Fare una Talea di Ortensia è semplice anche solo con un barattolo

Le ortensie sono bellissimi arbusti da fiore molto comuni nei giardini italiani.

Una pianta matura può produrre tante nuove ortensie per riempire il tuo giardino, se decidi di moltiplicarne i rametti.

Le ortensie sono particolarmente adatte a questo metodo. A differenza di molte altre piante legnose, crescono rapidamente e possono diventare arbusti da fiore maturi in un solo anno.

Ma vediamo allora come fare una talea di ortensia nel modo giusto!

Quando fare le talee di ortensie

Ci sono molte teorie sul momento migliore per prelevare talee dai vari tipi di ortensie (a foglia grande, a foglia di quercia, liscia e a pannocchia), ma i giardinieri più esperti trovano che sia meglio prelevare talee in primavera per piantarle in giardino qualche mese dopo, in autunno.

In primavera, il tasso di crescita della pianta è alto e la propagazione in questa stagione consente una crescita completa per la talea che ha messo radici in modo che radichi in una pianta a grandezza naturale.

È meglio prelevare talee quando fa fresco, al mattino presto o alla sera. In questo modo, lo stress da calore non influirà sullo stelo una volta rimosso dalla pianta madre.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Sebbene sia possibile tagliare l’ortensia a fine estate e coltivarla in casa, questo è un metodo più complicato con una percentuale di successo inferiore.

Cosa ti servirà

Prepara i materiali necessari per moltiplicare la tua ortensia tramite talea:

  • Cesoie affilate
  • Guanti da giardinaggio
  • Alcool denaturato
  • Batuffolo di cotone
  • Ormone radicante in polvere
  • Vaso di terracotta da 15 a 20 cm
  • Terreno da semina

Disinfetta le cesoie prima di iniziare tamponando un batuffolo di cotone nell’alcol denaturato e strofinando le lame e il manico. Prendere questa precauzione aiuterà a prevenire le malattie fungine nella tua nuova pianta.

Prendi le talee

Su hai una pianta di ortensia matura, fai un taglio a circa 4-5 cm sotto un nodo fogliare su un ramo verde e sano che non ha ancora formato boccioli di fiori.

Evita i gambi più vecchi e legnosi. Il taglio dovrebbe essere lungo da 12 a 16 cm, nel complesso.

Rimuovi tutte le foglie inferiori, facendo attenzione a non danneggiare lo stelo durante il processo. Lascia solo qualche foglia superiore ma rimuovi metà di ciascuna delle foglie superiori rimanenti, usando potatori o forbici.

Prepara il vaso

Immergi l’estremità tagliata dello stelo nella polvere di ormone radicante. Questo può essere visto come un passaggio facoltativo, ma la maggior parte dei coltivatori ritiene che le percentuali di successo vengano migliorate utilizzando l’ormone radicante.

Scegli un vaso che soddisfi le tue esigenze di spazio e il numero di talee di ortensie che stai iniziando. Un vaso da 15 a 20 cm dovrebbe contenere diverse talee.

Aggiungi una miscela di terreno, quindi inumidisci accuratamente la miscela. Possono funzionare anche altri terreni da semina sterili, come la vermiculite o la sabbia grossolana.

Puoi usare anche un barattolo

Invece che piantare subito in terreno le talee di ortensia, puoi scegliere di tentare la radicazione in acqua.

Prepara un barattolo e riempilo con 3/4 d’acqua che andrà cambiata 1 volta a settimana.

Inserisci le talee di ortensia in modo che i nodi dello stelo dove hai rimosso le foglie siano immersi in acqua. Non lasciare che le foglie si bagnino perché possono marcire.

Dopo che avrà radicato potrai procedere al rinvaso in un vaso classico con del terreno.

Pianta le talee

Metti le talee in vaso e copri con un sacchetto di plastica trasparente (garantirà più umidità alla talea) ben fissato e posizionalo in un luogo che riceva una luce indiretta intensa, ma non la luce solare diretta, che può bruciare le talee e farle marcire.

Monitorare il vaso e aggiungere umidità quando inizia ad asciugarsi il terreno al tatto. Il terreno dovrebbe essere costantemente umido, ma non fradicio.

Entro un mese, le tue talee di ortensia formeranno nuove radici. Una volta che lo fanno e inizia la nuova crescita verde, puoi trapiantare con cura le singole talee nei loro vasi con del normale terriccio per continuare a crescere in piante più grandi.

Oppure, le talee ben sviluppate possono essere trapiantate direttamente nel giardino in questo momento.

Ora puoi iniziare a trattare i nuovi esemplari come piante mature, annaffiandole seguendo i loro bisogni.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.