Come curare l’Ortensia in vaso? Ecco il Metodo semplice

Se sei abituato alle tue ortensie che crescono alte ed enormi in giardino, potresti avere difficoltà a immaginare come questi arbusti possano crescere in vaso.

Ma c’è un modo di coltivare l’ortensia in vaso se sai come prenderti cura di loro correttamente.

Ci sono un paio di buoni motivi per cui potresti voler coltivare ortensie in vaso e uno dei motivi più importanti è che puoi svernare meglio le ortensie, specialmente se sono una varietà che non è resistente al freddo della tua zona.

Se stai pensando di coltivare la tua pianta di ortensia in un vaso, scopriamo insieme come fare nel modo giusto!

Scelta del vaso

Nei vivai, le ortensie vengono solitamente vendute in piccoli vasi, motivo per cui queste piante durano solo un paio di settimane dopo averle portate a casa.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Il terreno nei piccoli vasi si asciuga più velocemente e le ortensie hanno bisogno di un terreno costantemente umido.

Quando porti a casa la tua ortensia, è meglio trasferirla in un vaso più grande di diversi centimetri rispetto a quello precedente. In vasi più grandi, il terreno rimane umido più a lungo, mantenendo la tua ortensia ben idratata.

Puoi usare vasi di plastica, ma quando la tua ortensia cresce e diventa molto pesante, potrebbe ribaltarsi. Per evitare che ciò accada, usa vasi di terracotta.

Questi assorbono l’umidità più rapidamente, ma sono anche abbastanza robusti da non consentire alla pianta di ribaltarsi.

Qualunque sia il tipo di vaso che usi, assicurati che sia dotata di fori di drenaggio per consentire all’acqua in eccesso di fuoriuscire correttamente.

Scelta del terreno

Per migliorare ulteriormente il drenaggio, aggiungi degli inerti come 1 parte di perlite al terreno.

Assicurati di utilizzare un terriccio che sia specificamente formulato per le ortensie ovvero con un pH acido.

Lascia qualche centimetro di spazio tra la superficie del terriccio e il bordo del vaso, in modo che quando innaffi la pianta l’acqua non fuoriesca dall’alto.

Innaffia il giusto

Innaffiare correttamente le ortensie non è semplicissimo. Il tempo, le dimensioni della fioriera, le dimensioni dell’ortensia sono tutti fattori da considerare.

Di solito dovresti innaffiare le ortensie 2 o 3 volte a settimana, a seconda di quanto è caldo il clima e quanto rapidamente il terreno si asciuga. Riempi il vaso d’acqua fino all’orlo, quindi lascia che l’acqua si assorba man mano.

Un indicatore affidabile che le ortensie richiedono acqua è se le loro foglie iniziano a cadere. Se le loro foglie hanno un bell’aspetto, puoi sospendere l’irrigazione finché il terreno non inizia a sentirsi un po’ asciutto.

Non trascurare il concime

Se coltivate in fioriere, le ortensie dovrebbero essere concimate a fine inverno o all’inizio della primavera. Usa un fertilizzante organico a lenta cessione all’inizio della stagione di crescita.

In alternativa, puoi utilizzare un fertilizzante liquido una volta all’inizio della stagione di crescita e una volta durante l’estate o metà estate.

Non c’è bisogno di concimazioni costanti e non c’è alcun vantaggio nel sovrafertilizzare le tue ortensie, infatti rischi di bruciare le radici, quindi è meglio mantenere un equilibrio di 2-3 volte all’anno.

Dove mettere l’Ortensia in vaso

Non è un segreto che le ortensie godano di una posizione che riceve pieno sole e ombra parziale o luce diffusa.

Evita di lasciare le ortensie in vaso in pieno sole durante le ore più calde perché ciò farà asciugare il terreno troppo rapidamente e può anche bruciare le foglie delicate della pianta.

Trova un luogo che riceva pieno sole mattutino e ombra parziale durante il resto della giornata. Ciò eviterà che il terreno si asciughi più rapidamente.

E in inverno?

Uno dei motivi principali per cui le persone potrebbero preferire coltivare ortensie in vasi o fioriere è perché è più facile svernare queste piante spostandole al chiuso.

Puoi spostare le tue ortensie nel garage o in un’altra zona fredda della tua casa, dove non saranno esposte al gelo e ai venti freddi.

Mantieni l’irrigazione al minimo.

Quando rinvasare

Man mano che la tua ortensia cresce, richiederà il rinvaso. Rinvasa all’inizio della stagione di crescita e scegli una fioriera notevolmente più grande della precedente.

La coltivazione di ortensie in vaso è una buona alternativa alle ortensie da giardino se il tuo giardino è troppo piccolo per ospitare queste piante.

Se vedi che la tua ortensia sta diventando troppo grande, puoi potarla di nuovo a una dimensione più accettabile per te.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.