5 Cure ideali per un Amarillo dai fiori grandissimi

L’amaryllis o amarillo è una pianta bulbosa affascinante e ampiamente coltivata per i suoi fiori spettacolari e dalle sfumature uniche.

Ma per ottenere fioriture grandi e rigogliose, è importante seguire alcuni accorgimenti nella cura di questa pianta.

Dunque vediamo insieme quali sono i passi fondamentali da seguire per curare l’amaryllis e godere di fiori grandi e stupefacenti!

Scelta del bulbo

La prima fase cruciale per ottenere fioriture grandi dalla pianta di amarillo è selezionare un bulbo di qualità.

Scegli un bulbo grande e sano ed evita invece i bulbi molli o danneggiati. Assicurati anche che il bulbo sia privo di segni di muffa o malattie.

Se parti da un bulbo sano hai molte probabilità di successo in più nella cura e nella fioritura dell’amarillo, mentre con un bulbo che presenta già segni di sofferenza dovrai fare più attenzione e dedicargli cure specifiche che lo aiutino a rimettersi in salute.

Terriccio e vaso

Utilizzare un terriccio drenante e poroso per la coltivazione dei bulbi è sempre cruciale.

La scelta del terriccio infatti influisce anche sulle innaffiature poiché un terreno argilloso potrebbe far marcire i bulbi anche se si innaffia poco o di rado.

Al contrario, un terreno che drena correttamente l’acqua d’irrigazione rende migliore e graduale l’assorbimento di acqua da parte delle radici e in più si asciuga più facilmente rendendo meno frequenti problemi di marciume.

Se hai un terriccio universale puoi miscelarlo con 1 parte di sabbia o di inerti come perlite o vermiculite.

Pianta correttamente il bulbo

Piantare il bulbo di amaryllis in modo corretto è un altro fattore che ti permette di avere delle piante sane e dunque delle belle fioriture.

L’amaryllis preferisce essere piantato in modo che affiori leggermente rispetto al livello del terreno, quindi evita di piantarlo troppo in profondità.

Posiziona il bulbo in modo che abbia spazio sufficiente per crescere e sviluppare nuovi bulbilli.

Luce solare

L’amaryllis ama la luce solare diretta e ha bisogno di almeno sei ore di sole al giorno.

Posiziona la pianta in un luogo ben illuminato, se coltivi i bulbi in casa è preferibile che si trovino vicino a una finestra rivolta a sud o a ovest.

Se coltivi l’amaryllis in giardino assicurati che si trovi in una posizione la cui esposizione al sole non sia ostacolata da alberi o da porticati.

Annaffiatura e fertilizzazione

Fornire un adeguato regime di annaffiatura è essenziale per la salute dell’amaryllis.

Innaffia la pianta solo quando il terreno è completamente asciutto, evitando il ristagno dell’acqua.

Durante la fase di crescita attiva e fioritura, aumenta gradualmente la quantità di acqua fornita, ma evita di inondare la pianta.

Per ottenere fioriture grandi e rigogliose, è importante nutrire l’amaryllis durante la fase di crescita.

Utilizza un fertilizzante NPK con una percentuale di potassio maggiore (il valore K sull’etichetta).

Inizia ad applicare il fertilizzante ogni 3 settimane nella fase in cui la pianta cresce attivamente e continua fino a quando i fiori si sono sbocciati completamente.

Fai sempre attenzione con il fertilizzante sintetico poiché basta un po’ di concime in più e le radici potrebbero subire delle ustioni.

Se pianti gli amarilli in giardino è preferibile utilizzare del compost da inserire nel momento in cui pianti i bulbi.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.