Le 7 varietà di Ciclamino che ancora non conosci

Sapevi che il ciclamino vanta una famiglia numerosissima? Esistono oltre 20 specie di questa pianta dai fiori splendidi, che siamo abituati a vedere unicamente nel periodo invernale.

È proprio in base alla specie che potrebbe essere possibile cominciare a coltivarli per averli fioriti non solo durante i mesi freddi ma in ogni momento dell’anno.

Questo è possibile unicamente per l’esistenza, sconosciuta a molti, di alcune varietà che hanno la capacità di fiorire in diversi momenti dell’anno.

Vediamo insieme le specie più belle del ciclamino e quali sono quelle che è possibile coltivare in altri periodi dell’anno che non siano i mesi freddi.

Ciclamino persiano

Cyclamen persicum, immancabile nella nostra rassegna dei ciclamini più belli è la varietà più commerciale, quella che comunemente troviamo in qualsiasi vivaio e di sicuro il precursore di tutte le varietà più comuni e colorate in commercio.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

È il classico ciclamino invernale che vanta fioriture colorate, generalmente sul rosso o sul viola, che vanno dall’autunno fino alla primavera inoltrata, godendo particolarmente delle temperature più fresche.

Hanno la classica foglia a forma di cuore, spesso marmorizzata, raggruppate in cespugli sulla sommità del bulbo tuberoso che sporge dal terriccio. I fiori sbocciano sulla cima di steli privi di foglie.

Ciclamino napoletano

Con il nome botanico di Cyclamen hederifolium , questa è una delle varietà più resistenti e facili da coltivare in giardino, e deve il suo nome alla particolare forma delle foglie.

Le sue foglie, infatti, somigliano molto all’edera sia per forma che per variegatura  e sono raccolte in ciuffi su tutto il tubero.

Le radici spuntano nella parte superiore del tubero e dai lati mentre la parte inferiore è particolarmente nuda, dunque massima attenzione ad interrarsi in modo corretto.

 Il periodo di fioritura inizia da fine agosto proseguendo per tutto ottobre e novembre; I fiori spuntano poco prima delle foglie, dalle quali sono prontamente seguiti.

Ciclamino europeo

Il suo nome botanico è Cyclamen purpurascens e la sua peculiarità riguarda la sua splendida fioritura che a differenza delle specie più comuni ha una fioritura estiva.

È inoltre uno dei pochi ciclamini profumati e ama gli spazi ombreggiati, vista soprattutto la violenza dei raggi solari in estate.

Le radici tendono a crescere da tutta la superficie del tubero, che ha comunque dimensioni ridotte. I fiori sono simili a quelli del ciclamino napoletano generalmente di un rosa carminio.

Ciclamino romano

Il suo nome botanico è Cyclamen repandum e la sua peculiarità riguarda non solo le caratteristiche particolari di foglie e fiori ma anche il periodo di fioritura.

Le sue foglie hanno una forma dentata, sagomata, quindi con bordi geometrici e macchiati di grigio.

I suoi fiori hanno petali sottili e allungati e spuntano da alti steli durante il periodo primaverile, tra aprile e maggio, generalmente di color porpora.

I suoi tuberi, di dimensioni ridotte, emettono le radici nella parte inferiore.

Ciclamino Coum

Tra le varietà più particolari per la forma dei suoi fiori, il cyclamen coum si presenta con fiori tozzi, più bassi e dai petali più corti del comune ciclamino, con una forma arrotondata. Il loro colore è spesso sfumato con una base del petalo più scura rispetto al bordo.

Le sue foglie lucide, arrotondate, presentano una colorazione scura, raramente variegata d’argento.

Ciclamino cretese

La varietà creticum, questo il nome scientifico, è conosciuta per il candore dei suoi splendidi fiori, di un bianco abbagliante soprattutto durante il periodo di fioritura.

Si tratta di una fioritura primaverile, inusuale rispetto a quella a cui siamo abituati, e di una pianta che ama terricci rocciosi e ombreggiati, per poter resistere alle temperature primaverili più calde.

Le sue foglie spesso variegate di verde chiaro e scuro, hanno la classica forma a cuore e possono essere dentate ai bordi.

Ciclamino africano

Cyclamen africanum, questo è il nome scientifico di questa splendida varietà originaria dell’Algeria e del Marocco, dalle foglie più grosse del solito.

Queste stesse foglie presentano una variegatura che sembra seguire dei motivi geometrici partendo dall’interno della foglia verso l’esterno.

Non è in grado, vista anche la sua provenienza, di resistere al freddo ed il suo tubero è in grado di produrre radici in ogni sua parte.

I suoi fiori sono simili alla varietà hederifolium, infatti è molto semplice confonderle ma questa varietà a differenza di quello napoletano ha un bulbo che non ha base liscia ma anche lì vi sono radici.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.