Osserva gli steli e le foglie del Ciclamino per capire se si trova nel posto giusto

Quando porti a casa un ciclamino dal vivaio, pensi subito a dove posizionarlo per farne sfoggio.

Anche se la tentazione di mettere questa pianta dei fiori sgargianti nel posto che più ti piace è forte, dovresti valutare se la pianta ne soffrirà o ne gioverà.

Se scegli un posto sbagliato per la pianta, mostrerà dai primi momenti segni di sofferenza e sarai costretto a curarla il prima possibile nel modo giusto per farla riprendere.

Vediamo insieme allora quali sono le condizioni che provocano sul ciclamino steli sofferenti e foglie gialle!

Il luogo è troppo buio

Se hai posizionato il ciclamino in un luogo troppo buio ciò promuoverà la produzione di foglie piccole o addirittura assenti.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Gli steli crescono allungati ma spogli dando l’impressione di una crescita stentata.

La conseguenza di questo comportamento, ovvero un ciclamino che ha meno foglie, è il fatto che si raccoglie meno energia che può essere convertita in nutrienti.

Assicurati di posizionarlo dove riceva più luce indiretta e concima per aiutarlo ad integrare i nutrienti che mancano.

Non c’è circolazione d’aria

Non solo una errata routine di innaffiatura può causare steli e foglie cadenti, ma un problema connesso ad un ristagno d’acqua è sicuramente la mancanza di una buona circolazione d’aria.

La mancanza d’aria fa sì che il terreno si asciughi meno velocemente del solito, questo favorisce la presenza dell’acqua stagnante all’interno del copri vaso per molto più tempo.

Anche la sua corona centrale deve rimanere sempre asciutta per evitare lo sviluppo di marciume basale o muffa.

L’oidio e la botrite sono le principali minacce tra le piante con fogliame pesante a causa della natura compatta che favorisce la diffusione delle malattie. L’irrigazione sopra il fogliame consentirà all’umidità in eccesso di depositarsi sullo stelo, attirando i batteri nocivi a prosperare.

Rimuovi le aree colpite e migliora le condizioni di crescita posizionando la pianta in un luogo più luminoso con l’uso del metodo di irrigazione dal basso verso l’alto.

Questo avviene ad esempio quando mettiamo il ciclamino su un davanzale troppo angusto, seppur posizionato all’esterno, dunque l’aria non circola correttamente tra steli e foglie.

Foglie bruciate

Troppa luce solare porterà a bruciature solari, con segni tipici tra cui foglie dorate o secche, bordi delle foglie secche, foglie infossate o crescita stentata.

Anche se poca luce causerà problemi di irrigazione eccessiva, anche troppa luce solare influirà negativamente sulla pianta.

Una posizione che offre oltre due ore di luce solare al giorno porterà la crescita ottimale per il ciclamino.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.