Girasole: piccola guida alla coltivazione

I girasoli (Helianthus annuus) sono il fiore dell’estate.

I girasoli crescono su uno stelo peloso, robusto e verticale che può essere alto diversi centimetri (o diversi metri in alcune varietà).

Gli steli possono contenere un singolo fiore o essere ramificati con più fiori. Lungo lo stelo crescono foglie ruvide, pelose, da ovali a triangolari.

I girasoli prendono il loro nome comune dal fatto che i capolini seguono ogni giorno il percorso del sole.

Questi fiori sono annuali, il che significa che completano il loro ciclo di crescita in un anno.

Pertanto, sono piante a crescita rapida. Scopriamo insieme come vanno coltivati i girasoli!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche del girasole, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Ci sono meravigliose varietà di girasole. Ecco alcune delle più belle:

  • Helianthus annuus ‘Russian Giant’: ha un singolo fiore giallo che può raggiungere i 40 centimetri di diametro. Crescendo fino a 3 metri di altezza, questa è una grande varietà per la produzione di semi.
  • Helianthus annuus ‘Teddy Bear: è una varietà nana con un soffice capolino, che cresce da 30 a 60 centimetri di altezza. Funziona bene in vaso.
  • Helianthus annuus ‘Giant Sungold: è una varietà che cresce fino a un metro e mezzo di altezza.
  • Helianthus AnnuusAutumn Beauty mix: sono molto alti e offrono un arcobaleno di colori autunnali su grandi capolini.
  • Helianthus annuus ‘Italian White’: sono piante alte un metro e mezzo con fiori bianco crema.

Esposizione

Per una migliore fioritura e per steli più robusti, pianta i tuoi girasoli in pieno sole, il che significa almeno sei ore di luce solare diretta nella maggior parte dei giorni.

Poiché sono eliotropici (i loro capolini seguono il sole), un’ampia esposizione al sole li aiuterà a rimanere dritti piuttosto che piegarsi nella direzione in cui la luce è predominante.

Fioritura

Di solito iniziano a fiorire a metà estate (da giugno) e possono persistere fino all’inizio dell’autunno.

I fiori, che in media sono grandi dai 6 ai 15 centimetri, hanno un ampio disco centrale circondato da petali corti.

La pianta della specie principale presenta petali giallo-arancio con un disco marrone o viola, ma i coltivatori ora hanno prodotto fiori in molti altri colori.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno il girasole per crescere sano e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

I girasoli cresceranno in quasi tutti i tipi di terreno.

Possono tollerare terreni poveri e asciutti. Tuttavia, cresceranno meglio in un terreno drenante che contiene una buona quantità di materia organica.

Quando innaffiare

Sebbene tolleranti alle condizioni di siccità, annaffiare regolarmente i girasoli li aiuterà la fioritura.

Spesso smettono di fiorire durante i periodi di siccità.

Lascia che i primi centimetri di terreno si asciughino tra un’annaffiatura e l’altra.

Se i tuoi girasoli appaiono cadenti e il terreno è asciutto, spesso è un segno che hanno bisogno di più acqua.

Concime

I girasoli apprezzano un concime ricco di fosforo e potassio per ricordare loro che dovrebbero mettere i fiori su quegli alti steli.

Se hai un terreno ricco, potrebbe non essere necessario integrare con fertilizzante.

Ma se hai un terreno povero, applica un fertilizzante a lenta cessione a partire dalla primavera, seguendo le istruzioni sull’etichetta.

Fai attenzione a non sovralimentare le tue piante, ciò può far diventare esili gli steli.

Potatura

I coltivatori di girasoli spesso devono tagliarne i fiori, specialmente delle varietà alte, per farli crescere in posizione verticale.

Le piante possono diventare molto pesanti quando sono in fiore.

Ai girasoli non piace competere con le erbacce, quindi mantieni pulito il giardino.

La pacciamatura intorno ai tuoi girasoli aiuterà sia a mantenere l’umidità del suolo che a sopprimere le erbacce.

Moltiplicazione

I girasoli possono essere moltiplicati prelevando talee e facendole radicare, ma il metodo più semplice è semplicemente raccogliere alcuni semi e conservarli per piantarli la primavera successiva.

Ma quando si prelevano i semi? I fiori dovrebbero iniziare a maturare all’inizio dell’autunno.

Quando ciò accade, le teste gireranno verso il basso e le cimette nel disco centrale avvizziranno.

L’unico modo sicuro per sapere se i semi sono pronti per la raccolta è estrarne alcuni e aprirli. Se i semi all’interno del guscio sono carnosi, sono pronti per la raccolta.

Per raccoglierli, taglia l’intero capolino con un po’ di stelo e appendilo in un luogo caldo, asciutto e ventilato, lontano da insetti e parassiti.

Copri le teste dei semi con una garza o un sacchetto di carta perché vengano raccolti quando si seccano e cadono spontaneamente.

Seleziona alcuni dei semi più grandi e carnosi che avranno le migliori possibilità di germinare e conservali in un luogo asciutto e fresco fino al momento della semina primaverile.

Malattie e parassiti

Diversi problemi di parassiti e malattie possono influenzare i girasoli.

Uccelli e roditori amano molto i semi. Quindi, se desideri conservare i semi per la semina, copri i capolini con una rete per proteggerli dai parassiti.

Inoltre, la tignola del girasole depone le uova sulla pianta, e le larve si nutrono dei capolini, scavando gallerie e lasciando buchi nei semi.

I girasoli possono anche essere soggetti a malattie fungine, tra cui l’oidio e la ruggine.

Per evitare tali malattie, fornisci un’adeguata circolazione dell’aria intorno alle tue piante e applica un fungicida da giardino non appena noti i primi segni di infezione.

Significato

I girasoli simboleggiano lealtà e adorazione.

In Cina, le persone associano i girasoli a lunga vita, buona fortuna e vitalità.

Per i gruppi di nativi americani, i girasoli rappresentavano il raccolto, la generosità e il rifornimento perché fornivano semi, pigmenti e altro ancora.

Il colore giallo del girasole simboleggia vitalità, intelligenza e felicità. Il colore giallo simboleggia anche tradizionalmente l’amicizia.

I girasoli simboleggiano anche il culto e la fedeltà in varie religioni a causa della loro somiglianza con il sole, che è associato alla conoscenza spirituale e al desiderio di cercare la luce e la verità.

Gli Incas usavano i girasoli per simboleggiare il Dio Sole e li portavano nei templi per il culto. Le sacerdotesse indossavano anche girasoli sui loro indumenti e come corone.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.