, facendo appassire e morire la pianta.

Significato

Per quanto riguarda il significato, i fiori di clematide simboleggiano la bellezza dell’ingegnosità.

Molti esperti hanno suggerito che questo è molto probabilmente legato alla sua meravigliosa e intelligente capacità di arrampicarsi in luoghi come muri e tralicci.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.