3 Modi per moltiplicare la Margherita

Le margherite sono meravigliosi fiori da giardino che meritano un posto privilegiato nella maggior parte di aiuole e cortili.

Preferiscono un terreno drenante ma sono abbastanza resistenti da sopportare la maggior parte delle condizioni.

Richiedono pochissime cure, producono bellissimi fiori e fioriscono ogni anno. In più, sono molto semplici da propagare.

La propagazione delle margherite può avvenire utilizzando uno qualsiasi dei tre metodi principali: per seme, per talea o dividendo la pianta adulta in nuove divisioni.

Ciascuno di questi metodi è facile ed efficace: scopriamo insieme come moltiplicare la margherita!

Moltiplicazione da seme

Le margherite cresceranno bene se le moltiplicherai dal seme.

Lascia che i tuoi fiori rimangano sulla pianta dopo la fioritura e i semi si svilupperanno dopo che i petali si saranno seccati.

Puoi anche eliminare i fiori esauriti all’inizio dell’autunno e raccoglierli in un sacchetto di carta.

Dopo una settimana i capolini sono completamente secchi e pronti per la raccolta dei semi.

Basta premere le teste essiccate con le dita per ricavare i semi. Se lo fai dentro o sopra il sacchetto di carta, i semi si raccolgono sul fondo, insieme ai semi caduti durante il processo di essiccazione.

I semi possono essere piantati in autunno o in primavera. Sempre meglio distribuire i semi sul terreno di semina in autunno.

In questo modo, simulerai proprio il del ciclo naturale del seme. Se li pianti in giardino in autunno, saranno coperti dalle foglie autunnali e dalla neve invernale (se nevica nella tua zona!).

Prenderanno un bel bagno freddo durante i mesi invernali, prima che la neve si sciolga e le piogge primaverili li risveglino.

Quando il sole primaverile riscalderà il terreno, inizieranno a germogliare e una nuova crescita diventerà evidente all’inizio dell’estate.

Puoi preparare il tuo letto di semi e seminare in primavera e ottenere gli stessi risultati.

Ad ogni modo, non aspettarti fiori nel primo anno. Probabilmente arriverai al secondo anno prima di vedere fioriture sulle giovani piante.

Puoi anche scavare e trapiantare le piccole piante in nuove aiuole se germogliano troppi semi o se spuntano in aree che non desideri.

Moltiplicazione per talea

Il secondo metodo è quello della moltiplicazione della margherita per talea.

Immergi un gambo lungo 10 o 15 centimetri nell’ormone radicante prima di piantarlo o semplicemente posizionalo nella sabbia umida o nel terriccio.

Rimuovi fiori e foglie dalla metà inferiore del gambo e posiziona le talee in un punto con luce solare indiretta.

Mantieni il terreno leggermente umido e in poche settimane o un mese si svilupperanno le radici lungo il taglio: la nuova pianta è pronta per il trapianto.

La pianta e i fiori saranno esattamente come la pianta madre da cui hai preso il taglio, ma come con i semi potresti non ottenere molti fiori nel primo anno di semina.

Moltiplicazione per divisione

Il terzo metodo per moltiplicare e ottenere nuove piante di margherite è la divisione della pianta matura.

Questo metodo di propagazione si traduce in una copia esatta della pianta e fiorirà nel primo anno.

In questo caso, a differenza degli altre due metodi, le radici sono già consolidate e aderiscono bene al terreno.

La divisione può essere effettuata in autunno o in primavera. Preferisci sempre l’inizio dell’autunno in modo che le piante possano continuare a mettere nuove radici mentre il terreno è ancora caldo.

In questo modo, in primavera le piante trapiantate sono già a posto per una piena stagione di crescita.

Inizia a dividere la pianta di margherita scavando l’intera pianta e trattenendo l’intera zolla di terreno intorno alle radici, se possibile.

Se vuoi dividere le tue margherite in primavera, aspetta di vedere una nuova crescita verde. Se invece vuoi dividere la pianta in autunno, aspetta che i fiori siano esauriti.

La pianta è molto resistente, quindi non devi essere troppo delicato mentre fai queste operazioni.

Per iniziare a dividere, premi semplicemente una vanga al centro della zolla di terreno. Il centro della pianta può essere resistente, quindi l’uso di uno strumento affilato ti aiuta a separarlo più facilmente.

Afferrando ciascuna delle due metà, separale semplicemente: ora hai due piante.

A seconda di quanto sono grandi i ciuffi, puoi dividere ulteriormente le metà in quattro, otto o più sezioni.

Scava una nuova buca in un punto con pieno sole, aggiungi un po’ di compost e posiziona la divisione. Compatta il terreno attorno alle radici e innaffia bene.

Ogni divisione crescerà in un nuovo grande ciuffo di margherite e in pochi anni sarà pronto per essere diviso di nuovo.

Se lasciata sola, la propagazione naturale per seme e l’espansione delle piante consentirà alle margherite di prendere prontamente il controllo di molte aiuole, ma i risultati possono sembrare irregolari.

Con un piccolo sforzo puoi avere le tue margherite sotto controllo e avere un giardino dall’aspetto curato per gli anni a venire.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.