Perché dovresti Annaffiare le tue piante dal Basso?

Alcune specie di piante sono sensibili alla luce, altre al tipo di terreno e altre ancora all’acqua, in quanto non tollerano schizzi d’acqua sulle loro foglie.

Per queste piante, l’irrigazione dal fondo è la soluzione ideale.

Oltre ad essere una soluzione per questo tipo di piante, offre anche alcuni benefici per la loro salute.

Vediamo allora insieme perché dovresti annaffiare le tue piante dal fondo!

Benefici dell’annaffiatura dal basso

Se non hai mai annaffiato il fondo delle tue piante d’appartamento, potresti chiederti perché farlo è ritenuto vantaggioso da molti. Ecco allora i benefici del metodo di irrigazione di fondo.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Può prevenire la compattazione del terreno

Uno dei modi in cui il terreno di una pianta d’appartamento può essere compattato è semplicemente annaffiando la pianta per un certo periodo di tempo.

Questo è quasi inevitabile, dal momento che non puoi chiaramente smettere di annaffiare la tua pianta.

Tuttavia, annaffiando dall’alto, l’acqua viene assorbita dai primi strati di terreno che esercitano così pressione sugli starti più bassi.

Innaffiando dal fondo le tue piante puoi mantenere più a lungo la qualità del terreno della tua pianta d’appartamento.

Scegliere di annaffiare le piante dal basso invece di annaffiare solo dall’alto significa anche che non dovrai arieggiare il terriccio così spesso. Puoi anche passare più tempo tra il dover rinvasare la tua pianta d’appartamento solo per sostituire il suo terriccio compatto.

Potrebbe ridurre il rischio di parassiti

Alcuni coltivatori pensano che annaffiando dal fondo le loro piante d’appartamento, il rischio della pianta di attirare parassiti diminuisce.

La ragione di ciò è che lo strato superiore del terreno della pianta non è bagnato, quindi gli insetti amanti dell’umidità non si avvicineranno.

Non succhiano nemmeno le foglie della pianta, poiché anche queste sono secche al tatto. Tutta l’umidità viene dalle radici in su, all’insaputa di questi parassiti.

Potrebbe aumentare la resistenza delle radici

Quando innaffi le tue piante d’appartamento, l’acqua non deve scendere attraverso centimetri e centimetri di terreno fino alle radici.

Nel caso dell’annaffiatura dal basso, l’acqua arriva direttamente alle radici. Inizieranno a crescere verso il basso come dovrebbero, il che può aiutare la forza e la longevità delle radici.

Sebbene ci siano molti vantaggi per le piante che vengono irrigate dal fondo, non è né migliore né peggiore dei metodi di irrigazione tradizionali.

Innaffiare le piante dall’alto a volte può aiutare a lavare il fertilizzante aggiunto, il cibo per le piante e persino i sali in eccesso che si trovano sulla parte superiore del terreno attraverso il terreno e il foro di drenaggio dei vasi.

Come annaffiare le piante dal basso

Se hai piante d’appartamento che vorresti iniziare ad annaffiare di fondo, ecco alcuni pratici passaggi da seguire.

Dove si immergerà la tua pianta d’appartamento? Dipende dalle sue dimensioni. Per le piante più piccole è sufficiente utilizzare un contenitore pieno d’acqua.

Per le piante più grandi, un contenitore potrebbe essere troppo piccolo, quindi puoi riempire la vasca da bagno.

Riempi quanto basta il contenitore, la bacinella o la vasca d’acqua, in modo che il vaso della pianta sia immerso almeno per i suoi 3/4.

Non è necessario rimuovere la pianta dal suo vaso, metti il ​​tutto nella vasca o nel contenitore che hai riempito. Dai alla tua pianta almeno 10 minuti per assorbire l’acqua.

Se è passato un po’ di tempo dall’ultima volta che la tua pianta è stata annaffiata, puoi raddoppiare il tempo, ma non lasciare la tua pianta d’appartamento lì per più di 20 minuti.

Una volta che l’acqua in eccesso ha finito di scorrere via, asciuga il vaso della pianta e rimetti la tua pianta d’appartamento dov’era.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.