Per comprendere il vero problema dell’Albero di Giada ti basta osservare le sue foglie

Un tempo le piante grasse si regalavano o si acquistavano solo quando si pensava di non possedere il pollice verde. Per fortuna, col tempo, si è riscoperta la bellezza unica di queste piante che non sono assolutamente di serie B, come si riteneva un tempo.

Tra le piante grasse più amate c’è sicuramente l’Albero di Giada, il cui nome botanico è Crassula Ovata. Questa pianta, che può essere coltivata sia all’esterno che in casa, è molto resistente ed è famosa per le sue foglie spesse e rotonde che, secondo alcune leggende cinesi, per la loro somiglianza a monete, porterebbero fortuna a chi la coltiva.

Non sempre, però, l’Albero di Giada cresce in salute e in forma. Vediamo come capire il problema che l’affligge esaminando le sue foglie.

Foglie sottili

C’è chi lamenta che le foglie della sua crassula ovata, un tempo spesse e carnose, sono oggi molto sottili e hanno perso la loro particolarità.

In questi casi, il problema è legato a innaffiature limitate nella quantità d’acqua usata e nella frequenza.

Tieni a mente che, pur essendo una pianta grassa, l’albero di giada ha comunque bisogno di un certo apporto d’acqua soprattutto nei mesi più caldi.

In autunno e in inverno, invece, devi innaffiare molto raramente. In queste stagioni, le foglie troppo sottili sono spesso dovute a temperature eccessivamente basse o a un vaso troppo piccolo che sta soffocando le radici e non permette alla pianta di crescere.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Leggi qui altri dettagli e consigli relativi a questa problematica.

Foglie nere

Quando le foglioline presentano macchie nere o assumono questo colore in modo uniforme, quasi sicuramente si tratta di un problema legato all’eccesso di innaffiatura.

Troppa acqua causa piccoli edemi in quanto i tessuti della foglia si riempiono di una quantità eccessiva di liquidi.

Puoi correre ai ripari innanzitutto sospendendo le innaffiature. Poi, recidi e stacca le foglie ormai nere, per evitare che un eventuale marciume si diffonda al resto della pianta. Scopri qui altri consigli

Foglie raggrinzite

Foglie raggrinzite? Niente paura: anche in questo caso il problema può essere una irrigazione troppo bassa.

Prima che le foglie diventino grigie e cadano, ti conviene innaffiarle un po’ di più.

Attenzione: se le foglie sono raggrinzite, sottili e apparentemente secche si tratta, come abbiamo visto, di un problema di poca acqua. Se, però, risultano raggrinzite ma anche un po’ molli, potrebbe trattarsi del problema inverso, ossia di un eccesso d’acqua.

Foglie gialle

Le foglie gialle sono forse una delle alterazioni più comuni della chioma dell’albero di giada. A volte, le foglie diventano gialle semplicemente perché hanno concluso il proprio ciclo vitale.

Altre volte, invece, può trattarsi di un problema legato a condizioni ambientali avverse come vento o intemperie che indeboliscono la salute generale della pianta. In questi casi, puoi semplicemente spostarla in casa.

Più rare sono le ipotesi di infestazione di parassiti che si nutrono della linfa e scoloriscono le foglie, le quali assumono la classica colorazione giallognola. In questi casi, puoi utilizzare un prodotto specifico, puoi pulire le foglie con un po’ di acqua in cui hai sciolto qualche goccia di olio di neem o adoperare uno di questi consigli.

Foglie color ruggine

Non è raro che l’albero di giada presenti foglioline con bordi color ruggine, tendente al rosso. In tal caso, il problema è quasi sempre legato all’esposizione solare.

Soprattutto nei mesi estivi, infatti, i raggi troppo violenti del sole possono creare delle piccole bruciature sulla superficie delle foglie.

Di solito, il problema non è particolarmente grave quando si manifesta solo con questo lieve cambio di colore ma, quando il troppo sole è abbinato anche a temperature particolarmente alte, le foglie possono staccarsi e cadere.

Per risolvere ti basta spostare la pianta in un posto un po’ più riparato, magari alla luce solare indiretta.

Vuoi moltiplicare questa pianta? Prova questi trucchetti.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".