Segui questa Guida per curare al meglio le Erbe Aromatiche in Autunno

Giunto l’autunno le piante cominciano ad entrare in “letargo”, e tra queste anche alcune aromatiche che ci hanno accompagnato durante i mesi estivi.

Ma ci sono anche alcune aromatiche che se trattate nel modo giusto possono ancora offrirci i loro profumi, come menta, maggiorana, origano, melissa,  e molte altre dal portamento strisciante.

Vediamo insieme di cosa hanno bisogno nello specifico per poter offrire ancora i loro gradevoli profumi durante i mesi più freddi e come preservarle dalle basse temperature.

Tienile al riparo dal freddo

Nella stagione autunnale, col passare delle settimane, le temperature diventano sempre più basse e anche se ci sono alcune erbe aromatiche che ben si prestano in questo periodo ad essere coltivate, tuttavia vanno adeguatamente protette del freddo.

Se le tieni in vaso fai in modo di metterle al riparo, spostando i vasi in una zona dalla temperatura stabile, che possa essere adeguata. Non occorre avere una serra per fare questo ma puoi o coprire i vasi interessati o portare le erbe aromatiche in casa.

Se le coltivi in giardino dopo una prima potatura puoi riparare le radici dal freddo effettuando una buona pacciamatura creando in questo modo uno strato isolante tra l’esterno e l’interno.

Dirada le innaffiature

Se le temperature scendono di conseguenza il terriccio si asciugherà con una frequenza diversa rispetto all’estate.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Se le innaffiature sono frequenti, rischiano di causare danni alle radici che riversano in un terriccio sempre bagnato, quindi dirada le innaffiature e fai in modo che queste possano essere giuste, non appena il terriccio si asciuga completamente.

Potale per prepararle a nuova produzione

Oltre a godere dei profumi di alcune aromatiche autunnali puoi approfittare di questo specifico momento per potare la maggior parte della chioma, prima cimando, all’inizio dell’autunno e poi procedendo con una potatura più drastica.

In questo modo ti assicurerai che la pianta possa avere nuova produzione immediatamente dopo i mesi freddi, senza parti secche o troppo vecchie.

La potatura farà in modo di stimolare la produzione di nuove foglioline odorose ricche di oli essenziali. Tipiche delle parti più giovani delle erbe aromatiche.

Approfitta per riprodurle

Molte delle aromatiche autunnali hanno un portamento strisciante, cioè tendono a posarsi sul terriccio ed a ricoprire la superficie di vasi e aiuole, come la menta.

La parte dei rami che spesso poggia sul terriccio ha la capacità di radicare proprio in questo periodo quando il terriccio è umido e le giornate fresche.

Puoi approfittare per separare questi rametti dalla pianta madre e ricavare nuove piantine che a seguito dell’inverno avranno vita propria, in nuovi vasetti.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.