Vermiculite: di cosa si tratta e perché è utile alle tue piante

La vermiculite è un minerale naturale (silicato di magnesio-alluminio-ferro) che viene estratto in vari paesi del mondo, compresi gli Stati Uniti e il Sud Africa.

Prende il nome dal latino “vermiculare“, che significa allevare vermi, e dal suffisso –ite che in mineralogia è la terminazione di numerosi minerali e rocce; questo nome proviene dal fatto che quando la vermiculite viene riscaldata a temperature molto elevate, si espande in lunghi filamenti simili a piccoli vermi.

La vermiculite è leggera, atossica e sterile e non si deteriora nel tempo, in più ha un pH neutro. Viene utilizzato nell’edilizia, nell’industria automobilistica e negli imballaggi.

Per l’uso in orticoltura si trova sotto forma di scaglie leggere e assorbenti marrone-dorato e può assorbire tre o quattro volte il suo peso in acqua e attrae anche vari nutrienti vegetali come potassio, magnesio e calcio.

Queste qualità la rendono utile in giardino per la moltiplicazione e per l’invasatura di piante che hanno bisogno di un terreno umido, comprese le piante da appartamento.

Scopriamo insieme di cosa si tratta e perché è utile alle tue piante!

A cosa serve la vermiculite

La vermiculite aiuta ad aerare il terreno trattenendo contemporaneamente acqua e sostanze nutritive, che poi rilascia nel tempo.

La vermiculite è quindi utile nella semina e nella propagazione delle piante.

Può anche essere aggiunta al terriccio comune nei vasi delle tue piante da appartamento.

È possibile trovare diverse dimensioni delle scaglie di vermiculite: utilizza quelli più piccoli per la semina e le dimensioni più grandi per creare il substrato in vaso per le piante d’appartamento.

Semina

I semi di tutte le dimensioni possono essere seminati anche in sola vermiculite.

In alternativa, puoi usare una miscela 50/50 di vermiculite e terriccio.

Puoi anche piantare i semi semplicemente usando il terreno comune e poi coprire lo strato superficiale con vermiculite, dopo aver messo i semi.

Coprire un sottovaso di semi con vermiculite aiuta a mantenere umido il terreno e aiuta anche a scongiurare le malattie fungine.

Una miscela che contiene circa il 30% di vermiculite è l’ideale anche per le talee.

Per le piante da appartamento

Poiché la vermiculite trattiene l’acqua ma allo stesso tempo drena l’acqua in eccesso, come una spugna, è ottima da aggiungere al terreno delle piante da appartamento che hanno bisogno di un terreno sempre umido come lo spatafillo.

Le radici delle piante possono assorbire umidità quando ne hanno bisogno.

Poiché la vermiculite impiega molto tempo ad asciugarsi, dovrai annaffiare di meno. La vermiculite aera anche il terreno, aiuta ad impedirne la compattazione.

Vermiculite o perlite?

La perlite è roccia vulcanica espansa e ha l’aspetto di piccoli granelli bianchi, simili al polistirolo.

Anche se aiuta a trattenere un po’ d’acqua, la perlite viene utilizzata principalmente solo per aerare il terreno.

È eccellente per creare un terriccio drenante per le piante che necessitano di un buon drenaggio, come cactus e piante grasse.

La vermiculite è migliore invece per trattenere acqua e nutrienti rispetto alla perlite ed è utilizzata per le piante che hanno bisogno di più umidità per crescere.

Puoi usare la vermiculite e la perlite insieme: mescolare un po’ di perlite in una miscela per la semina assicurerà sia flusso d’aria alle radici, mentre la parte di di vermiculite bloccherà l’umidità.

Dove e come trovare la vermiculite

È meglio acquistare la vermiculite che è stata preparata specificamente per l’uso orticolo.

I sacchetti di vermiculite di piccole e medie dimensioni sono facili da recuperare nei vivai, nei garden center e nei negozi di bricolage della tua zona.

Essendo un materiale molto leggero, è facile anche ordinarlo online per la consegna a domicilio.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.