Come mai la mia Aralia ha le foglie tutte abbassate?

La fatsia, o anche aralia giapponese, è contraddistinta dalla bellezza delle sue foglie, lucide, dalla forma palmata che si aprono sopra alti steli conferendo ad ogni ambiente un tocco tropicale.

Se proprio queste foglie si mostrano diverse dal solito, in questo caso pendenti verso il basso non dobbiamo solo preoccuparci per ragioni estetiche.

La pianta sta comunicando un suo stato di sofferenza e dobbiamo cercare di capire cosa è successo.

Abbiamo fatto qualcosa di sbagliato? C’è qualche ragione esterna che sta condizionando lo stato di salute della nostra aralia?

Vediamo insieme come mai le foglie della nostra aralia sono pendenti verso il basso e come rimediare.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Fa troppo freddo

L’aralia essendo una pianta tropicale, se tenuta all’esterno, tollera poco e male i cambiamenti di temperatura repentini ma soprattutto drastici.

È vero, si tratta di una pianta piuttosto rustica e resistente ma c’è un limite a tutto.

Fai in modo di proteggerla dal freddo invernale, durante le gelate o dalle raffiche ventose che possono comportare un abbassamento del fogliame verso il basso.

Riduci le innaffiature durante l’inverno; in questo modo eviterai che le radici possano subire ulteriori stress rispetto alla temperatura così come la chioma.

Durante le notti in cui sono previste delle gelate non puoi fare altro che spostarla in un luogo chiuso o coprirla con un telo in nylon.

Puoi addossare la pianta ad una parete così da proteggerla da correnti fredde che non fanno altro che danneggiare lo splendido fogliame.

Ambiente secco

Se la tieni in casa ti sei mai chiesto che tipo di ambiente c’è? Probabilmente molto secco visto lo stato in cui riversa il fogliame della tua aralia.

Si tratta pur sempre di una pianta tropicale e l’umidità è fondamentale.

In inverno, potresti averla messa vicino a fonti di calore termosifoni, il getto dell’aria condizionata, dispositivi che seccano l’aria irrimediabilmente a tal punto da far soffrire la pianta.

Devi necessariamente spostarla o le foglie cominceranno a cadere.

In estate devi nebulizzare il fogliame anche più volte al giorno. In questo modo riuscirai a rendere l’ambiente circostante alla pianta particolarmente umido.

Poca acqua

È probabile che il terriccio della tua aralia sia troppo secco e che le foglie ti stiano comunicando che la pianta ha un urgente bisogno di acqua.

Anche se parliamo di una pianta particolarmente resistente, questo non vuol dire che dobbiamo indurla ad essere sofferente e dimenticarci di darle acqua. Ha bisogno di un terriccio umido e di un apporto di acqua costante affinché le foglie possano essere sostenute.

È pur sempre una pianta tropicale; per questo motivo il fattore umidità e le irrigazioni sono fondamentali.

Non dimenticare, almeno una volta a settimana durante il periodo estivo di innaffiare la tua aralia.

Se non vuoi rispettare un programma fisso, puoi testare l’umidità del terriccio anche utilizzando le dita così da innaffiare la pianta al bisogno qualora ti accorgessi che i primi centimetri di terriccio sono asciutti.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.