Guarda la forma delle foglie della tua Monstera per capire di che varietà si tratta

Tra le piante da interni che, con le loro forme, riescono a donare un tocco di eleganza e unicità alle nostre case non può mancare la Monstera.

Questa pianta sempreverde di origini tropicali era famosissima negli anni ’70 ed è, da qualche anno, tornata a essere una delle più amate. Merito delle foglie verdissime e dalla forma inusuale.

In realtà, della monstera esistono più specie e varietà ed è proprio grazie alla forma delle foglie che possiamo distinguerle.

Vediamo insieme quale varietà corrisponde a ogni forma.

Tondeggiante e frastagliata

La monstera più comune e diffusa è la monstera deliciosa. Le sue foglie sono molto larghe (in natura, possono essere larghe fino a un metro!) e frastagliate.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Come la maggior parte delle altre specie e varietà, va tenuta a una temperatura costante di circa 20 °C, anche se resiste fino ai 27 °C, e alla luce solare indiretta.

Inoltre, fate attenzione quando la pianta è esposta a temperature inferiori ai 10 °C.

Avete mai visto delle goccioline sulle foglie? Ecco di cosa si tratta.

Con buchi irregolari

Una pianta che, se vista al vivaio, è quasi impossibile non acquistare: la monstera adansonii è anche conosciuta come pianta del formaggio svizzero.

Il motivo di questo soprannome è l’aspetto delle foglie, piene di buchi irregolari che danno alla pianta un aspetto strano e divertente.

Scoprite qui come farle produrre nuove foglie.

Con buchi grandissimi

Si dice che questa specie abbia più spazio vuoto che foglia: si tratta della monstera obliqua, con buchi grandissimi sulla superficie delle foglie.

Spesso confusa con la adansonii, questa pianta è venduta solo da pochi vivai e non è molto comune. Ha esigenze molto simili a quelle delle altre specie, ma bisogna stare attentissimi a non danneggiare le foglie che sono particolarmente fragili.

Qui potete trovare alcuni consigli sull’esposizione della monstera!

Dal doppio colore

Molto cara ed eccezionalmente rara, la monstera variegata è una varietà che somiglia alla deliciosa se non fosse per le sue foglie variegate, con striature più chiare di colore verde chiaro, argento o bianco.

Il motivo di questo colore particolare è la carenza di clorofilla che rende questa varietà un po’ più delicata e fragile delle altre.

Prestate, quindi, massima attenzione allo stato delle foglie: quando queste vi appaiono improvvisamente flosce o cambiano colore. Forse, la state innaffiando troppo!

Leggete qui per scoprire altri segreti di questa varietà!

Piatte e con sfumature diverse

Rara e anche molto costosa, la monstera con foglie a forma di cuore, piccole e piatte, è la Dubia, una specie di tipo rampicante.

Le sue foglie sono facilmente riconoscibili in quanto hanno variegature verde chiaro, quasi grigie, sulla loro superficie e non hanno buchi.

In natura, quando la pianta cresce, sulle foglie compaiono dei buchi e il colore diventa uniforme. Quando la teniamo in casa, è molto raro che la pianta raggiunga la piena maturità.

Cerose e a forma di cuore

Foglie che restano piuttosto piccole, cerose al tatto e dalla forma che ricorda quella di un cuore: si tratta della monstera acuminata.

Quando diventa matura, riconoscerla dalla deliciosa è molto difficile. Questa specie, però, è riconoscibile per le foglie maggiormente asimmetriche.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".