Cactus: come e quando si rinvasano in un vaso più grande?

I cactus sono piante d’appartamento che richiedono poche cure e che raramente richiedono il rinvaso, ma quando ne hanno bisogno è importante farlo correttamente e in sicurezza.

Una volta che le radici iniziano a spingere attraverso i fori di drenaggio sul fondo del vaso, è tempo di trapiantare il tuo cactus.

Poiché sono piante a crescita lenta, i cactus in genere hanno bisogno del rinvaso solo ogni 3 o 4 anni.

Scopriamo insieme come e quando si rinvasano i cactus in un vaso più grande!

Attenzione: la maggior parte dei cactus ha spine appuntite difficili da rimuovere dalla pelle, quindi è sempre consigliabile indossare dei guanti protettivi idonei durante il trapianto di un cactus.

Come fare con le spine?

Molte varietà di cactus sono adornate con spine che fungono da protezione per la pianta.

Questo rende anche il trapianto di cactus un compito difficile e talvolta pericoloso.

Uno dei modi migliori per rinvasare un cactus in sicurezza è usare un paio di pinze di metallo, come quelle che usi in cucina.

È una buona idea anche procurarsi in un paio di guanti protettivi da giardinaggio molto spessi.

Evita i guanti da giardinaggio fatti di tessuto poiché le spine dei cactus possono facilmente penetrare nella maggior parte dei tessuti, preferisci quelli di tela spessa o di pelle.

È meglio trapiantare un cactus tra l’inizio e la metà della primavera, quando la pianta è entrata nel suo periodo di crescita attiva.

Ciò garantirà che il cactus abbia l’energia per riprendersi dal rinvaso e per acclimatarsi al suo nuovo ambiente.

Cosa ti servirà

Gli strumenti necessari per trapiantare un cactus dipendono dalle sue dimensioni.

Ad esempio, quando si trapiantano cactus più piccoli, delle pinze di metallo potrebbero non essere necessarie mentre cactus più grandi potrebbero richiedere molti più attrezzi e strumenti di protezione.

Indipendentemente dalle dimensioni, ti consiglio sempre di indossare guanti protettivi spessi quando si maneggiano i cactus.

Rimuovi il cactus dal vecchio vaso

Allenta il terreno attorno ai bordi del vaso con un coltello o con il manico di un cucchiaio.

Se necessario, puoi avvolgere il cactus in diversi strati di carta di giornale per renderlo più facile da afferrare, oppure puoi usare le pinze di metallo per maneggiarlo.

Togli delicatamente la zolla di terreno dal vecchio vaso e appoggia il cactus sulla tua area di lavoro.

Una volta che il cactus è stato rimosso dal suo vecchio vaso, rimuovi il vecchio terreno e allenta le radici..

A seconda di come le radici della pianta si sono sviluppate nel vaso, questo può essere un processo delicato. Procedi con calma e fai attenzione a non rompere troppe radici.

Mentre le radici sono sotto i tuoi occhi, è una buona idea controllarle per eventuali segni di parassiti o malattie.

Taglia le radici morte o malate e applica un fungicida, solo se necessario.

Scegli il nuovo vaso

Se di solito innaffi troppo la pianta, scegli un vaso di terracotta per il tuo cactus.

È vero che i cactus possono crescere in qualsiasi vaso, ma i vasi di terracotta aiutano ad assorbire l’umidità in eccesso nel terreno e prevenire il pericolo che il terreno resti zuppo per troppo tempo.

Indipendentemente dal tipo di vaso che scegli, assicurati che ci sia almeno un foro di drenaggio sul fondo.

Riempi il fondo del nuovo vaso con la miscela di terriccio per cactus (puoi sia procurarti una miscela già pronta, sia crearla da solo), assicurandoti che il cactus venga piantato alla stessa profondità del vaso precedente.

Usando le pinze o il giornale, posiziona delicatamente il cactus nel vaso e tienilo in posizione mentre riempi il resto del contenitore di terra.

Come curare il cactus dopo il rinvaso

Non innaffiare subito il cactus appena trapiantato poiché ha bisogno di tempo per adattarsi alle sue nuove condizioni.

Dopo circa una settimana puoi riprendere le annaffiature.

I cactus sono resistenti e adattabili e la maggior parte delle varietà gestisce bene il trapianto se si tratta di piante sane.

Assicurati di rimettere il tuo cactus appena rinvasato nella sua posizione precedente in modo che possa continuare a ricevere la stessa quantità di luce di prima.

Poiché i cactus sono piante del deserto, richiedono una quantità significativa di luce solare per crescere bene.

Un davanzale soleggiato esposto a sud o ovest è l’ideale per la maggior parte delle varietà di cactus.

Se vivi in una zona che riceve estati calde, posizionare il tuo cactus all’aperto per l’estate in pieno sole è uno dei modi migliori per incoraggiare una nuova crescita.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.