Come curare l’Aralia giapponese detta Fatsia, la pianta dalle 8 dita

L’Aralia giapponese è una popolare pianta d’appartamento originaria delle isole meridionali del Giappone dove cresce in condizioni subtropicali.

Una pianta robusta, l’aralia giapponese può crescere fino a 4 metri di altezza all’aperto e circa 1,80 metri di altezza al chiuso.

Le sue lussureggianti foglie verde scuro e la facilità di cura la rendono una varietà molto popolare per abbellire case e appartamenti, ma è anche usata per ornare giardini tropicali.

Scopriamo insieme come curare l’Aralia giapponese detta Fatsia!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche della Fatsia, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Esistono diverse varietà di Aralia giapponese che sono spesso scelte come piante d’appartamento. Tra queste ricordiamo:

  • Fatsia japonica Annelise: questa varietà ha colori vivaci, in più ha ricche foglie color smeraldo macchiate di giallo.
  • Fatsia japonica Moseri: anziché avere piccoli fiori bianchi, la varietà Moseri ha grandi fiori e grandi bacche nere. Fiorisce anche durante i mesi invernali, sfoggiando i suoi fiori da ottobre a gennaio.
  • Fatsia japonica Spider’s Web: questa varietà prende il nome dalle macchie e dalle venature uniche e simili a ragnatele che connotano le sue foglie.

Esposizione

L’Aralia giapponese cresce meglio quando si trova in una posizione di ombra parziale o totale.

L’esposizione alla luce solare diretta e brillante può sbiadire le foglie della pianta, quindi posizionala solo sotto la luce diffusa del mattino, evita i raggi pomeridiani troppo forti.

Fioritura

L’aralia giapponese vanta foglie grandi e coriacee che sono il motivo per cui viene principalmente coltivata questa pianta.

Ma nelle giuste condizioni, gli esemplari maturi produrranno gruppi di piccoli fiori bianchi ogni autunno, seguiti da grappoli di bacche nere lucide.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno la Fatsia per crescere sana e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

La pianta di Aralia giapponese non è troppo esigente quando si tratta di terreno.

La Fatsia preferisce un terreno umido ma che sia drenante. È preferibile inoltre un terreno che sia da neutro a leggermente acido.

Quando innaffiare

L’umidità regolare è essenziale per l’aralia giapponese durante la sua stagione di crescita (primavera ed estate).

Innaffia regolarmente per assicurarti che il terreno non si asciughi mai, inumidendo completamente la zolla fino a quando l’acqua non fuoriesce dai fori di drenaggio del vaso.

Durante i mesi autunnali e invernali, riduci leggermente le annaffiature per consentire alla pianta di riposare.

Concime

Per dare alla tua pianta di Fatsia o Aralia una spinta in più, puoi concimarla.

Fertilizza regolarmente (2-3 volte al mese) con un concime liquido debole solo durante la stagione di crescita.

Riduci il fertilizzante a una volta al mese circa in autunno e in inverno.

Potatura

In genere non ha bisogno di una vera e propria potatura, soprattutto se la coltivi come pianta di appartamento, ma se noti foglie malate o secche puoi eliminarle.

In più, se la pianta è cresciuta troppo puoi tagliarne qualche foglia per ridimensionarla.

Potala alla fine dell’inverno o all’inizio della primavera, appena prima che inizi a germogliare con una nuova crescita.

Taglia i rami appena sopra i nodi delle foglie, modellando il cespuglio come desideri. Questo tipo di potatura aiuta a mantenere un arbusto denso, eretto e ricco di fiori.

Moltiplicazione

Questa varietà può essere propagata sia per seme che per talea. È improbabile che la tua pianta fiorisca in casa, quindi è meglio optare per il metodo della talea tagliando la parte apicale (in cima alla pianta) dello stelo.

Per propagare, prendi una talea da una pianta matura all’inizio della stagione di crescita e usa un ormone radicante per il miglior successo.

Metti in un vaso pieno di terra umida e copri con un sacchetto di plastica. Conserva le talee in un luogo caldo e umido fino a quando non emerge una nuova crescita: dovrebbe mettere radici in uno o due mesi.

Malattie e parassiti

Come molte piante, l’aralia giapponese è sensibile all’attacco di afidi, noti anche come pidocchi delle piante.

Questi parassiti molto comuni si nutrono delle foglie della pianta (tipicamente una nuova crescita) e possono arrestare la crescita o ostacolare la sua capacità di prosperare.

Sono abbastanza facili da controllare se catturati abbastanza presto e possono essere uccisi usando l’olio di neem.

Più notevole è il problema dell’aralia giapponese con le cocciniglie, note anche come insetti cotonosi.

Le cocciniglie si nutrono dei fluidi dagli steli e dalle foglie dell’aralia giapponese, privandola dei nutrienti essenziali di cui ha bisogno per crescere.

Inoltre, espellono una sostanza appiccicosa simile alla linfa chiamata melata sul fogliame, che può rendere la pianta più suscettibile alla muffa fuligginosa.

Per liberare la tua pianta dalle cocciniglie, strofina periodicamente il fogliame con batuffoli di cotone leggermente imbevuti di alcool.

Per una grave infestazione, tratta la tua pianta con olio di neem vaporizzandolo sulle foglie e sugli steli.

Significato

Il nome Fatsia viene da fatsi, che rappresenta la parola giapponese “otto in riferimento alle foglie che hanno precisamente 8 lobi.

In Giappone la Fatsia è nota anche con la parola yatsude che sta per “otto dita“.

Come riprodurre Fatsia japonica?

La Fatsia japonica può essere propagata sia per seme che per talea. Ovviamente è più semplice moltiplicarla per talea prendendo un pezzo di stelo e piantandolo in un vasetto.
Le radici spunteranno in 1 o 2 mesi.

Come si cura la pianta Aralia?

La pianta di Aralia ha bisogno di luce indiretta, qualche ora di ombra e di annaffiature giuste, per non sbagliare innaffia solo quando i primi centimetri di terreno si sono aciugati.

Quando si pota l’Aralia?

Pota l’arbusto di aralia giapponese alla fine dell’inverno o all’inizio della primavera, appena prima che inizi a germogliare con una nuova crescita.
Taglia i rami appena sopra i nodi delle foglie, modellando il cespuglio come desideri. Questo tipo di potatura aiuta a mantenere un arbusto denso, eretto e ricco di fiori.

Come innaffiare la Fatsia?

Innaffia la Fatsia quando i primi centimetri del terreno sono asciutti. Innaffia finché l’acqua non scorre attraverso i fori di drenaggio sul fondo del vaso e rimuovi l’acqua che si è accumulata nel sottovaso.

Dove posizionare la pianta di Aralia?

Posiziona la pianta di Aralia in un luogo che non venga raggiunto dai raggi diretti del sole.
Scegli una posizione dove arrivi luce indiretta e filtrata.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.